CHECK-UP SPIRITUALE

di Agostino Masdea  –  Periodicamente il nostro corpo ha bisogno di un check-up per verificare il nostro stato di salute. La diagnosi può evidenziare problemi che se non affrontati con urgenza, possono diventare serie minacce.

Anche la nostra vita spirituale e conseguentemente la nostra anima, necessitano ogni tanto di un esame, di un controllo per vedere se ci sono problemi iniziali o tendenze che possono poi sfociare in situazioni pericolose.   

Partiamo dalla nostra vita devozionale. Dedichiamo del tempo alla preghiera e alla meditazione della Parola di Dio? Gesù ha insegnato sulla necessità di pregare del continuo. L’unica preghiera che Dio gradisce è la preghiera fatta con fede, non quella recitata per mero dovere religioso; e la lettura della parola di Dio deve essere motivata dal desiderio di conoscere la volontà del Signore e di saziare la nostra anima, nello stesso modo che il cibo materiale sazia il nostro corpo.  

Un controllo periodico è necessario anche per il nostro amore per il Signore. Lo amiamo più di quando credemmo? O sentiamo lo stesso rimprovero rivolto alla chiesa di Efeso: “Ma io ho questo contro di te: che hai lasciato il tuo primo amore”. Apocalisse 2:4

Veniamo poi esortati a riflettere, per ritornare al punto in cui abbiamo cominciato a venire meno nella passione e nello zelo per il Signore e la Sua opera.  “Ricordati dunque da dove sei caduto, ravvediti e fa le opere di prima”. Apocalisse 2:5

A che punto è il nostro rapporto con lo Spirito Santo? Facciamo un controllo anche per il nostro servizio nella chiesa: stiamo facendo qualcosa per servire i fratelli? E la nostra partecipazione al culto è attiva o solo osserviamo ciò che fanno gli altri? Potremmo continuare, ma importante è che questo esame introspettivo sia fatto alla luce dello Spirito Santo che ci rivela non solo la nostra condizione, ma anche la direzione nella quale dobbiamo muoverci.