Dossier: Siria, cosa ha causato la guerra civile?

VERONA – Alla vigilia di un potenziale intervento militare straniero in Siria, Porte Aperte, l’organizzazione internazionale evangelica a sostegno della Chiesa perseguitata, ascolta il punto di vista di un leader cristiano siriano sulle cause della devastante guerra civile. La testimonianza di Nadim Nassar si articola in una riassuntiva ricostruzione storica per giungere a una personale e interessante analisi dell’attuale situazione siriana. 

«Il conflitto in Siria è iniziato come una protesta contro la corruzione che ha rovinato ogni aspetto della vita delle persone e ha creato la mancanza di libertà. Così la gente ha chiesto riforme radicali rispetto al modo in cui la Siria è stata governata sino ad ora. La mancanza di risposta a queste richieste è stata seguita da una grave e prolungata azione militare contro chi ha protestato, e questa violenza ha spinto alcuni dell’opposizione a chiedere aiuto ai governi stranieri nella regione. Molti di questi governi sonoguerra-siria (1) pronti a distruggere l’antica alleanza tra la Siria e l’Iran, e la caduta del regime di Assad sarebbe per loro di grande aiuto, per questo motivo hanno offerto aiuti militari e finanziari all’opposizione, ma solo a condizione che la “nuova Siria” tagli i legami con l’Iran e con Hezbollah nel sud del Libano».

«Sono anche stati chiamati – spiega ancora – alcuni leader religiosi estremisti di altri Paesi per una rivolta sunnita contro le minoranze, soprattutto quella alawita. Purtroppo anche i cristiani fanno parte di quella lista di minoranze, perché erroneamente si pensa che siano protetti dagli alawiti. Mentre il conflitto continua, questa nuova ondata di settarismo è in aumento perché sta legittimando l’uso della violenza contro chiunque, anche verso chi non fa parte del regime di Assad. Gli atti di guerra del regime contro il suo stesso popolo stanno avendo un solo risultato, quello di incoraggiare ulteriormente il risentimento nei confronti del regime e degli alawiti e di fomentare un’ingiustizia diffusa contro le minoranze».

«Quello che sta accadendo in Siria adesso – dichiara Nadim Nassar a Porte Aperte – non è dunque solo il risultato di una minoranza che domina la maggioranza della popolazione. I cambiamenti che il popolo sta chiedendo hanno ora poco a che vedere con il fatto che Assad provenga da una minoranza. Il cambiamento che i siriani desiderano con tutto il cuore, invece, è il passaggio dall’oppressione alla libertà, dalla corruzione al rispetto della legge, dalla dittatura alla democrazia. Questi cambiamenti sarebbero di beneficio per tutti i siriani, cristiani compresi». guerra-siria

Fonte: Porte Aperte

Per approfondimenti: 
http://www.porteaperteitalia.org/persecuzione/notizie/2013/2630764/2671685/
http://www.porteaperteitalia.org/persecuzione/country_profile/siria/ – 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

666-2

di HENK SCHOUTEN  –   Molti cristiani si raffigurano l’Anticristo come il «superuomo» degli ultimi tempi ma la Bibbia lo mostra anche sotto un altro aspetto, raramente percepito dai cristiani.   –   Ci sarebbe molto da dire sull’Anticristo. Non appena si nomina questa parola, tutti vogliono sentire. Soprattutto le speculazioni su tale figura sono molto diffuse. Il numero 666 e altre caratteristiche e proprietà di questo personaggio colpiscono, soprattutto …
Leggi Tutto

FAVORITI NELL'AMATO SUO FIGLIO.

Efesini 1:6  –   i.  –  A volte ci capita di avere l’imbarazzo della scelta. E’ come se trovandoci davanti  ad uno scrigno pieno di perle o pietre preziose dovessimo sceglierne una tra le tante….!  La lettera agli Efesini è come quello scrigno: solo in questi primi sei versi dobbiamo fare uno sforzo per scegliere una delle tante perle che contiene;  scegliamo il verso sei, e in particolare le parole: favoriti …
Leggi Tutto

Promessa per oggi: Io rivelo i miei segreti a coloro che mi temono.

Il segreto del SIGNORE è rivelato a quelli che lo temono, egli fa loro conoscere il suo patto. (Salmo 25:14) L’autore di questo salmo è il re Davide. La promessa di oggi parla di come Dio condivide i suoi segreti con coloro che lo temono. È importante sapere che la parola “timore” non significa che dobbiamo avere paura di Dio, ma riverenza e rispetto profondo per la Sua …
Leggi Tutto

...MA DAVIDE SI FORTIFICO' NELL'ETERNO.

1 Samuele 30: 6  –  È una cosa che si comprende all’istante, fortificarsi o farsi coraggio, è un’arte delle più importanti e maggiormente utili. Ma, perché?Perché un uomo scoraggiato è un essere indebolito e vinto. Egli è anche, ed è bene dirlo, un uomo pressocché inutile. Quanta gente è fallita nella vita, non per­ché mancava di capacità, ma perché non ha avuto coraggio sufficiente. Questa, per esempio, è …
Leggi Tutto

IL FUTURO DI ISRAELE

Sebbene questo articolo sia stato pubblicato 12 anni fa dalla rivista “Ethos”, alla luce degli ultimi avvenimenti in Israele, il soggetto trattato è attuale più che mai .   di Siegfried Schlieter  –  Tentativo di analisi di testi profetici e affermazioni politiche del presente.  Gli avvenimenti in e intorno ad Israele suscitano la domanda: Israele, così come lo conosciamo e lo vediamo agire oggi, è identificabile con l’Israele descritto …
Leggi Tutto

coro

Istruzioni su come cantare  in chiesa – dal grande predicatore del XVIII secolo John Wesley Perché questa parte del culto di adorazione sia più gradita a Dio, così come più utile ed efficace per te stesso e per gli altri, fai attenzione ad osservare le seguenti indicazioni: 1. CANTA INSIEME A TUTTI Unisciti alla congregazione più spesso che puoi. Non permettere che una leggera difficoltà o un po’ di stanchezza …
Leggi Tutto

Da una vita di sesso, droga, suicidio, ad attivista in favore della vita: Come Dio mi ha riscosso dalle tenebre

Febbraio 10, 2014  –   LA STORIA DI MEAGAN WEBER  –  Tra la prima e la seconda gravidanza qualcosa è successo nella vita di Meagan Weber.  “Credevo  nel mantra “il corpo è mio e lo gestisco io”; facevo uso di droghe e vivevo «completamente immersa nella promiscuità», ma poi qualcosa accadde nel mio cuore”.   Meagan Weber oggi è impegnata nella lotta contro l’aborto negli Stati Uniti e …
Leggi Tutto

Noi sappiamo...Se sapete queste cose, siete beati se le fate... (Giovanni 13:17)

Noi siamo fra coloro che vogliono essere ignoranti. Chiudiamo gli occhi per non vedere e serriamo le orecchie per non udire. Non è vero che non conosciamo, non è vero che siamo privi di rivelazione. La volontà di Dio ci è stata rivelata e noi sappiamo quello che dobbiamo fare, ma cerchiamo di dimenticare quello che sappiamo e di ignorare quello che conosciamo. La povertà spirituale che ci …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti