CRISTO IN NOI

di A. B. Simpson –   Abbiamo una comunione personale col Signore? A volte alcuni si domandano: Come posso ottenere la “guarigione per fede”? Dicono anche: “L’ho ricevuta!” oppure “Ho ricevuto una benedizione, ho ottenuto la santificazione!” o altre espressioni simili. Dobbiamo però tener ben presente che quello di cui abbiamo bisogno non è la guarigione, la benedizione o la santificazione, ma qualcosa di più eccelso: Cristo stesso.

Spesso nella Scrittura leggiamo che “Egli stesso ha preso le nostre infermità, ed ha portato le nostre malattie” (Matteo 8:17), e che “ha portato Egli stesso i nostri peccati nel Suo corpo, sul legno” (1 Pietro 2:24).

Mentre purtroppo, tanti cercano di ottenere “qualcosa di speciale” nella loro vita, si attaccano ad un determinato dono spirituale, o ad una particolare dottrina o teoria; essi non cercano di avere Lui e solo Lui, il Signore Gesù.

Un esempio: io ricordo di aver molto pregato per essere santificato e a volte ho pensato d’aver ottenuto ciò che desideravo ricevere. Una volta sentii anche “qualcosa” e mi attaccai ad esso con tutte le mie forze, stando sveglio tutta la notte per paura di perderlo. Difatti ciò che credevo d’aver ottenuto se ne andò quasi subito con nuove esperienze.

La ragione di tutto questo è che andavo in cerca di “qualcosa” di una qualche straordinaria esperienza religiosa, ma non in fondo di Gesù come Persona. Avevo preso un po’ d’acqua da un serbatoio di proporzioni ben limitate, mentre avrei potuto attingere continuamente dalla fonte di ogni grazia e santità, Cristo stesso. Quando infine distolsi gli occhi dalla “mia santificazione” e da qualsiasi altra esperienza e li posai sul Cristo in me, allora trovai invece d’una esperienza, il Cristo che aveva in sé tutto ciò di cui avevo bisogno.

A questo punto, però, pensai che il Signore m’avrebbe trattato un po’ come trattiamo un orologio: gli diamo la carica che durerà qualche giorno o anche più. Non fu affatto così: m’accorsi che Egli mi dava momento per momento e secondo le circostanze, tutto quello di cui avevo bisogno. Avrei voluto avere un grande deposito, per sentirmi ricco ed essere così indipendente dal Signore per un po’ di tempo, ma Egli non mi diede mai un tale deposito. Non ebbi mai più “santità” o “guarigione” di quello di cui avevo bisogno in un determinato momento. Mi si potrebbe domandare: “Non è difficile dipendere così da Lui momento per momento?”, No, se Colui dal quale dipendiamo è il Signore Gesù.

Noi quindi non ci dovremmo mai chiedere: “Cosa pensi della “guarigione per fede”, ma piuttosto: “Cosa pensi di Cristo”. A questo proposito, quando un amico una volta mi disse: “Tu sei stato guarito per fede”, io replicai: “No, io sono stato guarito per mezzo di Cristo”.

Infatti vi fu anche un tempo quando decisi di “aver fede” e feci tutti gli sforzi possibili per averla. Quando poi credetti d’aver abbastanza fede, pregai: “Signore, guariscimi”. Sta il fatto che stavo ponendo la fiducia in me stesso, nella mia propria fede e stavo chiedendo al Signore di guarirmi a motivo di qualcosa ch’era in me e non di qualcosa ch’era in Lui.

Ma Dio volle insegnarmi una lezione, facendomi cadere in uno stato di vera disperazione, in cui mi sentivo come non avessi più nemmeno un briciolo di fede. Nello stesso tempo però mi fece comprendere che quello di cui avevo bisogno era la fede del Figlio di Dio: “Non sono più io che vivo, ma è Cristo che vive in me” (Galati 2:28).

Voi non avete alcuna fede in voi stessi, come non avete vita o qualsiasi altra cosa da voi stessi. Voi dovete ottenere la Sua fede. Gesù è l’unico che ha in sé tutto ciò che l’uomo dovrebbe essere d’avere. In Cristo v’è tutta la pienezza della divinità, come della umanità. È dunque in Lui, con la nostra continua comunione con Lui, che riceviamo vita, fede, energia spirituale e fisica, che non vivremo di altro che della Sua vita, della Sua fede e della Sua energia.

 2,700 total views,  9 views today

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: