India, ancora aggressioni contro i cristiani

BANGALORE (India) – Due nuovi incidenti anticristiani, a un giorno di distanza l’uno dall’altro, sconvolgono il Karnataka. In entrambi i casi, le vittime sono comunità pentecostali, aggredite nell’intimità delle loro case e minacciate da ultranazionalisti indù, nel tentativo di costringerli ad abiurare al cristianesimo. Per Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), è ormai evidente che simili incidenti «sono orchestrati», perché «in Karnataka come in altri Stati guidati dal Bharatiya Janata Party (Bjp, partito ultranazionalista indù) religione e politica vanno a braccetto, e sono usate per racimolare più voti possibili». Il Bjp – riferisce l’agenzia Asianews – è alla guida del Karnataka dal 2007.

L’ultimo caso è avvenuto ieri a Gudadahalli Hearaghatta (nord di Bangalore). Due attivisti della Rashtriya Swayamsevak Sangh (Rss, gruppo ultranazionalista indù) si sono infiltrati durante un servizio di preghiera della Chiesa pentecostale guidata dal pastore Muniraju. Poco dopo l’inizio del raduno, altri otto membri della Rss hanno fatto irruzione sul posto. Dopo aver bruciato e distrutto tutte le Bibbie e altri libri religiosi presenti nella chiesa, gli aggressori hanno picchiato e schiaffeggiato il pastore. Poi, per intimidire la comunità, hanno trascinato l’uomo e sua moglie per circa un chilometro, fino al vicino tempio indù. Lì, gli attivisti hanno costretto la coppia a partecipare alla pooja (rituale indù). Prima di lasciarli andare, gli aggressori hanno intimato loro di interrompere ogni servizio di preghiera.

Due giorni prima, il 21 settembre scorso, la Chiesa pentecostale Bethel Prathanalaya (vicino a Bhadravathi, distretto di Shimoga) ha subito un’aggressione simile. La comunità conta venticinque fedeli ed è guidata dal pastore Kumar Hanumanthappa. Quel giorno, i cristiani erano ospiti di cinque famiglie di Voddarahalli Thanda, un villaggio vicino. Circa venti attivisti della Rss e del Bajrang Dal hanno interrotto la preghiera, minacciando i presenti di «terribili conseguenze» se avessero continuato a praticare il cristianesimo. Dopo aver picchiato alcuni di loro e bruciato le Bibbe, gli indù hanno condotto l’intera comunità al tempio più vicino, costringendoli a partecipare a una cerimonia di “purificazione” dalla loro religione. Una volta tornati a casa, alcuni cristiani hanno sporto denuncia alla polizia di Holehonnur.

Al momento, non risultano arresti in merito al caso. «L’articolo 14 della nostra Costituzione – ribadisce Sajan George – sancisce l’uguaglianza dinanzi alla legge per tutte le persone. Eppure, ancora una volta assistiamo ad aggressioni contro i cristiani e i loro luoghi di culto, in cui i colpevoli girano a piede libero, mentre vittime innocenti vengono arrestate».

fonte: Radio vaticana  –  evangelici.net  – 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Una promessa per oggi: La Mia giustizia s'innalza come le montagne più alte, i miei giudizi sono profondi come il grande oceano.

La tua giustizia s’innalza come le montagne più alte, i tuoi giudizi sono profondi come il grande oceano. O SIGNORE, tu soccorri uomini e bestie. (Salmo 36:6) –   Credo che tutta la creazione ci parla continuamente della bontà del Padre. Nella promessa di oggi, il re Davide dichiara che la giustizia di Dio si innalza come le maestose montagne della terra e i suoi giudizi sono profondi come …
Leggi Tutto

SAPER VIVERE, SAPER MORIRE

di ROBERTO BRACCO  –  Filippesi 1: 18-23  –  Qualcuno ha detto che non è difficile morire, ma è difficile vivere; molti altri invece hanno affermato che è facile vivere, ma non è facile saper morire coraggiosamente… crediamo che tutti abbiano torto, perché in realtà è difficile saper vivere e non meno difficile saper morire. Tutti vivono e tutti muoiono, ma questo non vuol dire che sappiano vivere e …
Leggi Tutto

GRANDI INNI: ROCK OF AGES (ROCCA ETERNA)

Questo famoso inno è stato composto da Augustus Montague Toplady (1740 – 1778). Fin da ragazzo l’autore dimostrò delle qualità straordinarie. Suo padre morì quando egli era ancora bambino e fu allevato da sua madre che lo adorava e lo viziava. Egli non piaceva ai suoi compagni e nemmeno ai suoi parenti, in parte per la sua straordinaria intelligenza, e in parte perché era malaticcio e nevrotico. Fu oggetto di molte …
Leggi Tutto

folla

di J. FLOYD WILLIAMS   –  I primi cristiani che fidavano interamente nella potenza dello Spirito Santo videro risultati meravigliosi e furono invincibili. L’idolatria fu frantumata; i templi pagani si svuotarono; moltiplicate centinaia e migliaia di persone si convertirono a Cristo. Nel breve lasso di pochi mesi l’onda della vittoria raggiunse Roma, tanto che finalmente nelle corti imperiali di Cesare vi erano di quelli che erano fedeli al …
Leggi Tutto

LA CHIESA ECUMENICA

TIM LA HAYE  –   “E uno dei sette angeli che aveva le sette coppe venne, e mi parlò dicendo: Vieni; io ti mostrerò il giudizio della gran meretrice”  (Apocalisse 17:1,6) Circa vent’anni or sono, un mio zio, il dottor E.W. Palmer, che per cinquant’anni ha annunziato l’Evangelo, era pastore di una grande chiesa in Oak Park. Illinois. Durante un culto che egli presiedette a Minneapolis, lo udii affermare …
Leggi Tutto

DAI NOSTRI CULTI

Pastore Agostino Masdea  –  Domenica 20 Luglio 2014  –  (2 Re 5:1-14)   Quando affrontiamo le sfide di questa vita,c’è un solo modo per gestirle; non è fare a modo nostro, ma riporre fede in Dio e fare a modo Suo. Allora Egli verrà incontro al nostro bisogno …
Leggi Tutto

LE COSE LECITE

di Roberto Bracco  –  Un servo di Dio disse: – “La parte più numerosa di coloro che naufragano nell’oceano della fede è vinta non dall’immoralità, ma dalle cose lecite.” Oggi quest’affermazione sembra una didascalia della situazione della cristianità. Le “cose lecite” sono diventate un’altra volta le catene dei credenti; i loro polsi e le loro caviglie, parliamo in metafora, sono serrati strettamente …
Leggi Tutto

INGRATITUDINE

di FILIPPO WILES   –  Purtroppo l’ingratitudine è inerente alla nostra natura. Quando si tratta di bambini ci si può passare oltre, tal­volta, ma ciò non è il caso con gli adulti.  L’ingratitudine è stata causa di mol­te sofferenze e addirittura di conse­guenze fatali ed eterne. La storia del­l’uomo è iniziata con l’ingratitudine e terminerà con la medesima. Sta scrit­to, «…pur avendo conosciuto Iddio non l’hanno glorificato come …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti