Il Battesimo nello Spirito Santo di Dwight L. Moody

di S.B Shaw –   Ho visto per la prima volta il signor Moody nel 1876. Stava conducendo una riunione al Farewell Hall. Quando sono entrato nella sala, vidi un gran numero di pastori sulla piattaforma e ho detto a un fratello che era accanto a me: “Vedi quell’uomo vicino all’organo? E’ il signor Moody“.  Egli rispose: “Come fai a saperlo, l’hai mai visto prima d’ora?” Ho risposto, “No, ma posso dirlo; egli sembra che gioisca nella religione più di tutti gli altri”. Lui sorrise e disse: “Credo che tu abbia ragione.

Ben presto il signor Moody si alzò e bruscamente disse: “Cosa pensereste se vedete un uomo sulla riva del lago tremante per il freddo, con un grande fuoco vicino, che dice mentre lo guarda: “Vorrei scaldarmi, vorrei un po’ di calore…” . Qualcuno potrebbe dirgli: “Perché non ti avvicini al fuoco per riscaldarti?”

Ha poi fatto una sorprendente affermazione dicendo che molti cristiani sono freddi e tiepidi, con il fuoco di Dio tutto intorno a loro, e si lamentato della loro freddezza e della loro condizione, quando tutto quello che devono fare è di andare a Dio ed essere riscaldati.

Predicò quel giorno su Giovanni 7:37-40. Egli parlava come uno unto dello Spirito Santo, e crediamo che coloro che lo ascoltavano  come incantati dalle sue parole, sentivano che parlava mosso dallo Spirito di Dio; e dando tutto il dovuto onore alla sua individualità, al suo zelo, alla sua perseveranza e alla sua integrità, accettiamo la sua dichiarazione quando dice che è stato il battesimo nello Spirito Santo che ha fatto di lui ciò che adesso era. Questo battesimo lo ha ricevuto mentre si trovava a New York nel 1871. Moltitudini, sia in Europa che in America hanno sentito raccontare da lui stesso come era arrivato a sentire il bisogno di più potenza e di come aveva ricercato assolutamente questa esperienza. Una volta disse:

Posso tornare indietro quasi di venti anni, e ricordare di due pie donne che venivano ai miei incontri. Era delizioso vederli lì. Quando ho cominciato a predicare, potevo vedere dall’espressione dei loro volti che stavano pregando per me. Alla fine degli incontri serali del sabato, mi dicevano: “Abbiamo pregato per te”. Ho detto loro: “Perché non pregare per il popolo?” Mi risposero: “Hai bisogno di potenza”.  “Ho bisogno di potenza?” ho detto a me stesso; perché, pensavo di avere già la potenza.  Avevo una grande Scuola biblica, e la più grande congregazione di Chicago. C’erano state diverse  conversioni in quel tempo. Ero, in un certo senso, soddisfatto. Ma proprio mentre queste due pie donne continuavano a pregare per me, e il loro sincero parlare riguardo l’unzione speciale per il servizio mi ha fatto cominciare a riflettere.”

Il grido di un’anima aggravata.

Gli chiesi di venire a parlare con me, e ci siamo inginocchiati. Hanno versato i loro cuori davanti al Signore affinché io ricevessi l’unzione dello Spirito Santo, e venne fame nella mia anima. Non sapevo che cosa era. Ho cominciato a piangere come non ho avevo mai fatto prima. La fame cresceva.

“Be ‘, un giorno, nella città di New York – Ah, che giorno! Non posso   descriverlo; Ho poche volte fatto riferimento ad esso; è quasi troppo sacra come esperienza per nominarla. Paolo ha fatto un’esperienza di cui non ha mai parlato per quattordici anni. Posso solo dire che Dio si è rivelato a me, e ho avuto una simile esperienza del Suo amore che ho dovuto chiedergli di fermare la sua mano. Quando ricominciai a predicare di nuovo i sermoni non erano diversi… non ho presentato nuove verità, ma centinaia di anime si sono convertite. Non vorrei ritornare a come ero prima di questa benedetta esperienza neanche se mi dessero tutta la città di Glasgow – sarebbe come la minuta polvere delle bilance. Voglio dirvi che è un giorno triste quando un convertito va in chiesa, e questa è l’ultimo cosa che senti dire di lui.  Se, tuttavia, si desiderate questa potenza  per un fine egoistico, come, per esempio, appagare una vostra ambizione, non la otterrete. “Nessuna carne”, dice il Signore, “si glorierà nella mia presenza.”

Le due pie donne che furono di così grande beneficio per Moody erano la signora Sarah A. Cooke e la signora Carrie Jones.

Il seguente estratto da una lettera di Mrs Cooke sarà interessante per tutti i lettori:

“Caro Fratello SB Shaw: E’ stato al raduno all’aperto a St Charles  nel 1871, che ho sentito un peso su di me per il signor Moody, e che il Signore gli avrebbe dato il battesimo nello Spirito Santo e nel fuoco, ed ho avuto un travaglio nell’anima così profondo che non avevo mai avuto per qualsiasi altro essere sulla terra. Dopo ciò nessuna opportunità è stata persa per sensibilizzarlo verso questo  suo grande bisogno, e incoraggiarlo a cercare, con la certezza che questa esperienza era anche per lui.

Gioia indicibile.

“Nelle mie visite a Mr. Moody sono stata accompagnata dalla signora Jones, che godeva di questa grande benedizione, e ultimamente era venuta ad abitare a Chicago. Dopo la morte improvvisa di suo marito, con il suo cuore quasi spezzato, lei era venuta  a vivere qui con la sua unica figlia. Ma presto Gesù è venuto nel suo cuore con una gioia indicibile e gloriosa, e diceva che i suoi piedi calcando le strade di Chicago con messaggi di amore e di misericordia, sembrava come se non toccassero terra.  In un primo momento, come abbiamo iniziato a parlare con il signor Moody, non sembrava esserci antagonismo, ma poca convinzione del suo bisogno per l’opera che doveva svolgere. Ci chiese di incontrarci alla Firewell Hall ogni Venerdì pomeriggio, e così abbiamo fatto per un certo numero di settimane. Come lo incontravamo volta dopo volta, sembrava sempre più serio, e il Venerdì precedente a quello che fu definito il grande incendio di Chicago, nel 1871, era ancora più serio. Questo accadeva durante il mese di ottobre.

“In ogni incontro, ognuno di noi pregava ad alta voce e  con molta serietà, ma in questo incontro l’agonia del signor Moody era così grande che si rotolava per terra in mezzo a tante lacrime e gemiti gridava a Dio per essere liberato dalla mente carnale e di essere battezzato con lo Spirito Santo.

“Dopo il grande incendio, si recò a New York per raccogliere  fondi per la ricostruzione delle sue istituzioni, ma disse che il suo cuore non era in questo. Il grande grido della sua anima era per il battesimo dello Spirito Santo. E a Wall street lo Spirito  cadde su di lui così come sui primi discepoli, e con gli stessi gloriosi risultati. “

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

GEORGE MULLER: Salmo 23

Sermone predicato da GEORGE MULLER nella Bethesda Chapel, in Great George Street, Bristol, domenica sera 20 giugno 1897. «Il SIGNORE è il mio pastore: nulla mi manca. Egli mi fa riposare in verdeggianti pascoli, mi guida lungo le acque calme. Egli mi ristora l’anima, mi conduce per sentieri di giustizia, per amore del suo nome. Quand’anche camminassi nella valle dell’ombra della morte, io non temerei alcun male, perché …
Leggi Tutto

Grandi inni: "I surrender all"

Autore  –  Judson W. Van de Venter, 1855-1939  –  “Chi avrà trovato la sua vita, la perderà: e chi avrà perduto la sua vita per causa mia la troverà”. Matteo 10:39. Il testo di questo grande inno è stato scritto dall’autore per ricordare il giorno in cui arrese completamente la sua vita a Cristo dedicandosi a pieno tempo al servizio cristiano. Fu pubblicato per la prima volta, nel …
Leggi Tutto

SIGNORE, MANDA IL VENTO DI UNA NUOVA PENTECOSTE!

Mercoledì 16 Mag, 2012 – dalla rubrica “Fire In My Bones” di  J. Lee Grady –  CHARISMA MAGAZINE. Dodici anni fa un uomo d’affari sudafricano, Graham Power, sentì Dio spingerlo ad organizzare un incontro di preghiera nella città di Cape Town. Circa 45 mila cristiani hanno risposto alla chiamata accalcandosi in uno stadio di rugby nel marzo 2001, per intercedere per la loro nazione. Quello fu l’inizio della Giornata …
Leggi Tutto

LE DUE CASE

di AGOSTINO MASDEA   –  Perciò, chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, io lo paragono ad un uomo avveduto, che ha edificato la sua casa sopra la roccia.  Cadde la pioggia, vennero le inondazioni, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa; essa però non crollò, perché era fondata sopra la roccia.  Chiunque invece ode queste parole e non le mette in pratica, sarà paragonato ad …
Leggi Tutto

gocceNelTempo

di  ROBERTO BRACCO                                           Questo studio ha, soprattutto, uno scopo: esaminare l’uomo nel suo aspetto di “creatura di Dio”, quindi nel suo aspetto più profondo, più importante. Noi speriamo che questo esame possa rappresentare un raggio, sia pur debole, di luce, per una conoscenza più intera dell’uomo, la …
Leggi Tutto

mp3

Siamo Figli di Dio  (Matteo 27:43) [mp3player width=500 height=20 config=fmp_jw_widget_config.xml file=http://www.chiesadiroma.it/wp-content/uploads/2014/12/SIAMO-FIGLI-DI-DIO.mp3]  …
Leggi Tutto

R.A.Torrey

di  R. A. TORREY –   Una delle storie più strane e più tristi dei fatti del Vecchio Testa­mento è quella di Sansone; essa è anche una delle più istruttive. Sansone era di gran lunga uno degli uomini più noti dei suoi giorni. Davanti a lui erano aperte le più grandi opportunità. Ma dopo un periodo di sorprendenti vittorie, la sua vita si concluse miseramente; e ciò a causa …
Leggi Tutto

GRANDI INNI: "BLESSED ASSURANCE" (GARANZIA BENEDETTA )

Fanny Crosby, compositrice di inni, era rimasta cieca quando aveva sei settimane di vita, per delle cure mediche sbagliate. Fanny Crosby nel corso della sua lunga vita (morì all’età di 95 anni) scrisse più di ottomila testi di canzoni gospel. Spesso i temi per i testi venivano suggeriti a Fanny Crosby da ministri che la andavano a trovare e che desideravano avere una nuova canzone su un soggetto …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti