LE SUBDOLE VIOLENZE DELLE VOLGARITA’ TELEVISIVA

Si fa un gran parlare della violenza in televisione e degli effetti che essa ha sui bambini. La condanna di specifici messaggi di violenza esplicita non deve però farci dimenticare che i media producono ben altre forme di violenza, meno appariscenti ma più subdole. Una di queste è la progressiva omologazione dei messaggi e degli spettatori. Giorno dopo giorno i personaggi e gli argomenti che la tv propone esercitano un’influenza non tanto sui comportamenti immediati delle persone, quanto sulla loro visione del mondo.

E’ ormai noto che chi appare in televisione, qualsiasi siano gli aspetti negativi che lo caratterizzano, si propone come un modello o comunque viene “normalizzato”, a meno che la sua partecipazione non sia presentata in modo esplicitamente critico: se invece il tono è salottiero e scherzoso, il risultato può essere disastroso. E cosi, con la scusa della “necessità dell’informazione”, può essere “lanciato” il capo di una setta satanica che, per il solo fatto di trovarsi a dialogare “civilmente” e spiritosamente su un palco di teatro, diventa non soltanto accettabile. ma quasi dotato di un carisma. E cosi vengono presentati prostituti maschi dall’occhio ammiccante e dall’aspetto di bon garcon – quasi una proposta di lavoro per giovani disoccupati -, maghi, fattucchiere e tutto un ampio ventaglio di categorie del degrado, tra cui ovviamente non manca mai una pornostar, naturalmente esperta in temi di sociologia e psicologia del sesso. La legalizzazione di questi personaggi è evidente quando la stessa pornostar diventa un’esperta di etica e rilascia interviste sul fatto che le è difficile proteggere l’educazione morale del figlio dodicenne quando dal teleschermo vengono inviati messaggi violenti. L’ipocrisia dei media è sempre più evidente nel momento in cui si ritiene che sia sufficiente eliminare soltanto dei servizi “violenti”, e non un intero sottofondo di voci ammiccanti, di spettacoli che propongono essenzialmente volgarità, perversioni, nudità, interminabili sfilate di moda, falsi sondaggi… Ci si difende affermando che questa è la realtà e si paventa ogni forma di censura che ci possa privare del cosiddetto diritto all’informazione. Ma questa non è assolutamente informazione, è una forma ipocrita e corriva di legalizzazione degli aspetti più negativi e stupidi della realtà.

 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

C'È POTENZA NELLA PAROLA DI DIO

di BURKHARD VETSCH –  «Prendete oltre a tutto ciò lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infocati del maligno. Prendete anche l’elmo della salvezza e la spada dello Spirito, che è la parola di Dio» (Ef. 6,16-17). «Oh, no, mi si incita alla lotta! Ma io non ho un’indole da combattente, voglio armonia e pace! Preferirei una maschera che mi rendesse invisibile al …
Leggi Tutto

Dio Opera Attraverso Le Chiese.

 di  VANCE HAVNER Gesù Cristo affidò a comunità locali il compito li continuare la Sua opera. Nell’ultimo capitolo delle età della Chiesa, Egli sta ancora parlando a definite comunità in vari luoghi. Sarebbe un grande giorno per le nostre chiese se esse fossero persuase ad interrompere ciò che stanno facendo per ascoltare l’ultimo messaggio del Signore per esse. Ripetutamente Egli fece questa esortazione: “Chi ha orecchio ascolti ciò che …
Leggi Tutto

Dove sei?

di D. L. Moody    –    La primissima cosa che accadde quando fu giunta in cielo la notizia della caduta dell’uomo, fu che Dio discese alla ricerca del perduto. Mentre Egli cammina attraverso il giardino nella brezza del giorno lo sentiamo chiamare: “Adamo! Adamo! Dove sei?”. Era la voce della grazia, della misericordia, e dell’amore. Dal momento che era Adamo il trasgressore, avrebbe dovuto essere lui a cercare …
Leggi Tutto

CORRIE TEN BOOM E IL RAPIMENTO

“Il mondo è insanabilmente malato e sul punto di morire. Il Medico per eccellenza ha già firmato il certificato di morte, ma ancora c’è molto da fare per i cristiani. Il loro compito è di essere fiumi d’acqua viva, canali di benedizione per coloro che sono ancora nel mondo e possono esserlo, perché sono dei Vincitori. I cristiani sono ambasciatori per Cristo, dei rappresentanti dei cieli per questa generazione …
Leggi Tutto

Cristo nostra Roccia

di  Theodore Epp –  Leggere Numeri 20:1-13, 22-29  –   La roccia menzionata in Esodo 17 profetizza di Cristo, che molti anni dopo sarebbe andato a morire sulla croce. La roccia di Numeri 20, invece, profetizza l’ascesa di Cristo, il quale, adesso intercede per noi credenti presso il Padre.  La significante differenza tra le due rocce, quella in Esodo 17 e Numeri 20, è anche specificata da due diverse …
Leggi Tutto

DAI NOSTRI CULTI: "UN DIADEMA AL POSTO DELLA CENERE".

Pastore Agostino Masdea  –  Predicazione di Domenica 6 Aprile 2014  –  (ISAIA 61:1-3)                                    Gesù Cristo è pronto a sostituire la tua cenere con un diadema, il tuo cordoglio e il tuo il lutto, con “olio di letizia”, le tenebre della tua vita con la luce meravigliosa della sua presenza, la condizione di …
Leggi Tutto

Siamo Troppo Attaccati alle cose Terrene

di David Wilkerson. Hai notato che si parla davvero poco oggi del cielo o del lasciarci dietro questo mondo? Piuttosto, siamo bombardati di messaggi su come usare la nostra fede per acquisire più cose possibili. “Il prossimo risveglio”, disse un noto dottore, “sarà un risveglio finanziario. Dio riverserà benedizioni finanziarie su tutti i credenti” …
Leggi Tutto

AL CENTRO DELLA VOLONTA' DI DIO.

Estratto da un predica di TOMMASO GRAZIOSO.  –   Avevo ricevuto una chiamata per andare a predicare a New York per la mia prima volta da predicatore Non stavo nei miei panni per la tanta gioia e per l’emozione. La mattina presto presi la macchina e mi avviai per andare a predicare. Stavo in macchina e ripetevo i passi biblici con entusiasmo quando, improvvisamente spuntò un uomo quasi …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti