Essere pastore in NIGERIA – dossier

Un dossier che ci spiega la difficolt? di essere pastore in Nigeria del nord.? ? ?- ? ?Da quando i Boko Haram hanno iniziato la loro campagna terroristica nel 2009, migliaia di cristiani degli stati del nord della Nigeria sono stati uccisi, un numero elevatissimo di chiese e di case di credenti sono state distrutte. Questi attacchi hanno ferito la societ? a vari livelli. Le chiese non possono pi? operare com?erano solite fare, molte famiglie hanno perso dei cari e moltissime vite sono state irrimediabilmente segnate durante questi 4 anni di violenze. Nel mezzo di questo caos ci sono coloro che sono stati chiamati a prendersi cura del gregge: i pastori. Loro e le loro famiglie sono tra i pi? colpiti.

Colpire i pastori ? sempre stata una specifica strategia di questi terroristi, poich? sanno che ai pastori spetta il difficile compito di guidare le congregazioni attraverso il dolore della persecuzione, aiutando i membri di chiesa a trovare un senso alla sofferenza, il conforto nella perdita e le giuste reazioni (leggasi perdono) di fronte alla violenza. Ma tutto ci? lo fanno spesso dovendo affrontare in primis le proprie perdite e le proprie sofferenze.

Yobe, uno degli stati scenario dell?avanzata non solo dei Boko Haram ma anche dell?islam sociale pi? radicale, ha visto prendere forma un impressionante?esodo di cristiani verso zone pi? sicure, con tutte le difficolt? e gli enormi problemi tipici di queste vaste migrazioni?interne (pessime condizioni igieniche ed economiche, perdita di beni di propriet?, scarse prospettive per il futuro, ecc.).

?Per fare un esempio delle sfide che affrontano i pastori, una chiesa che la nostra missione conosce molto bene era solita avere una media di circa 600 membri, mentre oggi sono appena 50. Molte chiese pi? piccole di fronte agli ostacoli sociali, alla migrazione e alle minacce sono state costrette a chiudere: stimiamo che circa il 30% dei pastori di queste piccole congregazioni si sia spostato in un?altra zona, mentre il rimanente ha trasformato le congregazioni in cellule che si riuniscono in casa o all?aperto in zone sicure.

Molti pastori dunque rimangono nonostante gli immani sacrifici richiesti, magari mandando i figli in un altro stato pi? sicuro; purtroppo, per?, le loro entrate sono sempre pi? esigue e ci? aggiunge la preoccupazione di non riuscire a mantenere se stessi e la propria famiglia lontana. A tal proposito Porte Aperte si ? attivata portando viveri, vestiti e beni di prima necessit? (visto che molti, oltre all?edificio e agli arredi della chiesa, hanno perso casa, vestiti, denaro, tutto), ma anche provvedendo a pagare le rette scolastiche dei figli e rimpiazzando il materiale di studio biblico perduto. L?idea ? sempre quella di non lasciarli soli, anche e soprattutto perch? hanno preso?la difficile decisione di rimanere ad essere luce e sale?per quella parte della Nigeria devastata dal fondamentalismo islamico.

Questo aiuto materiale ? vitale per i pastori di Yobe e delle altre zone in cui siamo impegnati, ma ci? che continuano a chiederci di pi? sono?le preghiere e la presenza, cio? dimostrare loro che siamo fisicamente al loro fianco, che possono chiamarci e noi rispondiamo, che possono sperare in una visita anche solo per dare loro conforto e incoraggiamento. Poterli guardare negli occhi e rassicurarli del fatto che moltissimi fratelli anche dall?Italia pregano per loro non ha davvero prezzo. La Chiesa in Nigeria ? sotto attacco, spetta anche a noi difenderla.

 

FONTE: dal sito PORTE APERTE ITALIA

 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

coming-in-the-clouds

Dopo la prima venuta di Cristo come messia sofferente, attendiamo la seconda venuta di Cristo come messia glorioso e potente. Questo straordinario evento s’approssima sempre di più. Prepariamoci! Più sorprendente delle scene della Pentecoste — Più potente della caduta di Gerusalemme — Più significante dello Spirito che risiede in noi — Più meraviglioso della conversione di un peccatore — Più desiderato della nostra partenza per il Cielo — …
Leggi Tutto

NON ERANO CHE DEI RAGAZZI

Uno studente dell’Università Yale (Usa), un giorno, intraprese una strenua difesa a favore dell’opera delle missioni al punto che fu espulso dalla sua scuola. Questo giovane si chiamava David Brainerd, grande missionario  e  pioniere  tra  i  Pellirossa.  Il suo diario, pubblicato dopo la sua morte, andò nelle mani di un calzolaio inglese: William Carey, che divenne una “colonna di fuoco”. Dio si usò di lui in India dove …
Leggi Tutto

COME SUPERARE L’AUTOCOMMISERAZIONE

di  TIM LAHAYE  –  La pietà verso se stessi non è solo un peccato, è anche una cattiva abitudine. Più uno si lascia trasportare da essa e più sprofonda in un certo modo di pensare nel quale cercherà rifugio ogni volta che gli accadrà qualcosa di sgradevole. Nella maggior parte le nostre reazioni sono dettate dall’abitudine e sono messe in moto dai nostri istinti e dalle circostanze esterne …
Leggi Tutto

I CONDUTTORI

di Roberto Bracco   –   Il Pastore deve essere l’esempio del gregge, ma ciò non esclude che egli possa fallire intorno a molte cose! Se riconosciamo quali Conduttori soltanto coloro che sono “irreprensibili” in senso assoluto della parola, cioè perfetti, dobbiamo attendere pazientemente la venuta del nostro Sommo Pastore. Giacomo, primo Vescovo della chiesa di Gerusalemme, scriveva: “…tutti falliamo intorno a molte cose!”. Egli non si escludeva dalla inesorabile …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: I MIEI ANGELI SONO ACCAMPATI INTORNO A COLORO CHE MI TEMONO.

Ci sono molti riferimenti nella Bibbia che parlano di angeli e del loro rapporto con il popolo di Dio. Nel Salmo 91:11 leggiamo che Dio comanda ai suoi angeli di prendersi cura di noi. In Ebrei 1:14 angeli sono chiamati “spiriti servitori” per ministrare coloro che sono “eredi della salvezza”. Nella promessa di oggi dal Salmo 34: 7, leggiamo che “l’Angelo del Signore si accampa intorno a coloro che lo temono …
Leggi Tutto

INSEGNATI AD AMARCI

Quanto all’amore fraterno non avete bisogno che io ve ne scriva, giacché voi stessi avete imparato da Dio ad amarvi gli uni gli altri. (1°Tessalonicesi 4:9)    –   Amati fratelli, pace, vera pace! Vi supplico di ascoltare le parole che escono dal cuore di un vecchio fratello, conservo con voi nel ministero cristiano. Parole che esprimono un’esortazione: – “Apriamoci totalmente all’opera dello Spirito Santo che vuole spandere generosamente l’amore …
Leggi Tutto

Chuck Norris, Walker Texas Ranger: È molto importante fare pace con Dio

Chuck Norris, ex campione di arte marziale ed attore di fama mondiale, ha girato più di 20 film e diverse serie televisive.  Chuck afferma che i veri uomini vivono per Cristo.  Nel suo ruolo di uomo di ferro nella nota serie televisiva “Walker Texas Ranger”, egli rappresenta colui che è pronto ad aiutare gli altri, ma nella sua vita privata sa di avere bisogno dell’aiuto che viene dall’alto.  In un’intervista alla …
Leggi Tutto

Essere ripieni  di Spirito Santo

di  Zac Poonen  –   Ho visto un cartone animato, una volta che mostrava i discepoli nell’alto solaio che aspettavano di essere pieni di Spirito Santo (Atti 1:12-14). (Oggi sappiamo che hanno aspettato dieci giorni, ma in quel momento, nessuno di loro sapeva per quanto tempo avrebbero dovuto attendere.) Al nono giorno, uno di loro uscì e se ne andò a casa dicendo che era stanco di aspettare …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti