Pastore Iraniano scrive ai genitori di Sandy Hook dalla prigione.

di Michael Ireland     –   “Immaginando quanto sia forte il vostro dolore, ho dimenticato le mie sofferenze.” 

TEHERAN, IRAN (ANS) – Il pastore iraniano Farshid Fathi, prigioniero e sofferente per la sua fede nel famigerato carcere di Evin di Teheran, ha scritto una lettera ai genitori di Sandy Hook che hanno perso i loro figli.

Come riportato da Elam Ministertris, appreso della strage nella sparatoria nella scuola elementare di Sandy Hook, il pastore Farshid, mettendo da parte il suo dolore per essere separato dai suoi figli, Rosanna (9) e Bardia (3) ha scritto ai genitori dei bambini uccisi.

Farshid è un pastore iraniano che sta scontando un periodo di sei anni di carcere. E’ stato arrestato nel dicembre 2010 per il suo lavoro come ministro cristiano, ma le autorità hanno deliberatamente trasformato l’accusa a reato politico. La lettera esprime il suo dolore e parla della speranza del cielo.

Farshid ha scritto: “Per i padri e le madri che hanno perso i loro figli preziosi nella tragedia del Connecticut,

“Io non saprei quale parola al mondo potrebbe confortarvi, quale conforto potrebbe essere utile per il vostro cuore spezzato, e cosa potrebbe far cessare le lacrime che cadono sulle vostre guance. Voglio solo dire: mi dispiace così tanto e voi siete nelle mie preghiere.

“Sono sicuro che queste alte mura non possono fermare le mie preghiere per voi. Prima che accadesse questa tragedia, stavo riflettevo sulla mia sofferenza a causa del mio Signore Gesù Cristo, specialmente quella di dover stare lontano dai miei cari bambini. Ma quando provo ad immaginare quanto sia grande il vostro dolore, dimentico le mie sofferenze. Perché so che per la Sua grazia, Dio mi  farà rivedere i miei figli al più tardi nel 2017, quando uscirò dal carcere. Ma purtroppo voi dovrete aspettare un po’ di più. Quindi vorrei esprimere il mio profondo dolore per questa vostra perdita.

“Credo che avremo molto tempo in cielo con i nostri cari figli, per sempre. Non ci sono pistole lì, non ci sono carceri, e non esiste il dolore.”

Farshid firma la sua lettera: “Nella speranza di quel giorno glorioso… Vostro fratello in Cristo dal carcere in Iran. “

 

 

Fonte: http://www.assistnews.net/Stories/2012/s12120092.htm

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

UN SEGRETO SULLA GRAZIA

di Max Lucado  –  Ecco un segreto sulla GRAZIA:  dieci piccole parole che spiegano tutto quello che c’è da sapere: “Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi?” (Romani 8:28). Da un lato questo concetto può sembrare cosi semplice, in realtà, queste parole contengono un significato veramente profondo. Esaminiamo attentamente le quattro parole di questo versetto. Leggete lentamente la frase: “Dio è per noi”. Fate una …
Leggi Tutto

UNA PROMESSA PER OGGI: Se perseveri nel fare la mia volontà, riceverai ciò che ti ho promesso.

Avete infatti bisogno di perseveranza affinché, fatta la volontà di Dio, otteniate ciò che vi è stato promesso. Ebrei 10:36  –  La versione della Bibbia King James dice che abbiamo “bisogno di pazienza”, la Bibbia NLT dice che abbiamo bisogno di “paziente perseveranza”. La Bibbia NIV dice che “dobbiamo perseverare”. In Ebrei 12: 1-2, siamo chiamati a correre la gara che ci viene proposta. Alla luce dell’eternità, potrebbe …
Leggi Tutto

Io opero con giustizia e difendo chi è oppresso

L’Eterno opera con giustizia e difende la causa degli oppressi. (Salmo 103:6) Non è bello sapere che Dio opera con giustizia per difendere coloro che sono oppressi? Sono stupito dal numero di passi biblici che parlano del cuore di Dio per i deboli di questo mondo, poveri, maltrattati, bambini, vedove, orfani, ecc. Egli è sempre stato il protettore di coloro che hanno difficoltà proteggere sé stessi. Egli è un …
Leggi Tutto

LA PACE E’ POSSIBILE!

di J. F. Walvoord   –  Desideriamo la pace nel mondo.  Ai nostri giorni sono pochi i quesiti che ci inducono a meditare, certamente non tanto quanto la domanda: E’ possibile la pace? Questa domanda preoccupa non solo i cristiani ma anche gli aderenti ad altre religioni nel mondo ed ad altri tipi di fede, nonché coloro che si occupano di politica. Essa non si limita solo alla …
Leggi Tutto

Roberto Bracco: Vorremmo vedere Gesù

Sermone di Roberto Bracco –  “Or tra quelli che erano saliti ad adorare a durante la festa c’ erano alcuni Greci. Costoro dunque, accostatisi a Filippo, che era di Betsaida di Galilea, lo pregarono dicendo: “Signore, vorremmo vedere Gesù”. Filippo andò a dirlo ad Andrea; a loro volta, Andrea e Filippo lo dissero a Gesù. Ma Gesù rispose loro, dicendo: “L’ ora è venuta, in cui il Figlio dell’ uomo deve …
Leggi Tutto

PECCATORI NELLE MANI DI UN DIO ADIRATO

di Jonathan Edwards . –  Jonathan Edwards nacque nel 1703 e morì nel 1758. Questo sermone fu predicato nel pomeriggio dell’ 8 luglio 1741 ad Enfield, nel Connecticut. I fuochi del risveglio erano iniziati in tutta l’area della nuova Inghilterra mediante il ministero di George Whitefield, ma Enfield, la comunità più malvagia di tutte, non era stata raggiunta. Un servizio speciale era stato convocato da un gruppo di ministri …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Potete riposare sulla Mia promessa di vita eterna.

“…nella speranza della vita eterna, promessa prima di tutte le età da Dio, che non può mentire.” Tito 1:2  –  Paolo scrisse questo messaggio a Tito duemila anni fa e dopo duemila anni è ancora rilevante quanto lo era quando fu scritto … Possiamo sperare nella promessa della vita eterna che Dio ci ha assicurato prima che il mondo avesse inizio, perché Dio non può mentire. Questa verità …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti