Nigeria: Un crescendo di attacchi contro i cristiani.

Sconvolgenti ondate di violenze scatenate dagli estremisti islamici Boko Haram questo inverno. Sui media campeggia l’ultimo feroce attacco al villaggio di Izghe, nello stato di Borno, dove si dice di almeno 100 persone uccise. «Ieri – riporta la Newsletter di Porte Aperte del 18 febbraio i nostri collaboratori in loco ci avvisavano che i morti erano almeno 106 e che al momento della loro visita al villaggio c’erano ancora molti corpi abbandonati per le strade, poiché la gente aveva troppa paura di un secondo di assalto per avventurarsi a seppellirli».

I fatti: «Alle 21:30 circa di sabato 15 febbraio, uomini vestiti in uniforme a bordo di veicoli e motociclette hanno assaltato Izghe (vicino al confine con il Camerun), hanno separato i cristiani dai musulmani prima di ucciderli a colpi di arma da fuoco o sgozzandoli. Dopo aver saccheggiato e ucciso, gli assalitori si sono dileguati: nessuna forza di sicurezza è intervenuta. Molti sono riusciti a fuggire, tra loro sia cristiani sia musulmani moderati. La settimana precedente, le forze militari del governo centrale, avevano bombardato zone limitrofe, in cui si supponeva vi fossero nascosti i terroristi Boko Haram, nell’intento di frenarli».

Nelle settimane precedenti, attacchi come quello di Izghe hanno colpito altre comunità cristiane. Porte Aperte riferisce di centinaia di morti nei villaggi di Sabon Gari Yamdula (stato di Adamawa), Manchok (stato di Kaduna), Kawuri e Kuthra, sempre nello stato di Borno (la Nigeria è una repubblica costituzionale di tipo federale comprendente trentasei stati). «Per quanto il presidente Goodluck Jonathan tenti di stabilire un controllo sul Paese – rileva Porte Aperte – ogni sforzo sembra inutile e sembra cozzare contro un estremismo sempre più diffuso e ben finanziato dall’esterno. […] L’obiettivo dichiarato è quello di rendere l’intera Nigeria uno stato islamico radicale, dove non ci sarà spazio per i cristiani». [gp] –

Fonte:  http://www.evangelici.net/notizie/1392978840.html#sthash.Smm3y5VZ.dpuf

e dal sito di Porte Aperte Italia

I commenti sono chiusi.

Meditazione del giorno

  • Una lezione da Corrie.
    In Devotional
    di JONI EARECKSON TADA  –  Qualche anno fa Ken e io avemmo il privilegio di assistere al funerale di Corrie Ten Boom. Fu una cerimonia semplice; breve, pochi fiori. Ma come tornammo a casa incoraggiati, quel giorno! Diversi pastori avevano parlato della vita e del lavoro di Corrie, leggendo stralci dai suoi libri o raccontando episodi del suo ministerio. Parlarono tutti del suo amore per Gesù. Un pastore aveva riferito che Corrie, prima di morire, gli aveva chiesto specificamente di parlare dell’amore di Gesù, e non di Corrie Ten Boom. Questo era ciò che avveniva ogni volta che andavo a trovarla o che la sentivo parlare: Gesù era [...continua la lettura]

Post meno Recenti

  • DIO PUO’ FARLO ANCORA
    di  Jonathan Goforth   –  La stessa potenza che discese sui discepoli durante la Pentecoste, può discendere oggi nella tua chiesa.  Una volta un missionario mi disse che egli avrebbe desiderato dar vita ad un risveglio, ma che non gli era possibile ottenere l’aiuto di un evangelista perché la sua missione era molto fuori mano. Come se lo Spirito di Dio operi soltanto per pochi selezionati! Queste false idee sono molto diffuse in qualsiasi parte del mondo. Le vere idee, al riguardo, sono quelle di Finney e di Moody.   C.G. Finney riteneva che ogni cristiano potesse contribuire a far nascere un risveglio. D.L. Moody riteneva che la Pentecoste fosse un modello a cui ognuno potesse rifarsi. In Verità Ci Vuole Un Po’ Di Tempo. Ogni gruppo di cristiani può essere oggetto della discesa […]
  • STRANO
    Strano che un biglietto da 10 euro sembri tanto grande quando diamo un’offerta, ma tanto piccolo quando siamo alla cassa del supermercato. Strano quanto possano essere lunghe due ore quando siamo seduti in chiesa e quanto siano brevi quando siamo ad una festa. Strano che siamo contenti se in una partita di calcio si va ai supplementari, ma ci infastidiamo se il culto la domenica dura più del solito. Strano quanto ci riesca difficile leggere un capitolo della Bibbia nel contesto generale e quanto ci riesca facile divorare un romanzo di trecento pagine. Strano quante persone allo stadio vogliono sedersi in prima fila, ma in chiesa preferiscono l’ultima. Strano che spesso sia impossibile trovare il tempo per partecipare ad un seminario di fede conoscendo la data con un anno di […]
  • VENITE DIETRO A ME… (Matteo 4:19)
    di Roberto Bracco   –  Gesù Cristo è “ogni cosa” per “ogni credente”; in Lui si risolvono tutti problemi, in Lui si compiono tutti programmi e in Lui, in Lui soltanto, si raggiungono tutte le mete. “Venite a me!” “Imparate da me! ” ” Dimorate in me! “… queste e tante altre espressioni analoghe a queste ci dichiarano che Gesù Cristo è il “capo” della chiesa, la “luce” della chiesa, la “linfa” della chiesa. La chiesa ha “tutto” in Lui e senza Lui non ha nulla.  Quando siamo “travagliati” ed “aggravati” noi possiamo cercare riposo e ristoro nelle più allettanti oasi di questo mondo, ma se vogliamo trovare alleggerimento del nostro carico dobbiamo […]
  • Un nuovo passo avanti della medicina.
    2 Dicembre 2012 | di  Elisabeth Elliot  –   Qualche tempo fa ho letto di un nuovo trionfo nel campo medico che riguarda gemelli non ancora nati. L’amniocentesi ha dimostrato che uno di loro aveva la sindrome di Down. La madre ha deciso che non voleva quel bambino, quindi con un semplice espediente di perforare il cuore del bambino con un lungo ago, è stato ucciso nel grembo materno. Lei ha portato la gravidanza a termine e un bambino è nato  vivo –   quello che lei voleva tenersi – e un bambino morto – quello che non voleva. Ciò è stato salutato come un notevole passo avanti. Vi chiedo di fermarvi per un istante e considerare questa domanda: cos’era, appunto, quello che è stato ucciso? Che cos’è quello che non è stato ucciso? La risposta a […]
  • UNA PERSONA CHE DOVRESTI CONOSCERE
    di R.A. Torrey  –  Prima di poter capire correttamente l’opera dello Spirito Santo, bisogna conoscere lo Spirito Santo stesso. Una frequente sorgente di errori e di fanatismo, circa l’opera dello Spirito Santo, è costituita dallo studiare e comprendere l’opera dello Spirito senza prima conoscere lo Spirito come persona. E’ della massima importanza, per quanto concerne l’adorazione, che decidiamo se lo Spirito Santo è una persona divina, atta a […]
  • IL BATTESIMO DELLO SPIRITO SANTO normale esperienza cristiana.
    di LEWI PETHRUS   –    «Or gli apostoli ch’erano a Gerusalemme, avendo inteso che la Samaria aveva ricevuto la Parola di Dio, vi mandarono Pietro e Giovanni. I quali, essendo discesi là, pregarono per loro affinché ricevessero lo Spirito Santo; poiché non era ancora disceso sopra alcuno di loro, ma erano stati soltanto battezzati nel nome del Signor Gesù. Allora imposero loro le mani, ed essi ricevettero lo Spirito Santo». (Atti 8:14-17).  Alla lettura del libro degli Atti, si resta colpiti da una illustrazione nettissima della vita, dell’esperienza, della purezza e della franchezza della chiesa primitiva. Vi si nota un risveglio attivo, profondo, glorioso e vivente ; nato a Gerusalemme, esso si espande in tutte le provincie limitrofe e poi nel mondo intero. La chiesa di Dio […]

Prossimi Eventi

Dai nostri Culti