Una promessa per oggi: Io ho allontanato il tuo peccato da te, quanto il levante è lontano dal ponente.

Quanto è lontano il levante dal ponente, tanto ha egli allontanato da noi i nostri peccati.  (Salmo 103.12)  –  Quanto è distante l’est dall’ovest? Visto che questi due punti di riferimento puntano in direzioni opposte dall’eternità, direi che non c’è modo più grande per esprimere una distanza immensa. Mi piace come Dio usa questa analogia per illustrare la promessa di ciò che ha fatto con il nostro peccato. Egli ha allontanato da noi ogni frammento del nostro peccato, quanto l’est è lontano dall’ovest! Non poteva essere portato più lontano di così!

Molti di noi lottano continuamente con la sempre presente consapevolezza della nostra condizione peccaminosa. In qualche modo noi pensiamo che la nostra consapevolezza di peccato è in effetti gradita da Dio. Ed in qualche modo ci atteggiamo in una postura di umiltà, ricordando quanto siamo miseri. Credo che sia vero l’opposto! Noi siamo giustificati per la fede nell’opera compiuta da Gesù Cristo, e sappiamo da Ebrei 11:6 che è la nostra fede che piace a Dio. Così la prossima volta che il nemico della tua anima cerca di ricordarti tutti i tuoi fallimenti passati, dichiara ad alta voce questa promessa … “Dio ha allontanato i miei peccati da me quanto è lontano il levante dal ponente!”

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

CAMMINO' CON DIO

di DONALD GEE – La storia di Enoc, descritta per sommi capi in poche righe, ha sempre racchiuso un certo fascino; la storia dell’uomo che camminò con Dio e poi disparve, perché Dio lo prese. Una silente bellezza è contenuta in questo morso di storia, descrittaci con sorprendente brevità nelle prime pagine condensate della Genesi. Penso che l’interesse primo stia nel fatto unico che Enoc non conobbe la …
Leggi Tutto

Roberto Bracco: Vorremmo vedere Gesù

Sermone di Roberto Bracco –  “Or tra quelli che erano saliti ad adorare a durante la festa c’ erano alcuni Greci. Costoro dunque, accostatisi a Filippo, che era di Betsaida di Galilea, lo pregarono dicendo: “Signore, vorremmo vedere Gesù”. Filippo andò a dirlo ad Andrea; a loro volta, Andrea e Filippo lo dissero a Gesù. Ma Gesù rispose loro, dicendo: “L’ ora è venuta, in cui il Figlio dell’ uomo deve …
Leggi Tutto

IL CULTO

di Roberto Bracco –  “Onore reso a Dio”. Per il cristiano è anche mezzo per realizzare comunione con Dio; quindi possibilità di offrire a Dio, ricevere da Dio. Comunemente con questo nome si definiscono le riunioni che uniscono i fedeli per la celebrazione liturgica: preghiera, canto, predicazione… In queste riunioni i fedeli vogliono offrire lode a Dio, esprimere amore, gratitudine e aspettano le benedizioni della presenza di Dio …
Leggi Tutto

Promessa per oggi: IO RENDERÒ’ I TUOI PIEDI COME QUELLI DI UN CERVO PER FARTI RAGGIUNGERE GRANDI ALTEZZE.

DIO, il Signore, è la mia forza; Egli renderà i miei piedi come quelli delle cerve e mi farà camminare sulle alture. Abacuc 3:19  –  Avete mai visto un cervo o una capra di montagna camminare sul costone di una montagna? È davvero uno spettacolo incredibile! Poggiano con sicurezza i loro piedi su dei picchi così sottili che sembra quasi una cosa impossibile nella realtà. In questa promessa, …
Leggi Tutto

R.A.Torrey

di  R. A. TORREY –   Una delle storie più strane e più tristi dei fatti del Vecchio Testa­mento è quella di Sansone; essa è anche una delle più istruttive. Sansone era di gran lunga uno degli uomini più noti dei suoi giorni. Davanti a lui erano aperte le più grandi opportunità. Ma dopo un periodo di sorprendenti vittorie, la sua vita si concluse miseramente; e ciò a causa …
Leggi Tutto

Signore! Signore!

di Roberto Bracco   –   Questo grido si eleva insistentemente quasi a dimostrare che anche in questi giorni di generale indifferenza esiste un popolo che guarda verso Dio, che parla con Dio, che osserva la legge di Dio. Dalle chiese o dagli individui, dai paesi o dalle città s’innalza e si ripete: Signore, Signore! Non è vero, come affermano alcuni, che non c’è più religione; non è vero che Dio …
Leggi Tutto

Grandi inni: "I surrender all"

Autore  –  Judson W. Van de Venter, 1855-1939  –  “Chi avrà trovato la sua vita, la perderà: e chi avrà perduto la sua vita per causa mia la troverà”. Matteo 10:39. Il testo di questo grande inno è stato scritto dall’autore per ricordare il giorno in cui arrese completamente la sua vita a Cristo dedicandosi a pieno tempo al servizio cristiano. Fu pubblicato per la prima volta, nel …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti