Vangelo e politica

10 MOTIVI PER CUI I CRISTIANI DOVREBBERO CONCENTRARSI MAGGIORMENTE SUL VANGELO PIUTTOSTO CHE SULLA POLITICA.  By Greg Stier , Editorialista del Christian Post.  –

area_politica_italiana1. LA POLITICA CAMBIA. IL VANGELO NO!
“Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno”. (Matteo 24:35).
2. IL VANGELO PUÒ TRASFORMARE LA POLITICA…, VICEVERSA NO.

“ Vi esorto dunque, fratelli, per le compassioni di Dio, a presentare i vostri corpi, il che è il vostro ragionevole servizio, quale sacrificio vivente, santo e accettevole a Dio.  E non vi conformate a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza qual sia la buona, accettevole e perfetta volontà di Dio”. (Romani 12:1,2).

3. QUESTO È CIÒ CHE GESÙ CI CHIAMA A FARE.
 Così quelli che erano riuniti assieme lo interrogarono, dicendo: “Signore, è in questo tempo che ristabilirai il regno a Israele”?  Ma egli disse loro: “Non sta a voi di sapere i tempi e i momenti adatti, che il Padre ha stabilito di sua propria autorità.  Ma voi riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e mi sarete testimoni in Gerusalemme e in tutta la Giudea, in Samaria e fino all’estremità della terra. (Atti 1:6-8).

4. SIAMO CITTADINI DI UN REGNO DIVERSO.
La nostra cittadinanza infatti è nei cieli, da dove aspettiamo pure il Salvatore, il Signor Gesú Cristo. (Filippesi 3:20).

5. E’ QUESTO CIÒ CHE FACEVA LA CHIESA PRIMITIVA.
“Ed ora, Signore, considera le loro minacce e concedi ai tuoi servi di annunziare la tua parola con ogni franchezza, 30 stendendo la tua mano per guarire e perché si compiano segni e prodigi nel nome del tuo santo Figlio Gesù”. E, dopo che ebbero pregato, il luogo dove erano radunati tremò; e furono tutti ripieni di Spirito Santo, e annunziavano la parola di Dio con franchezza. (Atti 4:23-31).

6. IL VANGELO ATTACCA LA RADICE DEL MALE E NON SOLO IL SUO FRUTTO.
Infatti io non mi vergogno dell’evangelo di Cristo, perché esso è la potenza di Dio per la salvezza, di chiunque crede, del Giudeo prima e poi del Greco. (Romani 1:16).

7. LA POLITICA PUÒ DIVIDERE IL CORPO DI CRISTO, MENTRE IL VANGELO LO UNISCE.
Soltanto, comportatevi in modo degno dell’Evangelo di Cristo, affinché, sia che venga e vi veda, o che sia assente, oda nei vostri riguardi che state fermi in uno stesso spirito, combattendo insieme con un medesimo animo per la fede dell’Evangelo. (Filippesi 1:27)

8. IL VANGELO CI INVITA A PREGARE PER I POLITICI CON I QUALI NON SIAMO D’ACCORDO, NON A ODIARLI.
Ti esorto dunque prima di ogni cosa, che si facciano suppliche, preghiere intercessioni e ringraziamenti per tutti gli uomini, per i re e per tutti quelli che sono in autorità, affinché possiamo condurre una vita tranquilla e quieta in ogni pietà e decoro. Questo infatti è buono ed accettevole davanti a Dio, nostro Salvatore,  il quale vuole che tutti gli uomini siano salvati, e che vengano alla conoscenza della verità. (1 Timoteo 2:1-4).

9. IL VANGELO PORTA L’AZIONE POLITICA AD ESSERE IMPREGNATA DI AMORE E DI UMILTÀ, NON DI ORGOGLIO E ARROGANZA.
Ogni persona sia sottoposta alle autorità superiori, poiché non c’è autorità se non da Dio, e le autorità che esistono sono istituite da Dio.  Perciò chi resiste all’autorità, resiste all’ordine di Dio; e quelli che vi resistono attireranno su di sé la condanna. I magistrati infatti non sono da temere per le opere buone, ma per le malvagie; ora vuoi non temere l’autorità? Fa’ ciò che è bene, e tu riceverai lode da essa,  perché il magistrato è ministro di Dio per te nel bene; ma se tu fai il male, temi, perché egli non porta la spada invano; poiché egli è ministro di Dio, un vendicatore con ira contro colui che fa il male.  Perciò è necessario essergli sottomessi, non solo per timore dell’ira ma anche per ragione di coscienza.  Infatti per questo motivo pagate anche i tributi, perché essi sono ministri di Dio, dediti continuamente a questo servizio.  Rendete dunque a ciascuno ciò che gli è dovuto: il tributo a chi dovete il tributo, l’imposta a chi dovete l’imposta, il timore a chi dovete il timore, l’onore a chi l’onore. (Romani 13:1-7).

10. LA POLITICA È IL RIFLESSO DELLA BUSSOLA MORALE DI UNA SOCIETÀ. IL VANGELO DÀ ALLA SOCIETÀ UNA NUOVA BUSSOLA PRECISA.
Ricorda loro di essere sottomessi ai magistrati e alle autorità, di essere ubbidienti, pronti ad ogni opera buona, di non dire male di alcuno, di essere pacifici e miti, mostrando grande gentilezza verso tutti gli uomini, Anche noi infatti un tempo eravamo insensati, ribelli, erranti, schiavi di varie concupiscenze e voluttà, vivendo nella cattiveria e nell’invidia, odiosi e odiandoci gli uni gli altri.

 Ma quando apparvero la bontà di Dio, nostro Salvatore, e il suo amore verso gli uomini  egli ci ha salvati non per mezzo di opere giuste che noi avessimo fatto, ma secondo la sua misericordia, mediante il lavacro della rigenerazione e il rinnovamento dello Spirito Santo.  (Tito 3:1-5).

* IL MIO PUNTO È, NON CHE DOBBIAMO  EVITARE LA POLITICA COME CRISTIANI, MA CHE DOVREMMO CONCENTRARCI DI PIÙ SUL VANGELO.

I commenti sono chiusi.

Meditazione del giorno

  • Meditazione del giorno: Due colonne davanti al tempio
    In Devotional
    di F. B. MEYER –  Eresse le colonne davanti al tempio: una a destra e l’altra a sinistra; e chiamò quella di destra Iachin, e quella di sinistra Boaz. – 2 Cronache 3:17 Il significato di questi nomi è considerevole: Egli stabilirà in Lui la forza. Ognuno di essi parla di Lui, di cui l’intero tempio era il prototipo. Il Signore Gesù ha stabilito l’opera di redenzione così che essa non potrà mai essere rimossa; ha stabilito un patto, un patto sicuro e ordinato in tutte le cose; ha stabilito la Sua chiesa, così che le porte dell’ Ades non la potranno prevalere; ci ha stabiliti davanti al volto del Padre Suo [...continua la lettura]

Post meno Recenti

  • Io opero con giustizia e difendo chi è oppresso
    L’Eterno opera con giustizia e difende la causa degli oppressi. (Salmo 103:6) Non è bello sapere che Dio opera con giustizia per difendere coloro che sono oppressi? Sono stupito dal numero di passi biblici che parlano del cuore di Dio per i deboli di questo mondo, poveri, maltrattati, bambini, vedove, orfani, ecc. Egli è sempre stato il protettore di coloro che hanno difficoltà proteggere sé stessi. Egli è un Dio che non si rallegra del male e dell’ingiustizia, ma gioisce quando vince la verità. (1 Corinzi 13: 6) Qualunque sia la situazione d’ingiusta nella quale potresti trovarti oggi, prendi coraggio sapendo che Dio è dalla tua parte, conosce la tua vita e comprende la tua sofferenza. La mia preghiera è che ognuno di noi sia in grado di confidare nel nostro grande Salvatore […]
  • Giornata di preghiera PER LA NAZIONE
    DOMENICA 14 APRILE 2013  –  PAUL SCHAFER: PREGHIERA PER LA NAZIONE   […]
  • Perseverare nella Parola di Dio
    di Roberto Bracco  –  “Se perseverate nella mia Parola…” (Giovanni 8:31)  –  Questo passo dell’Evangelo di Giovanni ci fa comprendere tre cose di grande importanza : – Per essere veramente discepoli di Gesù bisogna perseverare nella sua parola. – Mediante la perseveranza nella sua parola si giunge alla conoscenza della verità. – La conoscenza della verità produce la conquista della libertà. La prima cosa ci dice chiaramente che fra coloro che seguono Gesù ci sono veri discepoli e discepoli falsi. La seconda cosa ci ricorda che […]
  • Quando i padri volgono i loro cuori verso i loro figli
      By Mark Ellis  –   Sembra sia stato solo ieri che stavo insegnando ai nostri figli ad andare in bici, giocare a calcio, fare delle escursioni con le guide indiane o boy scouts, e condividere felici momenti familiari con il nostro carrello-tenda da campeggio nei viaggi durante l’estate. Ora da quando i nostro ragazzi non vivono più con noi la casa è molto calma. Padri, voi solo avete una possibilità di fare la differenza mentre i vostri figli sono ancora sotto il vostro tetto, e non sarà per molto tempo. Non ci sono troppi uomini che arrivano alla fine della loro vita e dicano: “Sai, vorrei aver passato più tempo in ufficio.” […]
  • APPELLO ALLA PENTECOSTE
    di THOMAS BALL BARRATT  (1862-1940) – (Fondatore del Movimento Pentecostale in Norvegia)  –  Sia lodato il Signore! Vi sono molti cristiani, sia tra i ministri del Vangelo e sia tra i laici, che pregano per il risveglio ed attendono. Essi hanno già udito il suono di molte acque. Il risveglio sta per venire, il risveglio sta per venire! Alleluia! Quando sarà venuto, molti di coloro che hanno pregato per esso saranno sorpresi. Per essere sincero, non credo che un risveglio inferiore alla potenza pentecostale che scese sui discepoli radunati a Gerusalemme possa essere sufficiente oggi; ma non appena la stessa potenza scenderà sulla Chiesa nel suo assieme, saremo testimoni delle stesse dimostrazioni di cui si legge negli Atti degli Apostoli; sì, delle stesse e finanche di maggiori, […]
  • Non toccate i miei unti…
    di ROBERTO BRACCO  –  Non bisogna dimenticare che un ministro, un pastore, rappresentano sempre le persone più notate, più osservate, più conosciute della comunità. Non bisogna dimenticare cioè che essi vengono seguiti da centinaia di occhi e giudicati da un numero più o meno grande di fedeli.  Non c’è un’ora della loro giornata o non c’è una circostanza della loro vita che non cadano sotto l’osservazione di tutti coloro che li guardano ed osservano e quindi non c’è un’azione, una iniziativa che nascendo da un ministro possa rimanere completamente occultata.  Una comunità sarà sempre in grado di dirvi come trascorre il suo tempo il proprio pastore; quali sono i suoi ultimi acquisti o come possono essere confezionati i suoi abiti. Potrà fornire notizie […]

Prossimi Eventi

Dai nostri Culti