CRESCERE NELLA GRAZIA

di Agostino Masdea  –  “Crescete invece nella grazia e nella conoscenza del Signore e Salvatore nostro Gesù Cristo” 2 Pietro 3:18.  –  Tutta l’opera della salvezza è basata sulla grazia. Siamo salvati per grazia, mediante la fede, e questo è il dono di Dio. Quindi, non per ciò che abbiamo fatto o potremmo fare, ma per l’opera di Cristo al Calvario. Redenti dal sangue dell’Agnello, vivificati da Cristo: questo è il miracolo della nuova nascita, cioè una nuova vita che comincia e che quindi deve crescere, attraverso un processo a volte lento, a volte più dinamico, fino a raggiungere dal punto di vista spirituale, la statura di uomini completi, maturi, che Paolo definisce “l’altezza della statura perfetta di Cristo” Efesi 4:13. Questo processo teologicamente viene chiamato “santificazione”.

Spiritualmente, il processo di crescita non è molto diverso da quello naturale. Fisicamente ci sono delle regole per una crescita sana ed equilibrata: una buona dieta, il giusto riposo, la prevenzione dalle malattie e l’esercizio fisico quotidiano. Così un ragazzo cresce, e nel diventare adulto svilupperà maturità, responsabilità e stabilità.

Nello stesso modo un cristiano raggiunge questi stessi obiettivi se si impegna seriamente e disciplina la sua vita in funzione di questo traguardo. La dieta da seguire è quella della Parola di Dio: “… desiderate ardentemente il puro latte della parola, affinché per suo mezzo cresciate” 1 Pietro 2:2. Poi, man mano che si cresce, seguirà il cibo solido.  

Il riposo è imparare a ringraziare Dio e a lodarLo in ogni circostanza, riposando sulle Sue promesse. Egli ha detto: “Io non ti lascerò e non ti abbandonerò” Giosuè 1:5 e Gesù aggiunge: “Io vi darò riposo…alle anime vostre” Matteo 11:28.   

Prevenire malattie. Controllare i propri pensieri, non indugiare in sentimenti deleteri per l’anima, come risentimento, amarezza, gelosia,… e poi mantenersi puri dalla sporcizia e dalla contaminazione di questo mondo. “O Dio crea in me un cuore puro” Salmo 51: 10

Infine l’esercizio. Come credenti dobbiamo essere impegnati a compiere le opere che Dio ha preparato davanti a noi, che richiedono sacrificio, tempo, dedicazione e fedeltà.