AL CENTRO DELLA VOLONTA’ DI DIO.

Estratto da un predica di TOMMASO GRAZIOSO.  –   Avevo ricevuto una chiamata per andare a predicare a New York per la mia prima volta da predicatore Non stavo nei miei panni per la tanta gioia e per l’emozione. La mattina presto presi la macchina e mi avviai per andare a predicare. Stavo in macchina e ripetevo i passi biblici con entusiasmo quando, improvvisamente spuntò un uomo quasi nudo sulla strada. Feci come per evitarlo ed andare via ma lo Spirito Santo mi disse “Tommaso ferma la macchina e aiutalo”.

Ero combattuto, perché stavo andando ad adempiere al il mio ministerio. Fermai la macchina e l’uomo si gettò dietro all’autovettura. “Mi scusi” – mi disse – “Stanotte sono andato in un bar. Devo essermi ubriacato e alcuni delinquenti mi hanno derubato di tutto anche dei miei abiti e mi hanno lasciato in strada. Poi stamattinaGRAZIOSO cercavo aiuto ma non passava nessuno fino a quando non ho visto lei.”

“Capisco, capisco, ma io devo andare a New York…e mi dica come posso aiutarla?” – dissi all’uomo “Mi porti a casa, la supplico!”. Accettai di aiutarlo; così accompagnai l’uomo fino casa e quando arrivammo lui mi chiese di non fermarsi davanti casa perché si vergognava dei vicini ma che fermassi l’auto sul retro della casa. Poi vidi delle persone che mi guardavano dalla finestra: erano i familiari in pena per l’uomo, una donna uscì e mi invitò ad entrare. “Venga, venga dentro che le offro una tazza di caffè!”. “Signora” – le dissi “lo ho un impegno e devo andare a New York…va bene solo una tazza di caffè e scappo”. Così mentre la signora preparava il caffè mi raccontò che suo marito non era un ubriacone: avevano un figlio affetto da distrofia muscolare e ogni giorno che passava il ragazzo era sempre più debole. “Ieri sera stavamo a tavola e il ragazzo non voleva essere imboccato e insisteva di poter mangiare da solo ma non aveva neanche la forza di alzare una forchetta; e così mentre tentava di mangiare, è caduto con la faccia nel piatto a causa della di questa malattia” – mi raccontò quella donna. II padre addolorato, vedendo il figlio di otto anni in quello stato si alzò e uscì e loro non sapevano dove fosse andato. Forse in qualche osteria ad annegare i suoi pensieri nell’ alcool.  “Poi l’abbiamo rivisto tornare stamattina, con lei. Eravamo tanto in pensiero!”

In quel momento realizzai che, se pure non ero dietro un pulpito ero al centro della volontà di Dio e io dissi a quella famiglia: “lo non sono venuto in casa vostra per puro caso ma perché sono un servo del Dio Vivente e credo che il Signore mi ha mandato da voi con un messaggio di pace e di speranza”.

In quel momento sentì la voce del figlio che mi parlava dall’altra stanza dicendomi: “Signore, signore! Lei crede che Dio mi può guarire? E che Dio guarisca ancora oggi?”. “Figliolo si! Si, il Signore guarisce ancora.” E lui mi rispose: “lo sto cercando di dirlo a mamma e papà! C’è un evangelista qui, nella nostra città, che sta pregando per gli ammalati ed ho pregato che mi portassero da lui, perché so che il Signore mi guarisce, ma loro non credono!”.

lo sapevo che avevo il messaggio della liberazione del Signore Gesù così invitai quella famiglia ad arrendersi alla volontà di Dio e ho avuto la gioia di vedere dodici parenti scendere in ginocchio in cucina e dare il cuore a Gesù. Avevo dimenticato il mio pulpito, avevo dimenticato la mia carriera, avevo dimenticato la predicazione: io ero lì dove il Signore mi voleva: al centro della sua volontà. La nostra fede non deve funzionare solo la domenica mattina in chiesa ma soprattutto quando stiamo tra la gente, per le strade e nel lavoro, tutti i giorni dobbiamo prepararci per le buone opere che Dio a preparato per noi. A Dio sia la gloria, Amen!

fonte: http://storiedifedevissute.blogspot.it/

 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

POSSO ESSERE CRISTIANO SENZA ANDARE IN CHIESA?

La domanda risulta simpatica riguardo al cristianesimo, ma anche suscita riserve riguardo al frequentare o meno la chiesa. Voglio immediatamente chiarire che si può essere cristiani senza andare in Chiesa, perché la conversione è una esperienza che ha luogo fra il singolo individuo e il Signore Gesù Cristo. È interessante notare nel Nuovo Testamento la varietà di luoghi nei quali le persone presero le loro decisioni di seguire Cristo …
Leggi Tutto

Sermone Domenica 13 Gennaio 2013

Agostino Masdea: VITA SOPRANNATURALE (Giovanni 10:10) …
Leggi Tutto

GOLGOTA DIMENTICATO

di J. R. GSCHWEND – Missionario in AFRICA per più di 70 anni.  –  Milioni di uomini e donne di tutte le classi sociali e di tutte le nazioni, piangono e piangeranno ancora amaramente, perché si sono dimenticati del Golgota e del Figliuolo di Dio che offri per la loro salvezza, nei giorni della sua carne, preghiere, supplicazioni con alte grida e con lacrime (Ebrei 5.7). Migliaia di …
Leggi Tutto

Signore! Signore!

di Roberto Bracco   –   Questo grido si eleva insistentemente quasi a dimostrare che anche in questi giorni di generale indifferenza esiste un popolo che guarda verso Dio, che parla con Dio, che osserva la legge di Dio. Dalle chiese o dagli individui, dai paesi o dalle città s’innalza e si ripete: Signore, Signore! Non è vero, come affermano alcuni, che non c’è più religione; non è vero che Dio …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Io sono un padre per gli orfani e difendo la causa delle vedove.

Dio è padre degli orfani e difensore delle vedove nella sua santa dimora; (Salmo 68:5) È confortante sapere che Dio promette di essere un padre per l’orfano. In questa generazione di orfani nella quale viviamo, c’è un grande bisogno come non mai dell’amore di un padre. Con quasi il 50% delle famiglie, nei paesi occidentali, finite in divorzio, c’è un grido che oggi ripete quello dei discepoli di Gesù …
Leggi Tutto

PENTECOSTALI: SIAMO UN MOVIMENTO, NON UNA DENOMINAZIONE RELIGIOSA

di J.M. MacKnight  –  La Pentecoste era la seconda festa importante dell’anno ebraico, quando si presentavano a Dio le primizie della raccolta del grano (Levitico 23:13). Analogamente, la Pentecoste simbolizza per la Chiesa l’inizio della raccolta di anime nel mondo da parte di Dio. INIZIO DI UN MOVIMENTO Il termine «movimento» significa semplicemente «muovere» o «essere mossi». Rappresenta un insieme di persone con un obiettivo comune; il loro fine …
Leggi Tutto

POTENZA DALL’ALTO

Ed ecco, io mando su di voi la promessa del Padre mio; ma voi rimanete nella città di Gerusalemme, finché siate rivestiti di potenza dall’alto.    LUCA 24: 49 –  Ma voi riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e mi sarete testimoni in Gerusalemme e in tutta la Giudea, in Samaria e fino all’estremità della terra”.    ATTI 1: 8  –    Nel momento in cui siamo stati salvati abbiamo ricevuto …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti