Nel 2012 uccisi 105 mila cristiani nel mondo.

“Tra di essi anche martiri consapevoli”.  Il sociologo delle religioni Massimo Introvigne in un’intervista alla Radio Vaticana ha dichiarato: “Aree a rischio i Paesi con forte presenza del fondamentalismo islamico, regimi totalitari comunisti e Paesi dove l’identità nazionale si identifica con una religione ed essere cristiani equivale a tradimento”.  

In particolare in alcune nazioni come la Nigeria, la violenza contro i cristiani è in continuo aumento. Nel giorno di Natale altri sei martiri, crivellati a colpi di arma da fuoco in una chiesa nel nord della Nigeria, si vanno ad aggiornare ad un bilancio di sangue impressionante: nel 2012 sono 105 mila i cristiani uccisi nel mondo.

Un bollettino che merita di essere spiegato, per andare oltre il freddo dei numeri.  Massimo Introvigne, sulla base dei dati diffusi dal Centro “David Barret”, negli Stati Uniti, spiega che ormai in molte nazioni frequentare una chiesa è diventato pericoloso”. Egli aggiunge: “Tra le vittime anche martiri consapevoli”. “Nel 2012, sono stati uccisi per la loro fede 105 mila cristiani: questo significa un morto ogni 5 minuti. Le proporzioni, dunque, sono spaventose” continua Introvigne, che poi rileva: “Non sono tutti martiri nel senso teologico del termine, tuttavia all’interno di questo numero ce ne è uno, più piccolo certamente, che comprende persone che molto consapevolmente offrono la loro vita (per la loro fede) e spesso pregano anche per i loro persecutori e a questi offrono il perdono”.

Dove è pericoloso essere cristiani. “Le aree di rischio – spiega il sociologo delle religioni e fondatore del Cesnur – sono molte, se ne possono identificare sostanzialmente tre principali. I Paesi dove è forte la presenza del fondamentalismo islamico, come la Nigeria, la Somalia, il Mali, il Pakistan e certe regioni dell’Egitto. I Paesi dove esistono ancora regimi totalitari di stampo comunista, in testa a tutti la Corea del Nord. E i Paesi dove ci sono nazionalismi etnici, che identificano l’identità nazionale con una particolare religione, così che i cristiani sarebbero traditori della Nazione, penso alle violenze nello stato dell’Orissa, in India”.

“Da una parte – osserva ancora Introvigne – c’è la persecuzione cruenta, i morti ammazzati e le torture, che derivano da alcune specifiche ideologie: l’ideologia del fondamentalismo islamico radicale, le versioni più aggressive degli etno-nazionalismi e, naturalmente, quanto ancora sopravvive della vecchia ideologia comunista”.

 

Fonte: “La repubblica” 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

COS'E' UN VERO RISVEGLIO?

di Reuben A. Torrey (1855 – 1928) noto evangelista, insegnante e scrittore.  –   Qual è un vero risveglio e quali sono le sue conseguenze? Un vero risveglio è un tempo in cui la vita si rinnova e in cui questo rinnovamento si espande. Questo è il significato della parola “risveglio” secondo la sua origine come pure secondo l’uso che ne viene fatto nel nostro tempo. Anche la parola …
Leggi Tutto

Calvario

di John Charles Ryle  –  Probabilmente saprete che il Calvario era un posto poco fuori Gerusalemme, dove il Signore Gesù Cristo, il Figlio di Dio, fu crocifisso. Sul Calvario non sappiamo altro che questo. Ho intitolato questo sermone “Calvario” perché voglio parlarvi delle sofferenze e della crocifissione di Cristo. Temo infatti che ci sia molta ignoranza, nel seno del popolo di Dio, sul soggetto delle sofferenze di Gesù …
Leggi Tutto

GRANDI INNI: HOW GREAT THOU ART  -  (Grande sei Tu)

In origine questo famoso inno era una poesia. Composta da un predicatore svedese di nome  Carl Boberg, aveva per titolo  “O Store Gud  (O grande Dio)” e fu  pubblicata nel 1886.  Quando  Carl Boberg scrisse questa poesia mai avrebbe pensato che sarebbe diventato un inno.  Alcuni anni dopo, Boberg partecipando  a una riunione rimase sorpreso nel  sentire la sua poesia cantata sulle note di una vecchia melodia svedese …
Leggi Tutto

IL FUTURO DI ISRAELE

Sebbene questo articolo sia stato pubblicato 12 anni fa dalla rivista “Ethos”, alla luce degli ultimi avvenimenti in Israele, il soggetto trattato è attuale più che mai .   di Siegfried Schlieter  –  Tentativo di analisi di testi profetici e affermazioni politiche del presente.  Gli avvenimenti in e intorno ad Israele suscitano la domanda: Israele, così come lo conosciamo e lo vediamo agire oggi, è identificabile con l’Israele descritto …
Leggi Tutto

La sostituzione che cambiò il mondo

di ZAC POONEN    –  «Colui che non ha conosciuto peccato, egli lo ha fatto diventare peccato per noi, affinché noi diventassimo giustizia di Dio in lui.» 2° Corinzi 5:21   –  L a Bibbia rivela che, quando Gesù morì sulla croce per noi, Egli ci sostituì occupando il nostro posto. Cristo è diventato peccato per noi, affinché noi diventassimo giustizia per Dio. Questo scambio si chiama giustificazione, …
Leggi Tutto

COME SPEZZARE LA NOSTRA RIBELLIONE:

La risposta di CRISTO all’autorità secolare.  –  di Don Basham –  Ogni autorità viene da Dio, e Dio ci chiede di sottometterci. L’autorità viene espressa con delle limitazioni della nostra volontà: –          “Potrai mangiare da tutti gli alberi, fuorché da quello della conoscenza del bene e del male.” –          E quell’albero non era relegato in un angolo, ma si trovava in mezzo al giardino dell’Eden, per ricordare di continuo quella …
Leggi Tutto

RAVVEDETEVI

di G. Robert Ashcroft  –   Questo fu il grido dei profeti e degli apostoli, questo deve essere il grido degli odierni predicatori.  –   «Ricordati, dunque, donde sei caduto, e ravvediti, e fa’ le opere di prima; se no, verrò a te, e rimuoverò il tuo candelabro dal suo posto, se tu non ti ravvedi. (Apoc. 2:5).  Giovanni Battista venne a predicare il suo messaggio e si mantenne …
Leggi Tutto

LA STRADA DELLA MATURITÀ

di J. Oswald Sanders  –   Alcuni pensano che lo scopo della chiesa e del nostro impegno di credenti sia l’evangelizzazione, ma io non vedo questo nella Scrittura. Io credo che lo scopo del nostro ministero sia di portare le persone alla maturità in Cristo. Consideriamo Colossesi 1:28, dove Paolo dice: “Noi proclamiamo questo mistero…” in vista di che cosa? “…affinché presentiamo ogni uomo perfetto in Cristo”. “Perfetto” qui …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti