Una statua di Satana davanti al Parlamento dell’Oklahoma, «pensata come un gioco per bambini»

Dicembre 10, 2013  di Benedetta Frigerio  –  La setta Satanic Temple ha proposto la costruzione di un monumento che sia anche un gioco per i bambini: «Vogliamo che i bimbi vedano che il satanismo è lì dove c’è il divertimento»  Vogliono una statua di satana davanti al Parlamento, anche se, assicurano, sarà «di buon gusto e compatibile con gli standard della comunità». Lucien Greaves, portavoce dei Satanic Temple, i devoti di satana che hanno sede a New York, ha avanzato questa richiesta alla città di Oklahoma City.

«CI AVETE AIUTATI». Come riportato da numerosi media statunitensi, e in Italia oggi dal quotidiano Libero, la città è famosa da quando, nel 2009, riuscì a riportare l’interpretazione della separazione fra Chiesa e Stato come fu intesa dai padri costituenti: per il sostegno senza ingerenze dello Stato alle chiese. Allora fu il deputato repubblicano cristiano, Mike Ritze, il primo a introdurre una legge che permise l’istallazione di monumenti religiosi di fronte a Capitol Hill. Così, con 10 mila dollari di donazioni private, fu costruita una statua che rappresenta la tavola dei 10 comandamenti.
Ora Satanic Temple sta usando proprio di quella norma per chiedere alla Commissione incaricata di vagliare fra diversi soggetti demoniaci, per poi raccogliere fra gli adepti della setta i 20 mila dollari necessari alla costruzione di un monumento. Fra le proposte c’è il classico pentagramma, anche se, ha sottolineato ancora la portavoce, «la mia idea preferita in questo momento è un gioco per i bambini. Vogliamo che i bimbi vedano che il satanismo è lì dove c’è il divertimento».

NON È  TUTTO UGUALE. Greaves ha confermato di voler usare proprio della religiosità presente nel Dna di questo Stato, che si sta battendo per il ristabilimento dei simboli religiosi nei luoghi pubblici: «Il deputato Ritze – ha detto – ha aiutato l’agenda satanica più di quanto nessuno di noi avrebbe potuto fare. Non è che uno va in giro e gli capita di vedere tanti templi satanici, ma quando viene aperto uno spazio pubblico allora sì che anche noi possiamo farci conoscere». La richiesta, infatti, è giunta proprio nel momento in cui lo stato dell’Oklahoma sta pianificando di consentire alle scuole di esporre i simboli cristiani, mentre lo speaker della Camera ha domandato che all’interno di Capitol Hill si possa costruire una cappella secondo le radici giudaico-cristiane dello Stato.
Allo stesso modo, chi si oppone alla costruzione del monumento satanista ha chiarito che non si possono costruire statue che non hanno nulla a che vedere con la tradizione dell’Oklahoma. E, lungi dal rinunciare alla presenza pubblica della religione, hanno ricordato che se negli Usa la libertà religiosa non ha alcun vincolo, l’interpretazione della libertà religiosa da parte della giurisprudenza esclude la protezione di concezioni religiose eterodosse, contrarie all’ordine e alla morale pubblica.

Fonte: Tempi.it 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Vita Cristiana giorno per giorno.

di H. W. Smith- “O voi tutti che siete assetati, venite alle acque, e voi che non avete denaro venite, comprate, mangiate! Venite. comprate senza denaro, senza pagare, vino e latte! Perché spendete denaro per ciò che non è pane, e il frutto delle vostre fatiche per ciò che non sazia? Ascoltatemi attentamente e mangerete ciò che è buono, e l’anima vostra godrà di cibi succulenti! (Isaia 55:1?2) Nell’ambito della nostra esistenza …
Leggi Tutto

Sermone di Roberto Bracco:  “Sono nati da Dio” – Giovanni 1:1-14″ “ma a tutti coloro che lo hanno ricevuto, egli ha dato l’autorità di diventare figli di Dio, a quelli cioè che credono nel suo nome, i quali non sono nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà di uomo, ma sono nati da Dio. ” …
Leggi Tutto

Una Promessa per te: "TI PRESERVERÒ DA OGNI CADUTA FINO A QUANDO SARAI FELICEMENTE NELLA MIA PRESENZA."

“Or a colui che può salvaguardarvi da ogni caduta e farvi comparire davanti alla sua gloria irreprensibili e con grande gioia, all’unico Dio sapiente, il nostro Salvatore, sia gloria, grandezza, dominio e potestà, da ora e per tutte le età. Amen.  (Giuda 24-25) Un giorno, ognuno che ha invocato il nome del Signore starà davanti alla Sua presenza. La promessa di oggi ci incoraggia che in quel giorno …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: I MIEI ANGELI SONO ACCAMPATI INTORNO A COLORO CHE MI TEMONO.

Ci sono molti riferimenti nella Bibbia che parlano di angeli e del loro rapporto con il popolo di Dio. Nel Salmo 91:11 leggiamo che Dio comanda ai suoi angeli di prendersi cura di noi. In Ebrei 1:14 angeli sono chiamati “spiriti servitori” per ministrare coloro che sono “eredi della salvezza”. Nella promessa di oggi dal Salmo 34: 7, leggiamo che “l’Angelo del Signore si accampa intorno a coloro che lo temono …
Leggi Tutto

Promessa per oggi: Un giorno asciugherò ogni tua lacrima e cancellerò ogni tua sofferenza.

E Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi, e non ci sarà più la morte, né cordoglio né grido né fatica, perché le cose di prima son passate» Apocalisse 21:4 La promessa di oggi ci parla di un giorno che viene, quando Dio stesso asciugherà ogni lacrima dai nostri occhi. In quel grande e glorioso giorno, non ci sarà più la morte, non più dolore, non più motivi per …
Leggi Tutto

NON ERANO CHE DEI RAGAZZI

Uno studente dell’Università Yale (Usa), un giorno, intraprese una strenua difesa a favore dell’opera delle missioni al punto che fu espulso dalla sua scuola. Questo giovane si chiamava David Brainerd, grande missionario  e  pioniere  tra  i  Pellirossa.  Il suo diario, pubblicato dopo la sua morte, andò nelle mani di un calzolaio inglese: William Carey, che divenne una “colonna di fuoco”. Dio si usò di lui in India dove …
Leggi Tutto

R.A.Torrey

 di  R.A. TORREY    –   “La potenza appartiene a Dio”. Pertanto è a disposizione dell’uomo. Vi è una cosa che crea la separazione tra Dio e l’uomo: il peccato. Leggiamo in Isaia: “Ecco, la mano del Signore non è troppo corta per salvare, né il suo orecchio troppo duro per udire; ma sono le nostre iniquità quelle che han posto una barriera fra voi e il vostro Dio; sono i vostri peccati quelli …
Leggi Tutto

Signore! Signore!

di Roberto Bracco   –   Questo grido si eleva insistentemente quasi a dimostrare che anche in questi giorni di generale indifferenza esiste un popolo che guarda verso Dio, che parla con Dio, che osserva la legge di Dio. Dalle chiese o dagli individui, dai paesi o dalle città s’innalza e si ripete: Signore, Signore! Non è vero, come affermano alcuni, che non c’è più religione; non è vero che Dio …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti