CRISTO E’ RISORTO

di Agostino Masdea  –  Il cuore del Vangelo è la morte di Gesù sulla croce, come lo è la Sua risurrezione. Egli ha vinto la morte, ed è risorto con potenza. Letteralmente e fisicamente!

Prima Corinzi 15 tratta il tema della resurrezione e della sua importanza. Paolo afferma: “Ma ora Cristo è stato risuscitato dai morti, ed è la primizia di coloro che dormono.” (verso 20). Non solo Egli è risorto ma è la garanzia che tutti coloro che muoiono, un giorno risusciteranno con Lui.    

Fu una donna, Maria Maddalena, che Gesù incaricò di portare il messaggio della Sua risurrezione. Non solo lei, ma anche altre donne tra cui Giovanna e Maria madre di Giacomo. Se pensiamo che in quel tempo la donna era considerata un essere inferiore, Gesù, come aveva già fatto in altre occasioni, rivaluta il suo ruolo, esaltandone la dignità ed emancipandone la figura. Per la mentalità di allora, ciò non era solo rivoluzionario, era scandaloso. 

Sembra strano, le donne ricevono la rivelazione, lo vanno a dire ai discepoli ed essi cosa fanno? Non credono! Anzi dice Luca “…queste parole parvero loro come un’assurdità; ed essi non credettero loro”.

Pietro però vuole controllare. Si reca al sepolcro, dove non vede gli angeli, ma nota qualcosa di strano: le lenzuola in cui era stato avvolto il corpo del Maestro. Quale ladro denuderebbe un corpo per rubarlo? La sua incredulità inizia a vacillare, per crollare definitivamente quella sera stessa quando Gesù si presenta in mezzo ai discepoli e dice loro: “Pace a voi”. Egli è veramente risorto!

Senza la Sua resurrezione non avremmo nessuna vita eterna. Egli vive, e vuole vivere anche in te ed in me, affinché con Paolo possiamo anche noi dire: “non sono più io che vivo, ma è Cristo che vive in me”! Galati 2:20