Lennox: «Il Dio tappabuchi non è il Dio della Bibbia»

11 marzo 2014   WIEDENEST (Germania) –  “La scienza ha seppellito Dio?” È questo il tema che il matematico inglese John Lennox – docente di Matematica presso l’Università di Oxford, (sito web JohnLennox.org) – ha presentato nella conferenza che ha pronunciato in Germania, presso il Forum Wiedenest (Bergneustadt, nella provincia dell’Oberberg), del quale è stato ospite fino al 23 febbraio nell’ambito del congresso organizzato dal Comune di Wiedenest sul tema “Dio nel reticolo di collimazione – il nuovo ateismo visto come un’opportunità di vivere la fede in modo evidente”.Di fronte a poco meno di 400 persone, lo scienziato, cristiano evangelico, ha spiegato che cristiani e atei definiscono il concetto di “Dio” in modo molto diverso.

Atei come l’inglese Stephen Hawking sono convinti che i cristiani creino un “Dio tappabuchi”.  Secondo Hawking, l’uomo avanza l’ipotesi di Dio ogni volta che non riesce a spiegare un fenomeno in modo scientifico.

Per Lennox, questo approccio è errato: «Se si vuole definire Dio un tappabuchi, allora bisogna scegliere tra Dio e scienza, avendo definito Dio in questo modo. Ma questa definizione non ha nulla a che vedere con il Dio della Bibbia».

Per Lennox, il Dio della Bibbia non solo spiega tutto ciò che l’uomo non comprende, ma è il creatore di tutto – di tutto ciò che l’uomo riesce a comprendere e anche di ciò che non riesce a comprendere. «Non c’è bisogno di scegliere tra un Dio creatore e conservatore dell’universo e un Dio della scienza. Le due cose non sono contrapposte tra di loro».

Per spiegarlo, il matematico ha utilizzato l’esempio di un’automobile: più si comprende il funzionamento di un motore, più – e non meno – si ammirano gli ingegneri che lo hanno inventato: «Sarebbe una follia non farlo!»
Lo stesso principio, secondo Lennox, si può applicare a Dio e alla scienza: più si capisce la creazione divina, più si capisce il Creatore.

Lennox conferma di non vergognarsi di essere allo stesso tempo scienziato e cristiano. Sicuramente, afferma, la Bibbia non è un libro scientifico, ma determinate affermazioni sul mondo sono studiate anche dagli scienziati.

Il matematico ha quindi invitato quanti lo ascoltavano ad essere più critici riguardo alle affermazioni degli scienziati; il fatto che siano famosi in tutto il mondo non significa automaticamente che abbiano ragione.

All’affermazione di Hawking per cui «la religione è una favola per quanti hanno paura dell’oscurità», Lennox risponde infine dichiarando che «l’ateismo è una favola per quanti hanno paura della luce».

 

da: Aleteia.org/it
Fonte: http://www.evangelici.net/

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

GOLGOTA DIMENTICATO

di J. R. GSCHWEND – Missionario in AFRICA per più di 70 anni.  –  Milioni di uomini e donne di tutte le classi sociali e di tutte le nazioni, piangono e piangeranno ancora amaramente, perché si sono dimenticati del Golgota e del Figliuolo di Dio che offri per la loro salvezza, nei giorni della sua carne, preghiere, supplicazioni con alte grida e con lacrime (Ebrei 5.7). Migliaia di …
Leggi Tutto

Promessa per oggi: Ogni dono buono che tu ricevi viene direttamente dalle Mie mani.

Ogni cosa buona e ogni dono perfetto vengono dall’alto e discendono dal Padre degli astri luminosi presso il quale non c’è variazione né ombra di mutamento. (Giacomo 1:17) Pensa per un attimo a questa promessa per un momento. Dio sta dicendo che qualsiasi cosa buona riceviamo proviene direttamente da lui. Un’alba bellissima, lo scintillio degli occhi di una persona amata, tutto… Tutte le cose buone arrivano dal nostro caro Padre. La Bibbia dice …
Leggi Tutto

STORIA DI UN INNO: ABIDE WITH ME

Henry F. Lyte  ABIDE WITH ME (JESSY DIXON) Henry Francis Lyte  (1793-1847) nacque a Ednam, in Scozia e studiò alla Royal School di Enniskillen e al Trinity College, Dublino, dove conseguì la laurea in teologia.  Nel 1818 accadde qualcosa che nella sua vita ebbe un grande impatto spirituale, e che determinò un radicale cambiamento:  la malattia e la morte di un suo grande amico e fratello, un caro …
Leggi Tutto

PECCATORI NELLE MANI DI UN DIO ADIRATO

di Jonathan Edwards . –  Jonathan Edwards nacque nel 1703 e morì nel 1758. Questo sermone fu predicato nel pomeriggio dell’ 8 luglio 1741 ad Enfield, nel Connecticut. I fuochi del risveglio erano iniziati in tutta l’area della nuova Inghilterra mediante il ministero di George Whitefield, ma Enfield, la comunità più malvagia di tutte, non era stata raggiunta. Un servizio speciale era stato convocato da un gruppo di ministri …
Leggi Tutto

ARMONIA SPIRITUALE

di Agostino Masdea   –  “Rendete perfetta la mia gioia, avendo uno stesso modo di pensare, uno stesso amore, un solo accordo…” (Filippesi 2.2)  –   Questa richiesta di Paolo ai credenti di Filippi ci parla di armonia.  Che parola straordinaria… armonia! Ci parla di bellezza, di equilibrio, di gradevolezza.  E’ una parola legata alla musica: E’ una consonanza di voci o strumenti musicali che produca una sensazione piacevole, …
Leggi Tutto

OBBEDIRE A DIO

di A.W.Tozer.  –   Nel Nuovo Testamento, obbedire significa ascoltare la parola di Dio, piegarsi alla sua autorità e condurre a termine gli incarichi che Dio ci affida.  Questo tipo di obbedienza sembra scomparso al tempo d’oggi. Ogni tanto ci accade di sentire una predica, un po’ stiracchiata, su questo soggetto. Il messaggio però è tanto scialbo che non può certamente influenzare la vita di coloro che lo ascoltano …
Leggi Tutto

FUOCO CONSUMANTE

di – Jim Cymbala    –  Gesù non ha mai battezzato nessuno con acqua. Perché? Perché il battesimo che Lui avrebbe ministrato sarebbe stato il battesimo dello Spirito Santo e col fuoco (leggere Luca 3:16). Non confondete queste parole come a voler indicare due battesimi, uno con lo Spirito e uno col fuoco.  Al contrario, Luca stava usando l’immagine del fuoco come simbolo che rappresenta lo Spirito, per …
Leggi Tutto

Promessa per oggi: La Mia bontà ha più valore della vita

Poiché la tua benignità vale più della vita, le mie labbra ti loderanno. (Salmo 63:3)  –  In questa promessa, il salmista fa una dichiarazione sulla straordinaria bontà di Dio e di come il suo amore vale più della vita stessa. Lo scrittore continua dicendo che l’unica risposta adeguata ad un amore così meraviglioso è quella di vivere la vita rispondendo all’amore di Dio  presentando a Lui i nostri corpi …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti