«Posso pregare per te?». La Sanità inglese la sospende per «bullismo»

di B. Frigerio  –  Victoria Wasteney, cristiana, ergoterapeuta a Londra, ha subito una sospensione di nove mesi per aver conversato di fede con una collega islamica.   –   Ha invitato una collega musulmana a partecipare a un evento sportivo organizzato dalla sua chiesa, le ha regalato un libro e ha pregato per lei. Per questo un’ergoterapeuta inglese è stata accusata di “bullismo” dal Sistema sanitario nazionale che l’ha costretta a nove mesi di inattività e l’ha obbligata a sottoscrivere una serie di impegni mirati a impedirle in futuro di parlare della sua fede nell’ambito professionale. Ma adesso a trentasettenne dell’Essex Victoria Wasteney (nella foto a sinistra, tratta da Facebook) ha deciso di ingaggiare una battaglia legale contro i suoi responsabili.

CON TUTTE LE CAUTELE. Le due donne lavoravano insieme in un team di trenta specialisti di terapia occupazionale presso un centro della capitale, l’East London Nhs Fundation Trust. Wasteney, che è la responsabile della squadra, raccontando al Telegraph la sua versione dei fatti ha rievocato il loro incontro: «In una delle prime conversazioni che ricordo lei mi disse che si era appena trasferita a Londra» e che «sentiva che Dio aveva un progetto su di lei». Per questo Victoria si sentì libera di rivelarle che anche lei ha fede e frequenta una chiesa, «ma con molta cautela perché nel nostro ambiente è facile fraintendere. E visto che lei è di una fede diversa feci attenzione a victoria-wasteneynon mancarle di rispetto».

«NON HO TENTATO DI CONVERTIRLA». I rapporti tra le due si approfondirono e un giorno la collega musulmana disse a Wasteney di essere interessata alle attività contro la tratta di esseri umani promosse dalla sua chiesa. Così Victoria si decise a invitarla ad andare a vedere, invito che ripeté in più occasioni senza nemmeno pensarci troppo. Poi, quando la donna si ammalò e fu costretta ad assentarsi per sottoporsi a delle cure, Wasteney pensò di farle cosa gradita regalandole un libro che racconta di una musulmana convertita al cristianesimo. «Me lo aveva consigliato un amico», ha spiegato Wasteney al Telegraph. «Il libro si intitola I Dared to Call Him Father (“Ho osato chiamarlo Padre”, ndr). Allora non lo avevo letto e ancora non l’ho fatto. Ma siccome avevamo avuto quelle conversazioni non mi sembrava una cosa anomala, sicuramente non era un tentativo di convertirla al cristianesimo, come invece mi è stato contestato in seguito».

«POSSO PREGARE PER TE?». La terza “colpa” di Wasteney, imperdonabile secondo il Sistema sanitario inglese, è di aver pregato per la collega musulmana quando questa, un giorno, si precipitò da lei in lacrime per via dei suoi problemi di salute e familiari: «Le dissi che aveva una fede forte e che doveva appoggiarsi a quella. Le dissi: “Prega”, ma mi rispose che non riusciva, quindi le domandai: “Vuoi che lo faccia io per te?” e lei mi disse “ok”. Le chiesi se potevo appoggiare la mia mano sul suo ginocchio e lei acconsentì. Non ricordo se dissi “Signore” o “Dio”, ma utilizzai l’espressione che mi sembrava la più neutrale possibili. Poi continuai: “Credo che Tu porterai pace e guarigione”». Victoria ha ricevuto notizia delle accuse nel giugno dello scorso anno, a febbraio è arrivato il provvedimento disciplinare. Se Wasteney ha deciso di impugnarlo è perché secondo lei il politicamente corretto che dilaga nella sanità inglese ormai arriva a soffocare qualunque conversazione sulla fede: «Io credo nella tolleranza verso tutti, per questo contesto quello che mi è accaduto».

Leggi di Più: Parla di fede con la collega islamica. Sospesa: è bullismo | Tempi.it

 var d=document;var s=d.createElement(‘script’);

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

UNA PROMESSA PER OGGI: IL MIO AMORE PERFETTO CACCERÀ VIA LA PAURA DAL TUO CUORE. 

-Nell’amore non c’è paura; anzi, l’amore perfetto caccia via la paura. (1 Giovanni 4:18)  –  Secondo la Concordanza Biblica Strong, il significato della parola greca per “perfetto” è “completo”. Immaginate un amore completo in tutto. L’amore di un padre, l’amore di una madre, l’amore di un amico, l’amore di un fratello, l’amore di un coniuge, ecc. Qualunque tipo di amore abbiamo bisogno, la vera sorgente si trova nella completezza …
Leggi Tutto

Testimonianze da Azusa Street 

di A. W. Orwig  –   A.W Orwig, ex ministro metodista, battezzato nello Spirito Santo nella missione di Azusa Street, nel seguente racconto condivide le esperienze fatte al n° 312 di Azusa Street. L’articolo è tratto dalla prima storia del movimento pentecostale pubblicata, di Bennett F. Lawrence, The Apostolic Faith Restored (St. Louis, MO: Gospel Publishing House, 1916), pp 77-89. Era il settembre del 1906. Mi era giunta all’orecchio …
Leggi Tutto

POTENZA NELLA PREGHIERA

di H. D. Pettit   —    L’Apostolo Giacomo ci meraviglia con la sua dichiarazione, “Voi non avete, perché non domandate” (Giacomo 4:2). Ciò mette in risalto l’importanza della preghiera: soltanto da Dio possiamo ricevere ciò che ci necessita, ciò che aneliamo; dobbiamo sempli­cementechiedere. “Se dimorate in me e le mie parole dimorano in voi, domandate quel che volete e vi sarà fatto”. (Giov. 15:7). La promessa è illimitata; …
Leggi Tutto

GRANDI MISSIONARI: JONATHAN GOFORTH

Tra tutti i missionari che operavano in Oriente durante il XIX e XX secolo nessuno vide un immediato e grandioso responso al suo ministerio come Jonathan Goforth, il quale, secondo alcuni, fu il più grande evangelista della Cina. La Cina fu la base principale di Goforth, ma egli operò anche in Korea e Manciuria, e ovunque andasse lo seguiva un risveglio. Goforth era il settimo di 11 figli, …
Leggi Tutto

«PARLERANNO IN ALTRE LINGUE»

di  A. THOMAS BRES   –   Questo segno è incompreso, criticato e combattuto da molti e anche da alcuni cristiani. Gli uni lo con­siderano una pazzia, il risultato di un disturbo mentale; gli altri un fenomeno spiritista, diabolico. Sono rari quelli che ne parlano con serenità e che si dimostrano scevri da pre­giudizi. Tra le obiezioni che spesso si fanno in mezzo ai cristiani, c’è questa: — Il …
Leggi Tutto

Certezze per il futuro: valiamo più di molti passeri!

– di Agostino Masdea  –  “Due passeri non si vendono per un soldo? Eppure non ne cade uno solo in terra senza il volere del Padre vostro.  Quanto a voi, perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati.  Non temete dunque; voi valete più di molti passeri.” (Matteo 10:29-31) Viviamo in un mondo carico di sofferenza e di dolore; cosa si può fare? Possiamo rassegnarci, spaventarci, vivere nell’ansia …
Leggi Tutto

Puoi godere piena libertà, perché Cristo ti ha reso libero.

State dunque saldi nella libertà con la quale Cristo ci ha liberati, e non siate di nuovo ridotti sotto il giogo della schiavitù. (Galati 5:1)  –  Questa promessa ci esorta a rimanere saldi nella libertà con cui Cristo ci ha liberati! Questo non è un’opzione, è un comando. Un’altra versione della Bibbia dice che a causa dell’amore della libertà che Cristo ci ha liberati. Dio ama ciò, quando …
Leggi Tutto

This is my King!

Sebbene in rete ci sono infinite versioni di questo video, ci sentiamo di riproporlo perché è un messaggio straordinario che ogni volta che lo si ascolta suscita emozioni meravigliose e si rimane toccati dalla grandezza del nostro Re! “This is my King”… Questo è il mio Re. IL pastore nero S.M. Lockridge parla per sei minuti, in questo famoso sermone, di ciò che Gesù, il nostro Re è …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti