Grandi Inni: “Because He lives” (Perch’Egli vive)

BILL & GLORIA GAITHER

BECAUSE HE LIVES
(con testo e traduzione)

Senza dubbio alcuno non c’è sulla faccia della terra un fan della Southern Gospel Music che non ha sentito almeno una canzone scritta da Bill e Gloria Gaither. Milioni di americani e di altre nazioni nel mondo cominciano ad amare il Southern Gospel, e la maggior parte di loro può citare una o più canzoni dei Gaithers. I concerti “Homecoming” e i relativi video ne sono il motivo principale.

 Quando Bill e Gloria erano giovani, non ancora sposati, insegnavano nella stessa scuola; cominciarono così a condividere idee sulla musica e sulle canzoni. Gloria sarebbe diventata negli anni successivi

l’autrice dei testi delle loro canzoni, mentre  Bill era forte nella musica. La loro collaborazione, iniziata durante i loro anni di insegnamento in un college, fu il fiorire della coppia di cantautori  più prolifica dei tempi moderni.

Negli anni 90, molti cantanti e cantautori più anziani che ormai erano andati in pensione sono tornati sulla ribalta del canto, da una chiesa all’altra, e da un concerto “Gaither Homecoming” all’altro grazie ai Gaither. Bill e Gloria scrissero la loro prima canzone insieme quasi 50 anni fa. Quasi tutte le loro canzoni, sono nate da un’idea. Di solito, Bill scriveva la parte musicale con un’idea in mente, e poi Gloria, utilizzando la stessa idea, ne aggiungeva le parole. In alcune occasioni, Gloria, come ha rivelato nel suo libro “Fully Alive” scriveva le parole, e poi Bill le metteva in musica. Ad oggi hanno composto circa seicento canzoni con una produzione musicale gigantesca. Ed entrambi sono autori o coautori di numerosi libri.

Le vite dei coniugi Gaithers  però non  sempre ha avuto una navigazione tranquilla. Verso la fine degli anni 60, mentre erano in attesa del loro terzo figlio, passarono un momento alquanto difficile e doloroso. Mentre Bill si stava riprendendo da un attacco di mononucleosi, sia che la moglie Gloria e altri membri della loro chiesa furono oggetto di false accuse e di forti critiche. Fu un periodo di particolare preoccupazione e tormento per Gloria. Con tutto il caos che circondava la sua famiglia, il pensiero di portare un altro bambino alla luce pesava molto su di lei.

gaither

Lei ricorda quando seduta sul divano della sua casa viveva in uno stato di paura e tensione la vigilia di quel Capodanno. Erano tempi difficili in tutta la nazione. Nel  sistema educativo si era infiltrata l’idea  “Dio è morto”, mentre l’abuso di droga e le tensioni razziali erano in vertiginoso aumento. Poi, improvvisamente e inaspettatamente, fu inondata da una dolce, rilassante pace. Come una madre premurosa si china verso la sua bambina, lei sentì che il suo Padre celeste si chinava su di lei, la sua Gloria, per venire in suo soccorso. Il suo panico lasciò il posto a una calma e una certezza che solo il Signore può dare. Lei ora aveva l’assicurazione che il suo futuro sarebbe andato tutto bene, lasciandolo nelle mani di Dio.

Sia Bill e Gloria ricordano che la potenza dello Spirito Santo veniva in loro aiuto. La potenza della risurrezione di Cristo è stata riconfermata nella loro vita e nella loro mente. Per Gloria, era “la vita che vince sulla morte”, come la gioia, ancora una volta di nuovo permeava le circostanze difficili della loro vita.gaither3

Questa esperienza diede vita ad una delle più famose canzoni Southern Gospel del nostro tempo. “Because He Lives” (Perché Egli Vive). La prima strofa è una presentazione del vangelo di Cristo, ricordando la sua morte, sepoltura e risurrezione. Nella seconda strofa vediamo la vita di un nuovo bambino e quel senso di sicurezza e certezza che solo Cristo può dare. Il piccolo può avere una vita vittoriosa perché Cristo vive.

Mentre ci rendiamo conto che Dio tiene nelle Sue mani il futuro, e che Egli rende la vita degna di essere vissuta per tutti coloro che confidano in Lui, possiamo affrontare il domani con tutte le incertezze che contiene.

 

    BECAUSE HE LIVES 

1. – God sent His son, they called Him, Jesus;
He came to love, heal and forgive;
He lived and died to buy my pardon,
An empty grave is there to prove my Savior lives!

 Chorus: Because He lives, I can face tomorrow,
Because He lives, all fear is gone;
Because I know He holds the future,
And life is worth the living,
Just because He lives!

2. – How sweet to hold a newborn baby,
And feel the pride and joy he gives;
But greater still the calm assurance:
This child can face uncertain days
because He Lives!

3. – And then one day, I’ll cross the river,
I’ll fight life’s final war with pain;
And then, as death gives way to vict’ry,
I’ll see the lights of glory and I’ll know He lives!

        PERCH’EGLI VIVE    

1. – Dio mandò il Suo Figlio, lo chiamavano Gesù.
Egli venne per amare, guarire e perdonare.
Visse e morì per acquistare il mio perdono
C’è una tomba vuota che prova che il mio Salvatore vive!

Coro: Perch’Egli vive posso affrontare il domani
Perch’Egli vive ogni paura svanisce.
Perché io so che Egli tiene il futuro
E la vita è degna di essere vissuta
Perch’Egli vive.

  2. – Come dolce tenere un bambino appena nato,
E sentire l’orgoglio e la gioia che egli dà;
Ma più ancora la serena certezza
Che questo bambino può affrontare giorni incerti
Perché Egli vive!

 3. – E quando un giorno,  attraverserò il fiume,
E combatterò l’ultima  guerra della vita con il dolore;
E poi, quando la morte lascerà il posto alla vittoria,
Vedrò le luci della gloria e saprò che Egli vive!

 

 

 

 


I commenti sono chiusi.

Meditazione del giorno

  • Meditazione del giorno: Serenità di fronte alla morte
    In Devotional
    di Giovanni Rostagno  –   “Gesù sapendo che era venuto da Dio e a Dio se ne tornava…”   (Giovanni 13:3)  –   Vi ha mai colpiti la serenità con la quale Gesù considerava la morte, la Sua morte che s’avvicinava? E vi siete mai domandati qual fosse la sorgente di quella serenità infinita?  Ecco: Egli sapeva di tornare a Dio. Già Egli lo aveva detto, ed Egli doveva ripeterlo ancora: Son proceduto dal Padre e son venuto nel mondo; ora lascio il mondo e torno al Padre. Doveva ripeterlo nella sublime preghiera che è stata chiamata la « preghiera sacerdotale », perché è la preghiera dell’oblazione e della santità suprema: Ora, o Padre, [...continua la lettura]

Post meno Recenti

  • SIETE PRONTI PER L’ETERNITÀ?
    di Charles H. Spurgeon  – Il cibo è necessario e indispensabile per mantenere in forza l’organismo umano. Supponiamo die voi diciate un giorno: “Non voglio più mangiare perché non voglio essere uno schiavo del materialismo”. Potete mettervi in viaggio verso una località più sana e soleggiata ma vi accorgerete ben presto che il clima e l’esercizio fisico non sono sufficienti a mantenervi in vita se vi rifiutate di mangiare. Pensate che sarebbe giusto lamentarvi, dicendo: “E’ dure dover morire per rimanere fedele ai miei principi di astinenza dal cibo”? La morte per voi non sarebbe ingiusta se vi ostinate stupidamente a rifiutarvi di mangiare. Lo stesso accade con la fede. Ci sono delle persone che trovano ingiusta la dannazione eterna per coloro che non vogliono porre la loro fede in […]
  • Una promessa per oggi: Io ti libererò dal male e ti salverò fino a portarti nel Mio regno.
    Il Signore mi libererà ancora da ogni opera malvagia e mi salverà fino a portarmi nel suo regno celeste. A lui sia la gloria nei secoli dei secoli. Amen. (2 Timoteo 4:18) L’Apostolo Paolo stava scrivendo a Timoteo, suo figlio spirituale, quando fece questa affermazione. Sappiamo dal racconto della vita di Paolo nella Bibbia che la sua vita è stata difficile. È stato lapidato, battuto con le verghe, ha fatto naufragio, è stato imprigionato e perseguitato più volte. Sono sicuro che ci sono stati momenti in cui ha dovuto lottare con lo scoraggiamento. Ma anche attraverso i momenti più bui, sappiamo che alla fine è arrivato in un luogo dove, come egli dice in Romani 8:38, nulla delle cose sulla terra e di quelle nei cieli, avrebbe mai potuto separarlo dall’amore di Dio, in Gesù Cristo. […]
  • POTENZA NELLA VITA CRISTIANA
    di ROBERTO BRACCO  –  I discepoli, riuniti e in attesa, nell’alto solaio di Gerusalemme, non sapevano, almeno così sembra, in che modo si sarebbe adempiuta la promessa di Gesù: “Voi riceverete potenza” (Atti 1:8) …, ma sapevano, però, che la loro vita sarebbe stata rivestita di una forza soprannaturale, necessaria per rendere una testimonianza fedele al loro Signore e Salvatore. Possiamo subito dire che essere testimoni voleva dire per loro vivere la vita cristiana, e ricevere quanto promesso da Gesù voleva dire ottenere la forza necessaria per una testimonianza fedele, cioè per una vita piena. Il giorno della Pentecoste udirono il suono di un vento impetuoso e forse rimasero sorpresi di quel fenomeno; videro delle “lingue di fuoco” … e forse rimasero […]
  • PUNTI CONTROVERSI
    Indice:  Introduzione Faccia parte d’ogni suo bene Il carname e le aquile Verecondia e modestia Se hanno fatto queste cose al legno verde Pasti di carità Sarà salvata partorendo figli Culto cristiano La moglie di Caino Onora tuo padre e tua madre In man di Satana  Introduzione  Questo volumetto è dedicato a tutti coloro che fanno della Bibbia l’alimento e la gioia della loro anima. E’ uno scritto senza pretese che si rivolge esclusivamente a quella categoria di credenti che anelano trovare quotidianamente nuova luce e che perciò sono disposti a rinnovare, mediante la lettura, quel dialogo spirituale capace di sviluppare, più che la conoscenza, quello spirito investigativo che è necessario per penetrare nel significato delle scritture. […]
  • GUARDATE DI NON TURBARVI
    di W.C MOORE   –   Mentre era ancora sulla terra, Gesù ;pregò il Suo e nostro Padre : « Io non Ti prego che Tu li tolga dal mondo, ma che Tu li preservi dal male » (Giovanni 20:17 – Giovanni 17:15).  Gesù quale Figlio di Dio, conosceva, e preannuncio, i tempi pericolosi, in cui noi viviamo. «Voi udrete parlare di guerre e di rumori di guerre; guardate di non turbarvi»  (Matteo 24:6). Sapeva che, con i cuori degli uomini che vengono meno per la paura (Luca 21:26) e con le guerre etc., ci sarebbe stato un grave pericolo che anche i Suoi seguaci fossero assaliti dal terrore. Perciò, alla descrizione degli orrori degli ultimi tempi, aggiunge questa parola di FEDE molto necessaria. «Guardate di non turbarvi». In Giovanni 16:33 Gesù dice: «Nel mondo avrete tribolazioni’. MA […]
  • Dio Opera Attraverso Le Chiese.
     di  VANCE HAVNER Gesù Cristo affidò a comunità locali il compito li continuare la Sua opera. Nell’ultimo capitolo delle età della Chiesa, Egli sta ancora parlando a definite comunità in vari luoghi. Sarebbe un grande giorno per le nostre chiese se esse fossero persuase ad interrompere ciò che stanno facendo per ascoltare l’ultimo messaggio del Signore per esse. Ripetutamente Egli fece questa esortazione: “Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese” (Apocalisse 3:13). Ma noi siamo così indaffarati con le nostre iniziative che non udiamo la Sua voce. Noi cerchiamo di operare in modo consuetudinario, mentre occorrerebbe operare diversamente. E’ un momento di grande disperazione per l’America, per il mondo, per la causa del Vangelo!   […]

Prossimi Eventi

Dai nostri Culti