Ancora un attentato suicida contro una Chiesa pentecostale in Nigeria.

Domenica, 10 Giugno 2012   –    Ancora un attentato suicida colpisce una Chiesa pentecostale a Jos, in Nigeria. Un  estremista islamico del “Boko Haram” riesce a trovare un punto debole nell’anello di sicurezza militare e si fa esplodere con la sua macchina imbottita di esplosivo contro l’edificio cristiano distruggendolo. Nell’esplosione due credenti sono morti e i feriti sono stati più di quaranta.

Questo è quanto riferito dalle autorità militari e dalla polizia locale.

“Compass Direct News” riferisce  anche che oggi 10 Giugno,  nello stato di Borno, uomini armati hanno sparato e ucciso almeno due cristiani, durante il culto nella chiesa locale.

“La setta islamica Boko Haram ha rivendicato la responsabilità di entrambe le aggressioni.  L’attacco di Jos contro la chiesa pentecostale  è stato il secondo attentato suicida contro una chiesa nel giro di due domeniche e questa chiesa è la terza nella città di Jos a subire questo tipo di attacco, negli ultimi  sei mesi.

“L’esplosione ha colpito la chiesa alla fine del culto, e alcuni leader della Chiesa e alcuni bambini erano ancora nell’edificio quando è crollato il tetto del santuario” hanno riferito alcuni testimoni.

Il bilancio delle vittime è destinato ad aumentare visto la gravità di alcuni feriti.

Esther Salomon, una  studentessa universitaria di 31 anni, la cui famiglia ha la casa di fronte all’edificio della chiesa, ha raccontato  che un pastore, alcuni anziani della chiesa e alcuni bambini erano ancora nell’edificio nel momento in cui la bomba è stata fatta esplodere.

“Ho udito un boato che ha fatto saltare tutti i vetri di casa. La forza d’urto dell’esplosione ha divelto la porta della nostra casa e mi ha scaraventata in una delle camere da letto”, ha detto Solomon. “Mi sono trovato in camera da letto, e quando mi sono precipitata fuori, ho scoperto che un terrorista si era schiantato contro la chiesa dall’altra parte della strada.”

Fonte: Assist New service –  http://www.assistnews.net/Stories/2012/s12060055.htm

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

COMUNIONE CON DIO

di George Muller  –  Il Signore mi ha insegnato la verità, che per parecchi anni mi è stata utilissima per la mia vita cristiana. Ad un certo momento della mia vita m’accorsi che era di capitale importanza che io mi mantenessi in continua comunione col Signore, per nutrire il mio spirito. Infatti — pensai — io potrei proporre la verità ai non cristiani, potrei aiutare spiritualmente i credenti, …
Leggi Tutto

La Storia più bella

di A. Masdea  –  Allora Filippo prese la parola e, cominciando da questa Scrittura, gli annunziò Gesú.  (Atti 8:35) i) A tutti piace sentire delle storie: a) Da bambini ascoltavamo i nonni al focolare…b) Poi leggevamo libri…c) C’erano anche  i cantastorie che musicavano delle storie vere.d) Oggi le storie si raccontano con i films, le commedie, il teatro, romanzi… ecc.- Anche Gesù racconta delle …
Leggi Tutto

Da  D. L. Moody a Billy Graham. Tutto iniziò in un negozio di scarpe...

UNA STORIA SIGNIFICATIVA.  –  Un sabato qualsiasi a Boston, circa 150 anni fa, un tranquillo insegnante di scuola domenicale di  nome Edward Kimball si prese un giorno libero per andare a trovare ogni ragazzo della sua classe. Voleva essere certo che ciascuno avesse ricevuto Cristo. Uno dei suoi studenti lavorava come apprendista nel negozio di scarpe dello zio. Kimball entrò nel negozio ed andò nel magazzino sul retro, …
Leggi Tutto

Jim Cymbala  -  1 Dicembre 2011

Giovedì 1 Dicembre 2011  –  JIM CYMBALA – Pastore BROOKLYN  TABERNACLE – N.Y …
Leggi Tutto

CASA TUA!

di FILIPPO WILES   –   Quanti sermoni il lettore avrà ascol­tato sulla parola che Gesù rivolse a Zaccheo: «Scendi presto, perché oggi debbo albergare in casa tua».  Credo di non sbagliarmi quando di­co che l’interpretazione data a queste parole è, nella maggioranza dei casi, spirituale, cioè una interpretazione fi­gurativa, essendo la casa  paragonata alla nostra vita. Poche sono le volte quando sono prese alla lettera. Ebbene il messaggio che …
Leggi Tutto

DAI NOSTRI CULTI: "UN DIADEMA AL POSTO DELLA CENERE".

Pastore Agostino Masdea  –  Predicazione di Domenica 6 Aprile 2014  –  (ISAIA 61:1-3)                                    Gesù Cristo è pronto a sostituire la tua cenere con un diadema, il tuo cordoglio e il tuo il lutto, con “olio di letizia”, le tenebre della tua vita con la luce meravigliosa della sua presenza, la condizione di …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti