Cinque cristiani iraniani convertiti: Fissata la data del processo.

Giovedi, 11 Ottore 2012  –  IRAN (ANS) – Dopo una lunga attesa, molta incertezza e dopo che le autorità giudiziarie avevano respinto il loro ricorso di rilascio su cauzione, cinque cristiani convertiti a Shiraz hanno ricevuto ufficialmente la comunicazione della data del loro  processo.

Come riportato da Mohabat Notizie News Agency  questi cristiani hanno trascorso otto mesi in carcere dopo il loro arresto, senza sapere quale sarebbe stato il loro destino.  Mohabat News riferisce che secondo la comunicazione ricevuta, il processo si terrà il 15 ottobre alle ore 10 nel Tribunale rivoluzionario di Shiraz.

I nomi dei cristiani sono Mojtaba Hosseini, Mohammad-Reza Partoei (Kourosh), Vahid Hakkani, Homayoun Shokouhi e sua moglie Fariba Nazemian.

Il rapporto ricevuto da Mohabat News dice che questi convertiti cristiani sono accusati di “creazione di gruppi illegali“, “partecipazione a riunioni di culto in casa“, “propagazione contro il regime islamico,” e “diffamazione immagini sacre islamiche tramite evangelizzatrice cristiana”.

Dal loro arresto, Mohabat News dice, tutti e cinque i prigionieri cristiani sono detenuti separatamente nella prigione Adel-Abad in Shiraz, nella quale sono incarcerati assassini e trafficanti di droga. 

Mohabat News aggiunge che Homayoun Shokouhi e sua moglie Fariba Nazemian, hanno due figli, un ragazzo di 17 anni, una ragazza di 12.  

Mohabat News riferisce inoltre che i diritti di questi prigionieri cristiani sono stati violati durante il loro trasferimento alla corte. Ogni volta che sono stati trasferiti avevano mani e piedi incatenati. Ciò è avvenuto, Mohabat News ha detto, nonostante il regolamento delle prigioni iraniane preveda che i prigionieri per motivo di coscienza non devono essere ammanettati o incatenati.

Mohabat News cita una relazione dell’ America’s Fox News, la quale afferma che in un paese come l’Iran, dove i cristiani subiscono una continua pressione, l’unico modo per ottenere la liberazione dei prigionieri cristiani è quello di continuare la pressione internazionale sul regime iraniano.

Secondo Mohabat News, il governo islamico dell’Iran, negli ultimi anni ha stretto il giro di vite sui cristiani iraniani convertiti. Ha chiuso chiese, e usa tutti i mezzi a sua disposizione per limitare e reprimere la libertà religiosa.

 

Fonte: http://www.assistnews.net/

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

IL BATTESIMO DELLO SPIRITO SANTO normale esperienza cristiana.

di LEWI PETHRUS   –    «Or gli apostoli ch’erano a Gerusalemme, avendo inteso che la Samaria aveva ricevuto la Parola di Dio, vi mandarono Pietro e Giovanni. I quali, essendo discesi là, pregarono per loro affinché ricevessero lo Spirito Santo; poiché non era ancora disceso sopra alcuno di loro, ma erano stati soltanto battezzati nel nome del Signor Gesù. Allora imposero loro le mani, ed essi ricevettero lo …
Leggi Tutto

Ehi Dio! Ci sei?

di Frank Foglio  –  Bellissima testimonianza di una famiglia italiana emigrata in America   –  Era 1925 la mia famiglia; la famiglia Foglio, italiani emigrati in America del nord in Pennsylvania, ci trasferimmo dalla nostra abitazione in una grande fattoria, con novantacinque acri con una grande casa colonica. Un giorno, papà fece una proposta a un uomo di colore, un certo Slim Hopper. Che se avrebbe arato la nostra terra …
Leggi Tutto

UN’OPERA PER OGNI TEMPO, UN TEMPO PER OGNI OPERA!

di ROBERTO BRACCO   –   Come trascorri il tuo tempo? Le ore passano, volano, scompaiono, ma tu stai fermo o ti muovi?  Il tempo della nostra vita è breve, spaventevolmente breve ed anche quando lo impieghiamo tutto per lavorare nel campo di Dio, possiamo compiere soltanto un piccolo lavoro. Quando poi lo lasciamo trascorrere senza utilizzarlo ci accorgiamo con rimpianto amarissimo che non abbiamo fatto «nulla» che rimanga …
Leggi Tutto

IL RUOLO DELLA BIBBIA NELLA CHIESA (e nella vita del credente)

La Bibbia non è una collezione di scritti umani, o solo un capolavoro letterario. Non possiamo accogliere nemmeno la teoria che la Bibbia “contiene” la Parola di Dio, ma affermiamo e crediamo che la Bibbia è l’infallibile, ispirata ed efficace Parola di Dio. Abraham Lincoln un giorno disse: “io credo che la Bibbia sia il miglior dono che Dio abbia fatto agli uomini. LA PAROLA NEL MINISTERIO DI CRISTO …
Leggi Tutto

DAI SERMONI DI ROBERTO BRACCO

LA PAROLA DOLCE (Proverbi 15) [mp3player width=500 height=20 config=fmp_jw_widget_config.xml file=http://www.chiesadiroma.it/wp-content/uploads/2015/12/LA-PAROLA-DOLCE.mp3] …
Leggi Tutto

nickycruz_03

È di grande conforto vivere sotto la guida e l’aiuto convenevole di Dio. Ci permette di scrollarci dalle spalle tanta preoccupazione. Non devo chiedermi da dove verrà il mio prossimo pasto o se avrò un posto dove riposare. Io so che Dio ha il pieno controllo e non permetterà mai che mi scoraggi. All’inizio del mio ministero ero molto preoccupato per i miei bambini. Sapevo che il mio …
Leggi Tutto

VIVERE NEL RISVEGLIO

di Ron Marr –  Jonathan Goforth (1859-1936), un missionario presbiteriano canadese, ha visto il risveglio in tutto le zone del Nord della Cina dove ha predicato. Insieme al responsabile del consiglio per le missioni, aveva visitato la Corea e aveva visto il grande risveglio che stava avvenendo in quella terra. Lesse poi successivamente i discorsi di Charles G. Finney sul risveglio, e fu colpito dalla dichiarazione di Finney che il …
Leggi Tutto

Da una vita di sesso, droga, suicidio, ad attivista in favore della vita: Come Dio mi ha riscosso dalle tenebre

LA STORIA DI MEAGAN WEBER  – Tra la prima e la seconda gravidanza qualcosa è successo nella vita di Meagan Weber.  “Credevo  nel mantra “il corpo è mio e lo gestisco io”; facevo uso di droghe e vivevo «completamente immersa nella promiscuità», ma poi qualcosa accadde nel mio cuore”. Meagan Weber oggi è impegnata nella lotta contro l’aborto negli Stati Uniti e racconta la sua «redenzione», il passaggio …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti