ATTENZIONE PERICOLO! HALLOWEEN.

Oggi, nel mondo intero, Halloween è la festa più importante dell’anno per i satanismi. Anzi, il 31 ottobre è anche il nuovo anno per il calendario degli stregoni. La World Book Enciclopedia afferma che questa data segna l’inizio di tutto ciò che è “freddo, nero e morte”.
Un pò di storia:   300 anni prima di Cristo, una società segreta di sacerdoti pagani controllava l’intero mondo celtico. Ogni anno, il 31 ottobre, giorno di Halloween, costoro celebravano la festa in  onore  del loro dio pagano signore della morte. Questi sacerdoti passavano da una  porta all’altra, chiedendo delle offerte per il loro dio ed esigevano anche dei sacrifici umani! Per chi apriva l’ingresso di casa, era appunto il momento della  scelta la cui eco è rimasta nell’impressione inglese “trick ortreat”, cioè “malasorte o regalo”. In caso di rifiuto, infatti, pronunciavano delle maledizioni di morte su quella famiglia.  Per  illuminare il loro cammino,  questi sacerdoti  portavano  delle  rape  svuotate e ritagliate sulla forma del viso, nelle quali ardevano delle candele ottenute con l’adipe umano dei sacrifici precedentemente offerti. Le zucche rappresentavano lo spirito che avrebbe  reso efficace le loro maledizioni.

La festa fissata per  l’ultimo giorno del mese di ottobre,  che si sta  diffondendo anche nel nostro  paese,  rappresenta quindi il ricordo dei vecchi riti celtici che celebravano  l’incontro  tra il mondo  terreno e  quello delle tenebre e durante i quali venivano anche realizzati degli incantesimi volti a proteggere i beni terreni contro la potenza dei demoni. La ricorrenza commemorava l’entrata nella fase più triste dell’anno, quella dell’inverno.

Si credeva infatti che in quella sera le anime dei trapassati venissero a visitare i viventi. Per questo era l’occasione propizia per ogni sorta di pratiche occulte: invocazione degli spiriti, dei demoni, della notte e della morte appunto.

Nel XVIII e XIX secolo, quando questo costume giunse negli Stati Uniti d’America con gli emigranti irlandesi, le rape sono state sostituite con le zucche. Il nome attribuito allo spirito che si trovava all’interno della zucca era Jock, che è diventato in inglese Jack che abita dentro la zucca trasformata in lampada, da cui “Jack della lanterna”.

Il pericolo

Il nome  Halloween deriva dall’espressione  “All Hallow’s Eve”  che tradotto vuol dire “Vigilia d’Ognissanti”. In realtà, come abbiamo visto, le origini di Halloween sono  completamente pagane  e  non hanno alcuna relazione con questa festa religiosa.  Ai nostri giorni,  sappiamo  per  certo  che  in alcune parti del mondo, per esempio in Australia,  Stati Uniti e Francia,  i satanismi offrono dei sacrifici umani proprio quella notte. Quindi,  quando  vediamo i nostri figli chiedere caramelle o doni di casa in casa,  la  cosa  potrà sembrare inoffensiva e divertente, ma non li stiamo forse associando, senza esserne pienamente consapevoli, ad un rituale alquanto oscuro? Quale impressione resterà nel loro subconscio di tutto questo? Nel terzo millennio non abbiamo altro da offrire ai nostri figli che l’immagine di ciò che è triste, oscuro e demoniaco? Per soddisfare la motivazione ed il desiderio di quanti  si propongono  fini  esclusivamente commerciali e lucrativi, siamo noi disposti a segnare la loro psiche ed a turbare la loro coscienza con un rituale che riecheggia pratiche collegate con il mondo delle tenebre e dei demoni?

Fonte: Cristiani oggi. 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Non siamo protestanti.

di ROBERTO BRACCO   –    –  Il 10 dicembre 1520 Martin Lutero, l’impetuoso agostiniano che ha legato il proprio nome a quel movimento di riforma religiosa che rappresenta l’avvenimento più sensazionale dello infuocato XVI secolo, bruciava pubblicamente la bolla papale che decretava la sua scomunica e protestava così, nel modo più audace contro la chiesa di Roma.     Il 19 aprile 1529 i Principi che avevano apertamente aderito al …
Leggi Tutto

Leonard Ravenhill

VIDEO –   “Siamo disposti a bere dalla Sua coppa?”   –   Un altro sermone di Leonard Ravenhill che tratta di un tema fondamentale specialmente in questi giorni di caos e corruzione nella Chiesa, il risveglio! Tutti lo vogliono, ma nessuno prega per averlo, tutti ne parlano ma nessuno lo vuole, per avere un risveglio bisogna pagare un prezzo tremendo, un prezzo che lo stesso Gesù ha …
Leggi Tutto

folla

di J. FLOYD WILLIAMS   –  I primi cristiani che fidavano interamente nella potenza dello Spirito Santo videro risultati meravigliosi e furono invincibili. L’idolatria fu frantumata; i templi pagani si svuotarono; moltiplicate centinaia e migliaia di persone si convertirono a Cristo. Nel breve lasso di pochi mesi l’onda della vittoria raggiunse Roma, tanto che finalmente nelle corti imperiali di Cesare vi erano di quelli che erano fedeli al …
Leggi Tutto

IL BATTESIMO NELLO SPIRITO SANTO

di ROBERTO BRACCO  –  Ogni volta che il libro degli Atti si sofferma a descrivere il battesimo nello Spirito, la terminologia acquista accenti altamente vibranti. Questa celestiale esperienza cristiana viene costantemente presentata come una delle più genuine ed evidenti manifestazioni della gloria e della potenza di Dio. I credenti non vengono riscaldati da una sensazione passeggera o agitati da un’emozione  fugace,   ma   vengono   attraversati   e   riempiti   da   una   potenza …
Leggi Tutto

IL MIRACOLO DI ALMOLONGA

Fino ad alcuni anni fa questa città del Guatemala era dominata da paganesimo e povertà. Oggi più del 90 percento delle persone sono Cristiani evangelici. E’ la sorprendente storia di come la preghiera porta trasformazione …
Leggi Tutto

METTERE DIO AL PRIMO POSTO NELLA PROPRIA CASA

di Rex Humbard –  “Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una sola carne”. Genesi 2:24  –  Così come madre aquila protegge i suoi piccini e allo stesso modo li guarda mentre sviluppano l’abilità dell’avere cura di loro stessi, così ogni membro di una casa cristiana dovrebbe proteggere ed incoraggiare gli altri della sua stessa casa. Il matrimonio …
Leggi Tutto

Grandi inni: Just as I am - (Così qual sono).

Questo famoso inno è stato composto da Charlotte Elliott.  Fin dalla sua giovane età Charlotte era consapevole della sua natura peccaminosa e della sua incapacità a resistere alle lusinghe del peccato. Crescendo, Charlotte si sentiva sempre più indegna della grazia di Dio e insufficiente  di fronte a un Dio perfetto e giusto. Chiese aiuto a molti pastori, i quali la consigliavano di pregare di più, di studiare la …
Leggi Tutto

Ehi Dio! Ci sei?

di Frank Foglio  –  Bellissima testimonianza di una famiglia italiana emigrata in America   –  Era 1925 la mia famiglia; la famiglia Foglio, italiani emigrati in America del nord in Pennsylvania, ci trasferimmo dalla nostra abitazione in una grande fattoria, con novantacinque acri con una grande casa colonica. Un giorno, papà fece una proposta a un uomo di colore, un certo Slim Hopper. Che se avrebbe arato la nostra terra …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti