Ancora un attentato suicida contro una Chiesa pentecostale in Nigeria.

Domenica, 10 Giugno 2012   –    Ancora un attentato suicida colpisce una Chiesa pentecostale a Jos, in Nigeria. Un  estremista islamico del “Boko Haram” riesce a trovare un punto debole nell’anello di sicurezza militare e si fa esplodere con la sua macchina imbottita di esplosivo contro l’edificio cristiano distruggendolo. Nell’esplosione due credenti sono morti e i feriti sono stati più di quaranta.

Questo è quanto riferito dalle autorità militari e dalla polizia locale.

“Compass Direct News” riferisce  anche che oggi 10 Giugno,  nello stato di Borno, uomini armati hanno sparato e ucciso almeno due cristiani, durante il culto nella chiesa locale.

“La setta islamica Boko Haram ha rivendicato la responsabilità di entrambe le aggressioni.  L’attacco di Jos contro la chiesa pentecostale  è stato il secondo attentato suicida contro una chiesa nel giro di due domeniche e questa chiesa è la terza nella città di Jos a subire questo tipo di attacco, negli ultimi  sei mesi.

“L’esplosione ha colpito la chiesa alla fine del culto, e alcuni leader della Chiesa e alcuni bambini erano ancora nell’edificio quando è crollato il tetto del santuario” hanno riferito alcuni testimoni.

Il bilancio delle vittime è destinato ad aumentare visto la gravità di alcuni feriti.

Esther Salomon, una  studentessa universitaria di 31 anni, la cui famiglia ha la casa di fronte all’edificio della chiesa, ha raccontato  che un pastore, alcuni anziani della chiesa e alcuni bambini erano ancora nell’edificio nel momento in cui la bomba è stata fatta esplodere.

“Ho udito un boato che ha fatto saltare tutti i vetri di casa. La forza d’urto dell’esplosione ha divelto la porta della nostra casa e mi ha scaraventata in una delle camere da letto”, ha detto Solomon. “Mi sono trovato in camera da letto, e quando mi sono precipitata fuori, ho scoperto che un terrorista si era schiantato contro la chiesa dall’altra parte della strada.”

Fonte: Assist New service –  http://www.assistnews.net/Stories/2012/s12060055.htm

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

PERCHE’ PREDICHIAMO IL BATTESIMO NELLO SPIRITO SANTO

“Ragione storica“. – La cristianità della nostra generazione ha smarrito il significato del messaggio della Pentecoste. Le chiese non guardano più a questa data o a quest’avvenimento come ad una meta che, come è stata raggiunta ieri, deve essere raggiunta, nel succedersi dei secoli, da ogni nuova generazione. La potenza dello Spirito Santo, l’effusione del dono divino, il battesimo celeste promesso da Gesù… sono diventate espressioni teoriche e quindi …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Potete riposare sulla Mia promessa di vita eterna.

“…nella speranza della vita eterna, promessa prima di tutte le età da Dio, che non può mentire.” Tito 1:2  –  Paolo scrisse questo messaggio a Tito duemila anni fa e dopo duemila anni è ancora rilevante quanto lo era quando fu scritto … Possiamo sperare nella promessa della vita eterna che Dio ci ha assicurato prima che il mondo avesse inizio, perché Dio non può mentire. Questa verità …
Leggi Tutto

GOLGOTA DIMENTICATO

di J. R. GSCHWEND – Missionario in AFRICA per più di 70 anni.  –  Milioni di uomini e donne di tutte le classi sociali e di tutte le nazioni, piangono e piangeranno ancora amaramente, perché si sono dimenticati del Golgota e del Figliuolo di Dio che offri per la loro salvezza, nei giorni della sua carne, preghiere, supplicazioni con alte grida e con lacrime (Ebrei 5.7). Migliaia di …
Leggi Tutto

DOMANDE PER GLI AMICI CATTOLICI, RIGUARDO GESÙ E IL PERDONO.

di Matt Slick  –   I cattolici hanno il confessionale, i sacerdoti, la penitenza, i sacramenti, i santi e Maria, e tutti in un modo o in un altro incidono sul  perdono dei peccati. In confessionale, il Cattolico confessa i suoi peccati a un sacerdote che gli da l’assoluzione e gli  prescrive la penitenza – un mezzo necessario per il perdono (CCC 980) “con la quale i peccati commessi …
Leggi Tutto

GUARDATE DI NON TURBARVI

di W.C MOORE   –   Mentre era ancora sulla terra, Gesù pregò il Suo e nostro Padre : « Io non Ti prego che Tu li tolga dal mondo, ma che Tu li preservi dal male » (Giovanni 20:17 – Giovanni 17:15).  Gesù quale Figlio di Dio, conosceva, e preannuncio, i tempi pericolosi, in cui noi viviamo. «Voi udrete parlare di guerre e di rumori di guerre; guardate …
Leggi Tutto

INGRATITUDINE

di FILIPPO WILES   –  Purtroppo l’ingratitudine è inerente alla nostra natura. Quando si tratta di bambini ci si può passare oltre, tal­volta, ma ciò non è il caso con gli adulti.  L’ingratitudine è stata causa di mol­te sofferenze e addirittura di conse­guenze fatali ed eterne. La storia del­l’uomo è iniziata con l’ingratitudine e terminerà con la medesima. Sta scrit­to, «…pur avendo conosciuto Iddio non l’hanno glorificato come …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Niente sarà impossibile per chi ha una fede anche piccola

E Gesù disse loro: «… io vi dico in verità che, se avete fede quanto un granel di senape, direte a questo monte: “Spostati da qui a là”, ed esso si sposterà; e niente vi sarà impossibile. (Matt. 17:20) In questa promessa, Gesù ci dice che, anche se la nostra fede è piccola come un granello di senape, siamo in grado di dire ad una montagna di spostarsi e …
Leggi Tutto

DALL'ISLAM A CRISTO -

TESTIMONIANZA   –  Mi chiamo RUBEN DAZAR, (il nome è inventato) e sono nato in una città a nord dell’Iran, sotto un nome diverso sono cresciuto in una famiglia musulmana molto fervente. Mio nonno materno era un Ayetoalah, cioè un insegnante dell’islam, ed essendo suo nipote ero ben conosciuto e molto rispettato nella comunità. Nel corso degli anni ho scritto alcuni libri sull’IsIam. Mia madre è stata allevata …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti