Tunisia – Decapitato giovane cristiano per apostasia

Domenica 1 luglio 2012 –  by Dan Wooding CAIRO, Egitto (ANS) – “Barnabas Fund” riporta che la televisione egiziana ha trasmesso un video che riprende  un giovane, convertito dall’islam al cristianesimo, mentre viene ucciso da musulmani. Il drammatico episodio, che si afferma abbia avuto luogo in Tunisia, è andato in onda su un programma chiamato Egitto Oggi. Il filmato mostra un giovane uomo, tenuto a terra da uomini mascherati, con un coltello alla gola. Un uomo canta una serie di preghiere musulmane in arabo, in maggior parte che condannano il cristianesimo. L’uomo che tiene il coltello alla gola del convertito cristiano comincia a tagliare, taglia la testa lentamente, tra grida di “Allahu Akbar” (“dio è grande”). La storia continua dicendo che il presentatore di Egitto Oggi  è stato visibilmente turbato dalle scene.

Poi, riferendosi ai Fratelli Musulmani dell’Egitto e Salafiti, che insieme hanno ottenuto la maggioranza dei seggi in parlamento del paese, ha chiesto: “Chi sono queste persone che dovrebbero governare?”

Il filmato di questa brutale decapitazione è l’ultima allarmante indicazione della violenta minaccia alla libertà religiosa nel post-primavera  araba”, ha detto un portavoce di Barnabas Fund.

Il portavoce ha aggiunto: “Ringraziamo Dio per la vita del nostro fratello tunisino e la sua fede che non ha vacillato fino alla morte. Preghiamo che la sua testimonianza possa toccare i cuori dei suoi assassini e quelli che hanno visto il filmato della sua morte perché si possano rivolgere a Cristo “.

Fonte:  ASSIST NEW SERVICE  – http://www.assistnews.net

                                                                                                                                                                                                                                     Mappa:  In rosso le nazioni dove la persecuzione contro i cristiani è più forte.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Come incontrare Gesù

              Sermone di Roberto Bracco – Marco 2:1-12 “Come incontrare Gesù”.  1 Alcuni giorni dopo, egli entrò di nuovo in Capernaum e si venne a sapere che egli si trovava in casa; 2 e subito si radunò tanta gente da non trovare più posto neppure davanti alla porta; ed egli annunziava loro la parola. 3 Allora vennero da lui alcuni a presentargli un paralitico, portato da …
Leggi Tutto

ADAMO DOVE SEI? (Genesi 3:10)

Ma l’uomo era nascosto!     Nel luogo degli incontri abituali non si udiva la voce dei coniugi amici di Dio e forse il silenzio era reso ancora più cupo dal peccato consumato, ormai entrato come un’ombra triste nella natura. E’ il dramma! …
Leggi Tutto

I BRILLANTI DELLA CORONA

di  ROBERTO BRACCO   –  Quando sorgerà la mattina radiosa della gloria; quando Gesù Cristo ritornerà a prendere la Sua chiesa… ci saranno delle sorprese scon­volgenti; alcune saranno liete, altre saranno drammatiche. Dio farà “conoscere” chi è Suo e chi è santo!  Oggi il trionfo della falsità e dell’ipocrisia riesce ad alterare agli occhi nostri le realtà del mondo ecclesiastico ma allora tutto apparirà nella sua reale fisionomia. Oggi …
Leggi Tutto

C'E' SPERANZA PER LE NAZIONI E PER IL MONDO?

di AGOSTINO MASDEA – Questo è un tempo di straordinario cambiamento. Come non mai prima. La storia dell’umanità è una storia di cambiamenti: demografici, tecnologici, religiosi, sociali, politici, economici. La differenza rispetto al passato è che oggi questi cambiamenti avvengono a velocità supersonica. Dal modo di vestire alle automobili, dalla musica all’arredamento della casa… tutto è in evoluzione, tutto procede speditamente.  Cambia anche il clima.   Tutto sembra   nuovo… …
Leggi Tutto

SAREMO SIMILI A LUI

di MW. B. RILEY   –  Paolo scrisse: “Ma dirà qualcuno: Come risuscitano i morti, e con quale corpo verranno? Stolto! Quello che tu semini non è vivificato, se prima non muore.  E quanto a quello che semini, tu non semini il corpo che ha da nascere, ma un granello ignudo, che può essere di frumento o di qualche altro seme. E Dio gli dà un corpo come ha …
Leggi Tutto

Noi sappiamo...Se sapete queste cose, siete beati se le fate... (Giovanni 13:17)

Noi siamo fra coloro che vogliono essere ignoranti. Chiudiamo gli occhi per non vedere e serriamo le orecchie per non udire. Non è vero che non conosciamo, non è vero che siamo privi di rivelazione. La volontà di Dio ci è stata rivelata e noi sappiamo quello che dobbiamo fare, ma cerchiamo di dimenticare quello che sappiamo e di ignorare quello che conosciamo. La povertà spirituale che ci …
Leggi Tutto

MEFIBOSHET: Riscoprire il valore del patto!

Studio biblico Scuola Domenicale Adulti –  Domenica 12 Ottobre  –  Testo biblico: 2 Samuele 4:4 – 9:1-13 Introduzione: Un patto si differenzia sostanzialmente da un contratto. Il contratto è l’accordo bilaterale tra due parti e si base sull’interesse, il patto invece è unilaterale e si basa sulla promessa. Il contratto dura per un tempo delimitato e stabilito, il patto dura per sempre. Il nostro rapporto con Dio non è stabilito …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Quando lascerai questo corpo, sarai a casa nella Mia presenza.

ma siamo pieni di fiducia e preferiamo partire dal corpo e abitare con il Signore. (2 Corinzi 5:8) Sono così felice che l’apostolo Paolo abbia fatto questa dichiarazione che ci rivela una promessa molto speciale di Dio. Essere assenti dal nostro corpo significa essere presenti con il Signore! Egli promette di non lasciarci mai e non abbandonarci in questo mondo, e quando sarà il momento per noi di lasciare …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti