Grandi servitori di Dio: Oswald J. Smith

Il Dr. Oswald J. Smith è nato in una fattoria nella periferia di Odessa, Ontario, l’ 8 novembre 1889. Suo padre era un operatore del telegrafo, e per questo ha trascorso la sua infanzia nelle stazioni ferroviarie. Il tempo trascorso a Mount Albert, Ontario, una piccola e tranquilla cittadina, dove solitamente viveva per brevi periodi, non l’ha mai  dimenticato. Dopo essere diventato famoso, vi tornò a meditare e godere del suo rurale paesaggio.   Nel 1906, una grande campagna evangelistica fu condotta dall’allora famoso evangelista Dr. RA Torrey in Massey Hall, Toronto. Anche se Oswald non era mai stato prima di allora in una campagna evangelistica, ne fu attratto. Durante quella campagna si convertitì.

Subito dopo, si sentì attratto dalla predicazione del Vangelo. Eppure, non aveva idea di come fare per entrare nel ministero. “Sia a Embro che a Mt. Albert il mio desiderio di predicare cresceva ogni giorno di più. Mi sentivo come se non potessi più aspettare.  Ero così disperato che ho elaborato  un piano speciale. Mi sono detto, “Andrò lontano da casa. Me ne andrò così lontano dove  nessuno mi conosce. Andrò almeno dieci miglia lontano. Troverò una chiesetta di campagna e chiederò al ministro di permettermi di  predicare, e se fallisco saprò che non sono stato chiamato, e tornerà a casa un ragazzo più saggio.” “ Vedete, non avevo nessuno che potesse consigliarmi, nessuno che mi dicesse  cosa fare. ” Dopo un po’, Oswald J. Smith lesse  un breve annuncio su “Toronto Bible College”, che lo portò a  partecipare  alle lezioni serali per un periodo. Non era ancora il  1912 che si era laureato presso questo  istituto.

Nel 1968, fu scelto come “Alunno dell’Anno”  del “Toronto Bible College “.  Il Dr. Billy Graham, e la nota giornalista evangelica Miss Jane Scott, che si è laureata al Toronto Bible College nel 1915, erano presenti per  questa speciale occasione.

R.A.Torrey

R.A.Torrey

Il pellegrinaggio spirituale del Dr. Smith è iniziato nella chiesa presbiteriana, dove egli fece domanda per lavorare in un campo di missione di questa denominazione. Tuttavia, egli è fu considerato troppo giovane per questo difficile lavoro. Applicandosi nella “Upper Canada Society” e andò come corpoltore a Muskoka. Nel 1908, Oswald Smith, ebbe la possibilità di predicare, nonostante la sua mancanza di formazione teologica e biblica. Come fu entusiasta di questo! Finalmente era giunta la sua ora! Egli racconta: “In un angolo della mia stanza quella notte mi sono inginocchiato in preghiera con la fronte che toccava il pavimento, e ho supplicato Dio per essere guidato. Non avevo un sermone perché avevo dimenticato tutti quelli che avevo pensato. Cosa avrei potuto dire? Mi sono ricordato di avere  ascoltato un sermone a Toronto nella Beverley Street Baptist Church dal Rev. Elmore Harris, uno dei redattori dei riferimenti  della Scofield Bible, Efesini 1:3, un testo che nessuno, a meno che non sia stato nel ministero almeno per 25 anni, dovrebbe prendere. Ma siccome avevo una buona memoria riuscii  a ricordare molto di ciò che avevo sentito. Così decisi  di usarlo.”

Comunque egli non iniziò i suoi studi  teologici prima del 1910. Tutto sommato, la sua formazione accademica è composta  di due anni al Toronto Bible College, tre anni in McCormick Theological Seminary, Chicago, e degli studi speciali nel Knox College, Toronto. Aveva anche dei corsi serali al Toronto Bible College, e un anno, come studente, in Manitoba College guadagnando una grande varietà di esperienza pratica nel lavoro della missione che influenzerà in seguito il suo ministero. I suoi titoli accademici sono i seguenti: Nel 1936, Oswald Smith ha ottenuto il grado di Dottore in Teologia (onorario) dal collegio di Ashbury. Nel 1940, ha ricevuto il diploma di dottore in Lettere (onorario) alla Bob Jones University. Nel 1946, ha conseguito il titolo di Dottore in Legge  (onorario) alla Houghton College. Egli è stato membro a vita della Royal Geographical Society di Londra, membro del The Field Eugene Society, della Royal Society of Literature del Regno Unito, e della Società Americana dei Compositori e Autori.

Il 30 aprile 1915, il dottor Smith è stato ordinato come ministro del Vangelo nella  South Presbyterian Church di Chicago, dove ha servito come “Pastore  protempore” mentre era studente al McCormick Theological Seminary. Nel mese di maggio, partì per Toronto, dove divenne pastore associato della Dale Presbyterian Church, una chiesa di grandi dimensioni, con una capienza di 1.800 posti, che si trova all’angolo tra Queen Street e Bellwoods Avenue. L’edificio era stato costruito dal Rev. JD Morrow, uno dei ministri più importanti a Toronto in quel tempo. Il Dr. Smith scrive di lui:  “Mr. Morrow fu il primo uomo a Toronto, se non in Canada, ad andare senza cappello, aveva promesso che non avrebbe indossato un cappello fino a quando non avrebbe avuto  abbastanza soldi per mettere un tetto alla sua Chiesa. E mantenne il suo voto . Portava i capelli lunghi e folti all’indietro ed era una figura familiare per le strade di Toronto. Tutti lo conoscevano. I poliziotti erano suoi amici. Ogni Lunedi sera sedeva in tribunale, cercando di poter trovare qualcuno che aveva sbagliato, per poterlo aiutare portandolo a casa sua. Tutti gli autisti sulla strada lo conoscevano. Una volta ha preso in prestito un box “Pay as you enter” da parte della società “Car Street”, e per mesi io e lui a turno stando in piedi per le strade, abbiamo raccolto fondi per la sua chiesa. Qualche volta ha avuto degli animali dallo zoo, tra cui anche orsi, che portava sul suo pulpito per attirare i bambini. E vennero  moltitudini. Inoltre, egli era un evangelista molto dotato e un predicatore del vangelo efficacissimo. Sapeva mettere su un brillante servizio evangelistico, per attirare le folle. Il modo come egli raccontava storie, che in effetti recitava sul palco, cantando  le canzoni di sua madre, e implorando per una decisione, sempre faceva venire le lacrime agli occhi. Moltissimi hanno deciso per Cristo sotto il suo ministero. Era molto attivo ed energico. Ed era più che generoso.

Amava la gente comune e mai si sentiva  più a casa sua  di quanto si sentisse quando era  tra i poveri.  Provvedere ai bisogni degli indigenti  era  la sua più grande gioia. I suoi critici erano molti, soprattutto negli ambienti ecclesiastici. Morì giovane. Se fosse vissuto sarebbe diventato uno dei più grandi evangelisti del mondo. Non posso dimenticare la sera in cui fece la sua prima apparizione con il suo taglio di capelli. Era stato nominato cappellano del 180° battaglione “Sportsman’s Battalion”, ed era vestito con l’uniforme di un Capitano. Per lungo tempo esitò dietro la tenda. Alla fine mi disse di uscire per primo. Sono uscito ed egli mi ha seguito. In un momento la grande assemblea scoppiò in un applauso. Quando arrivò il momento  di parlare prese come suo testo, “Allora ciascuno di noi renderà conto di se stesso a Dio”, e predicò con tutta la suo “antico fuoco”, fermandosi nel mezzo del suo sermone a cantare un verso della sua canzone preferita, “Dov’è il mio ragazzo vagabondo stasera”?  Riprendendo a predicare, e poi cantando la seconda strofa,  è venuto poi  dolcemente sul coro, facendo  il suo appello. I fazzoletti furono  utilizzati abbondantemente in tutta la congregazione. Una donna piangeva ad alta voce. Nella galleria un uomo chinò la testa e singhiozzava, come se il suo cuore si spezzasse. Oh, che potenza! “

Nel 1916, il dottor Smith divenne pastore a Dale, perché il Rev. Morrow dovette partire per il fronte, come cappellano. Nel settembre del 1917, ci fu un reale risveglio in questa chiesa, che indusse Smith a scrivere “A Hymn Revival”.  Morrow ritornò per un breve periodo, ma a causa della  salute cagionevole, si trasferì in California nel 1921, dove in seguito morì.

La forte presa di posizione di Smith cominciò a provocare preoccupazione tra i membri liberali, come spesso è accaduto nella storia. I liberali erano  irritati dalle riunioni di risveglio, per l’uso di canti gospel, per gli incontri di preghiera, e per le offerte raccolte per le missioni.  I liberali esercitarono una crescente pressione, al punto che, nel mese di ottobre del 1918, Smith diede le dimissioni. Il primo figlio degli Smiths, Glen, nacque  il 22 giugno 1917. Arrivò una chiamata  per tornare alla British Columbia sotto la Shantymen Christian Association. Il tempo di sistemare la sua famiglia e cominciò a predicare ad un segmento di bisognosi e dimenticati della società canadese.

Tuttavia, la visione di Toronto e delle sue masse bruciava nella sua anima, così tornò nel corso dell’anno a servire in varie cause cristiane aspettando che  Dio aprisse le porte giuste. Il 4 febbraio 1920, nacque la figlia Hope. Smith ha trascorso parte di quell’ estate di nuovo nel Kentucky.

Smith, ormai trentene, decise che era tempo di agire. Affittare il “West End YMCA”, iniziò i culti nel mese di ottobre del 1920, chiamando quest’opera il “Tabernacolo del Vangelo”.  64 persone erano presenti  in quell’auditorium di  750 posti per il primo culto. Tre mesi dopo, questa  nuova opera si fuse con il Parkdale Christian e la Missionary Alliance Church, e Smith divenne pastore di questa nuova opera nel gennaio del 1921. Il 1 ° giugno 1921, nacque il terzo figlio, Paul, che  più tardi sarebbe succeduto al padre come pastore della famosa People’s Church. Iniziò dei  culti sotto una tenda, per attirare l’attenzione, con il motto  “Porta la tua sedia”  Domenica, 3 luglio. La tenda era piena di ogni tipo di sedie da cucina che si possa immaginare. Una nuova chiesa era necessaria. Con  40.000 dollari costruirono un auditorium che chiamarono  Alliance Tabernacle.

Riempi quell’ l’auditorium dando alle persone qualcosa che non avrebbero trovato in qualsiasi altro luogo: varietà. I migliori evangelisti e i migliori cantanti del Nord America si succedevano in continuazione su quella piattaforma. La chiesa crebbe fino a 1000 membri.  Il canto Gospel, intense campagne evangelistiche,  un ministero di insegnamento il Mercoledì e venerdì sera, continuarono a ispirare i cristiani in tutta quell’area. Smith si dimise nel 1926 e per un anno fece enormi sforzi nel campo dell’evangelizzazione.  Nell’ aprile del 1927, accettò una chiamata al servizio nel Gospel Tabernacle of Los Angeles, California. Ma Toronto continuava  ad essere nel suo cuore. Anche se attirava folle fino a 2200 persone e la chiesa si offrì di costruire un auditorium da 3.000 posti se fosse rimasto, lasciò Los Angels  nell’aprile del 1928, per “ritornare a casa”.

La maggior parte delle persone  partono dal basso e e vanno verso l’alto, ma non Smith. Prese in affitto Massey Hall e, il 9 settembre 1928, nel suo primo culto, si trovò di fronte un pubblico di quasi 2.000 persone.  Il Cosmopolitan Tabernacle era nato, e la gente aumentava e così pure il numero dei convertiti.  Poi nel marzo 1930, si trasferirono in un indirizzo permanente, nella St. James Square Presbyterian Church on Gerrard Street East, una chiesa con 1500 posti. . Egli la chiamò: “Toronto Gospel Tabernacle”. Diede inizioa questa nuova opera  con un convegno missionario. Quest’opera crebbe velocemente che Smith decise di trasferirsi ancora una volta nella  vuota Central Methodist Church il 1 ° luglio 1934, e ancora una volta diede alla chiesa un nuovo nome – the Peoples Church, 100 Bloor Street East, un nome che da quel momento diventerà  famoso.

Smith era ora pastore della chiesa più grande del Canada, ed era spesso citato dai media. La musica era al suo forte, la trasmissione “Back Home Hour” seguiva il culto serale, i convegni  missionari, le campagne evangelistiche… tutto contribuiva a portare grandi folle. La conferenza missionaria annuale durava spesso per un mese intero e il fine era quello di ottenere offerta per 300 mila dollari all’anno in “promessa di fede” – una tecnica che Smith ha  ampiamente utilizzato con successo. Un grande termometro segnalava alla congregazione man mano si raggiungeva  l’obiettivo.

L’enfasi era sull’evangelismo. Quasi 500 persone erano  salvate ogni anno, oltre a quelli della trasmissione radiofonica.  Eldon B. Lehman era un direttore musicale e in poco tempo ebbero una corale di 135 voci e un’orchestra di 40 musicisti. A volte la gente della sera era più numerosa del  mattino. Avevano un organo a canne di 40 mila dollari che occupava troppo spazio, così lo vendettero e con il ricavato, costruirono una seconda galleria. Una crociata di evangelizzazione nel 1944 fu trasferita a Massey Hall, e infine a Maple Leaf Gardens. Oltre 11.000 persone hanno parteciparono in  due domenica sera.

Scrisse numerosissimi inni, circa 1200, che lo resero come un autore più prolifero e i suoi inni venivano cantati dappertutto.

Per riassumere, sembra se stessimo descrivendo il lavoro di diversi  uomini: Come pastore, Smith aveva ministrato in Toronto  fin dal 1915. La sua congregazione contava circa 3.500 membri. Circa 2.000 di loro  partecipavano ai culti  tre volte ogni Domenica.

Come un evangelista, predicò nelle più grandi chiese del mondo, e ha tenne alcune delle più grandi campagne in molti luoghi del mondo.

Come statista missionario, ha portato la sua chiesa in un programma che dalla metà degli anni 1970 in poi metteva su una cifra di oltre 700.000 dollari l’anno – e la cifra è cresciuta ogni anno, per le missioni estere, più di ogni altra chiesa sulla faccia della terra. Ciò ha contribuito a sostenere 350 missionari provenienti da 35 società missionarie diverse in 40 paesi del mondo. Ha stimolato questo tipo di programma attraverso i convegni  missionari in decine di altre chiese.

Come autore, ha pubblicato circa 35 libri che hanno venduto oltre un milione di copie. I più famosi, pubblicati anche in Italia, sono stati “Il paese che amo di più”,  “Passione per le anime” e  “Il Risveglio di cui abbiamo bisogno”.  I suoi libri sono stati  pubblicati in 128 lingue.

 

Come editore, ha pubblicato una rivista, The People’s Magazine, per 36 anni, che aveva edizioni  in tutto il mondo.   Come predicatore radio, i suoi culti erano trasmessi  da ben 42 stazioni alla volta. Negli anni successivi, ha condotto “Radio Missionary Conventions”nelle principali città degli Stati Uniti e in Canada, sfidando i cristiani raccogliendo fondi per il movimento World Literature Crusade, della quale era presidente onorario.

Ha viaggiato e predicato in 72 paesi.

Osvald J. Smith fu vicino alla morte in tre dei suoi viaggi a causa delle sue cattive condizioni di salute, che lo hanno afflitto per tutta la vita. Perché tale energia e talento sono state donate senza riserve a Cristo? Smith ha risposto con un motto che è diventato famoso: “Perché qualcuno dovrebbe ascoltare il Vangelo due volte se qualcun altro non lo ha sentito una volta?”

Il 1 ° novembre 1972, la sua amata moglie Daisy è andato in cielo dopo 56 anni di matrimonio. Smith aveva predicato il suo primo sermone in una piccola chiesa metodista nel villaggio di Muskoka nel 1908. Quasi tre quarti di secolo e circa 12.000 sermoni più tardi, ha predicato il suo ultimo sermone nella Peoples Church nel dicembre del 1981 – all’età di 92 anni. Costretto a letto per gli ultimi mesi della sua vita, è morto all’età di 96 anni. Il suo funerale fu Giovedi, January 30, 1986, presso la Chiesa dei Popoli a Toronto. Ha caratterizzato il canto di George Beverly Shea e la predicazione di Billy Graham.

Uno dei suoi inni dice:

L’ho visto, l’ho conosciuto,  Egli infatti si degna di camminare con me,

      e la gloria della Sua presenza   sarà mia eternamente

      O la gloria della Sua presenza,   o la bellezza del suo volto,

      io sono il Suo e suo  per sempre, m ha conquistato con la sua grazia. 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Come incontrare Gesù

              Sermone di Roberto Bracco – Marco 2:1-12 “Come incontrare Gesù”.  1 Alcuni giorni dopo, egli entrò di nuovo in Capernaum e si venne a sapere che egli si trovava in casa; 2 e subito si radunò tanta gente da non trovare … Leggi Tutto

SOTTO IL SOLE

di BILLY SUNDAY  –   ″Che profitto ha l’uomo di tutta la fatica che sostiene sotto il sole?″  (Ecclesiaste 1:3)    –   È lo stesso re Salomone a formulare questa domanda e a darle una risposta. Nel modo d’esprimersi contemporaneo, significa più o meno: ″Che bene … Leggi Tutto

LA VITA E IL MINISTERO DI DWIGHT L. MOODY

LA VITA E IL MINISTERO DI DWIGHT LYMAN MOODY – 5 febbraio 1837 – 22 dicembre 1899 Moody disse: “sono l’uomo più sopravvalutato d’America”, ai giornalisti nel 1870 dopo aver tenuto con successo le sue riunioni di risveglio a Philadelphia e a New York. Egli … Leggi Tutto

PERCHÉ SONO PENTECOSTALE

di   Luis H. Hauff –  Recentemente mi è stato chiesto di parlare sulle credenze dottrinali delle Assemblee di Dio ad una classe dell’Università di Redlas. L’interesse generale verteva su ciò che distingue le Assemblee di Dio dalle altre denominazioni: il parlare in altre lingue. Dissi … Leggi Tutto

NON VI LASCERO' ORFANI

di Agostino Masdea  –  Giovanni 16:16-18  –  Introduzione: la Bibbia mostra la condizione dell’uomo che non conosce Dio: è come una pecora perduta, errante, senza pastore o qualcuno che si curi di lei. Notoriamente le pecore non hanno senso di orientamento. Non sanno ritrovare la … Leggi Tutto

Grandi inni: "What a Friend we have in Jesus"

QUALE AMICO IN CRISTO ABBIAMO –  di  Joseph Scriven (10 September 1819 – 10 August 1886) –  Joseph Scriven nacque nel 1819 a Dublino, Irlanda,  da genitori benestanti. Si laureò al Trinity College di Dublino.  Da giovane voleva seguire le orme del padre nella Royal … Leggi Tutto

Argomenti Biblici

CAMMINO' CON DIO

CAMMINO’ CON DIO

di DONALD GEE - La storia di Enoc, descritta per sommi capi in poche righe, ha sempre racchiuso un certo ...
Leggi Tutto
Ehi Dio! Ci sei?

Ehi Dio! Ci sei?

di Frank Foglio  -  Bellissima testimonianza di una famiglia italiana emigrata in America   -  Era 1925 la mia famiglia; la famiglia ...
Leggi Tutto
C'È POTENZA NELLA PAROLA DI DIO

C’È POTENZA NELLA PAROLA DI DIO

di BURKHARD VETSCH -  «Prendete oltre a tutto ciò lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i ...
Leggi Tutto
Sermone: La Chiesa il Tempio di Dio

Sermone: La Chiesa il Tempio di Dio

​     Sermone di Agostino Masdea  -  1 Corinti 3  - "La Chiesa, il tempio di Dio". Da cosa ...
Leggi Tutto
LA FATALE RISPOSTA DI DIO

LA FATALE RISPOSTA DI DIO

di M. R. DeHaan -   “Ed egli dette loro quel che chiedevano, ma mandò la consunzione nelle loro persone.” Salmo ...
Leggi Tutto
SE DIO NON OPERA CI STIAMO SFORZANDO INVANO

SE DIO NON OPERA CI STIAMO SFORZANDO INVANO

di  Stephen Witmer  -  Riuscire a capire la relazione tra la sovranità di Dio e la responsabilità umana è sempre ...
Leggi Tutto

Dai nostri Culti