Promessa per oggi: IO NON TI ABBANDONERO’ PERCHE’ SONO FELICE CHE TU MI APPARTIENGA

Poiché l’Eterno non abbandonerà il suo popolo, per amore del suo grande nome, perché è piaciuto all’Eterno di farvi il suo popolo. (1 Samuele 12:22)

Molte persone vivono nella continua paura che possano essere abbandonati in qualsiasi momento. Alcuni si sentono in questo modo perché sono stati delusi in passato, mentre altri semplicemente non vivono con un profondo senso di appartenenza a qualcosa o a qualcuno.

Amo questa promessa perché il Signore risolve la questione una volta per tutte, dichiarando che ha stabilito in cuor suo di non abbandonarci per amore del Suo grande nome. Non è una buona notizia sapere che non dipende da voi e dalle vostre opere buone… ma da lui?

Questo versetto della Bibbia dice che Dio è in realtà felice di farti far parte della sua famiglia e per questo motivo, e per questa sola ragione, Egli ha promesso di rimanere sempre vicino a te. Quando ho letto questa promessa, pensando che appartengo a Dio mi sono sentito sollevato nella mia mente. Perché mi vuole? Perché sono così prezioso per Lui? La realtà è che si tratta del suo grande cuore nei miei confronti, e non per la mia capacità di guadagnarmi o meritarmi il suo affetto.

Più io credo che si tratta dell’amore di Dio per me e non per il mio amore per Lui, tanto più inizierò a camminare nella tangibile realtà di vivere nel suo amore ogni giorno della mia vita. Io non vivo sempre nella conoscenza del suo amore per me, perché c’è ancora un piccolo “orfano” nella mia anima che a volte si allontana dalla verità che io appartengo a Dio.

Può darsi che tu devi lottare sempre contro le stesse cose. Se è così, la mia preghiera per tutti noi è che possiamo sapere che il nostro Padre celeste è felice di farci far parte della sua famiglia, per sempre!

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

BEATI I MORTI...

di Roberto Bracco   –   E udii una voce dal cielo che diceva: «Scrivi: beati i morti che da ora innanzi muoiono nel Signore. Sì, dice lo Spirito, essi si riposano dalle loro fatiche perché le loro opere li seguono».  (Apocalisse 14: 13) Questa parola ci vieta di “essere contristati” come coloro che vivono senza una speranza nel cuore. La tradizione umana e la liturgia ecclesiastica hanno dedicato il mese di novembre …
Leggi Tutto

Dai nostri culti

Pastore AGOSTINO MASDEA “Ostacoli nella vita cristiana”  –  Salmo 27  …
Leggi Tutto

QUANDO C'E' PASSIONE PER LE ANIME

Testimonianza di George Verwer  –  George Verwer  frequentava ancora il college, quando fondò il ministero che diventerà poi Operazione Mobilitazione. George Verwer si convertì mentre era ancora studente. Vicino al liceo che  egli frequentava, nel New Jersey, abitava una donna di preghiera. Questa donna pregava continuamente per gli studenti di questa scuola, chiedendo a Dio di salvarli e fare di loro dei missionari. Pregò perché anche George fosse …
Leggi Tutto

Roberto Bracco: Vorremmo vedere Gesù

Sermone di Roberto Bracco –  “Or tra quelli che erano saliti ad adorare a durante la festa c’ erano alcuni Greci. Costoro dunque, accostatisi a Filippo, che era di Betsaida di Galilea, lo pregarono dicendo: “Signore, vorremmo vedere Gesù”. Filippo andò a dirlo ad Andrea; a loro volta, Andrea e Filippo lo dissero a Gesù. Ma Gesù rispose loro, dicendo: “L’ ora è venuta, in cui il Figlio dell’ uomo deve …
Leggi Tutto

UN UOMO SPIRITUALE: SIMEONE

di Roberto Bracco –  Luca 2:25-35  –   La figura di Simeone, il vegliardo in attesa della consolazione d’Israele, è una delle più luminose della Bibbia e può essere presa in simbolo della vera spiritualità. Purtroppo nel seno della cristianità il termine spiritualità non possiede sempre il significato che gli viene attribuito dalla Scrittura e perciò è utile considerare l’esempio di un uomo che può illuminarci intorno a questo …
Leggi Tutto

E’ pericoloso "beffarsi" dell’Iddio Onnipotente.

Anche nel dopoguerra continuava ad infierire la persecuzione contro i Pentecostali, perché la circolare Buffarini-Guidi continuava ad essere in vigore, e questo nonostante la Costituzione Italiana, entrata in vigore il 1° gennaio 1948 affermasse nel 19° articolo: ‘Tutti hanno diritto di professare liberamente la propria fede religiosa in qualsiasi forma, individuale o associata, di farne propaganda e di esercitarne in privato o in pubblico il culto, purché non si …
Leggi Tutto

Sermone A. Masdea - 4-11-2012

A. MASDEA –  RELIGIOSO NON VUOL DIRE ESSERE SALVATO (1 Corinzi 5) …
Leggi Tutto

IL MALE NASCOSTO

di Roberto Bracco   –   Fratello, hai mai esaminato l’attitudine del tuo cuore dopo aver pronunciato un ispirato sermone, o dopo aver reso una testimonianza guidata, o dopo aver elevato una calda preghiera? Hai mai esaminato l’attitudine del tuo cuore dopo aver compiuto una buona opera, o dopo aver fatto una generosa elargizione? Hai mai esaminato l’attitudine del tuo cuore dopo aver ottenuto una vittoria spirituale, o dopo …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti