FIGLI AMATI

di Agostino Masdea.  –  Una delle domande che spesso anche alcuni credenti si fanno è: “ma davvero Dio si prende cura di me”? Posso assicurarti che non esiste un solo giorno o un solo momento in cui Dio si dimentica di noi. Come figli Suoi, siamo costantemente oggetto del Suo amore. L’apostolo Pietro ci conferma: “perché gli occhi del Signore sono sui giusti e i suoi orecchi sono attenti alla loro preghiera…”. 1 Pietro 3:12

Ad un Giacobbe confuso, perplesso ed impaurito, Dio si rivela in sogno. Una scala che poggiava sulla terra ed arrivava fino al cielo, con gli angeli che salivano e scendevano e Dio in cima a questa scala che parla con lui: “Ed ecco, io sono con te e ti proteggerò dovunque andrai”.

Nessun dubbio, quindi, che Dio si prenda cura di noi. Non perché abbiamo delle caratteristiche o dei meriti particolari rispetto agli altri, ma a causa del Suo grande amore. Un amore eterno, che non finirà mai.  
Mi piace molto il salmo 136, che comincia e finisce nello stesso modo. È composto da 26 versi e tutti, dal primo all’ultimo, ripetono: “…perché la sua benignità dura in eterno”.

Se sei un figlio di Dio, non dubitare del Suo amore e del fatto che Egli si interessi a te. Gesù disse: “Se voi sapete dare buoni doni ai vostri figli, quanto più il Padre vostro, darà cose buone a coloro che gliele chiedono. Matteo 7:11.

L’errore che a volte facciamo è quello di confrontare la nostra vita con quella di altre persone. E quando le cose non vanno come vorremmo, allora cominciamo a dubitare; ma è proprio in quei momenti che, invece di porci troppe domande alle quali non saremo in grado di dare delle risposte, dovremmo confidare nel Signore per avere pace.