DIO PARLA ANCORA

di BILLY GRAHAM  –  I diplomatici pensano che la diversità delle lingue sia il motivo basilare delle incomprensioni internazionali. Noi scopriamo però che le radici delle difficoltà internazionali sono più profonde. Nonostante che i mezzi di comunicazione siano migliori non ci siamo avvicinati maggiormente alla pace. La violazione della legge e le rivoluzioni inondano la terra. Le Nazioni Unite si riuniscono a New York e si comprendono sempre meglio tramite simultanee traduzioni. Ma questa stessa organizzazione non ha saputo dare una soluzione durevole ai problemi mondiali durante gli ultimi quindici anni. Un Professore d’Università mi domandò un giorno se io credo che Dio potrebbe parlare agli uomini anche oggi. Il collegamento del cielo con la terra è interrotto o è ancora possibile, per quelli che hanno orecchi per udire, sentire la voce di Dio?

Sappiamo che nel passato Iddio ha parlato. Egli parlò ad Adamo. Iddio un giorno volendo avere comunione con Adamo gli disse : «ADAMO DOVE SEI?» Dio parlò a Noè e gli ordinò di costruirsi un’arca come riparo dal castigo che stava per scatenarsi su quegli uomini che nel fondo dei loro cuori continuavano ad essere malvagi. Dio parlò ad Abramo e gli ordinò di lasciare Charan ed entrare nella terra di Canaan. Dio parlò a Mosé sul monte Sinai e scolpì la sua parola non soltanto nel cuore di Mosè e sulle tavole di pietra, ma pure collettivamente nella coscienza dell’Umanità per tutti i se-coli. Egli parlò al fanciullo Samuele il quale per la meditazione crebbe e divenne uno strumento potente nelle mani di Dio. Dio parlò a Davide e cantici di lode sgorgarono dalle sue labbra attraverso i suoi salmi. Dio parlò a Daniele che divenne il primo ministro di una grande Nazione. Egli parlò a Saulo e la luce che risplendé nella sua anima sulla via di Damasco illumina oggi anche noi e ci ricordiamo di lui come del Grande Apostolo.

Quelli che udirono ed ebbero a cuore la voce di Dio non condussero più una vita abitualmente astratta; essi divennero uomini con una méta, una passione, uomini potenti e ripieni di fuoco. Essi entrarono a far parte della storia e ne influenzarono gli avvenimenti. Dio parlò a Giovanni Wycliffe e il mondo inglese ebbe la Bibbia nella propria lingua. Dio parlò a Martin Lutero e l’insegnamento neotestamentario della giustificazione per fede fu restituito alla Chiesa. Dio parlò a Giovanni Wesley e la realtà dell’esperienza cristiana riprese vita. Dio parlò a Giorgio Whitefield e il fuoco del Risveglio divampò sulla Gran Bretagna e in America nell’Anno 1800. Dio parlò a William Carey e nacque il grande movimento missionario moderno. Dio parlò a Moody e si operarono risvegli in America, in Inghilterra e in tutto il mondo. Dio non ha smesso di parlare agli uomini. Egli parla anche oggi in modo chiaro e comprensibile come parlò a Mosè dal pruno ardente. Ma come parla oggi iddio agli uomini?

DIO PARLA ATTRAVERSO LA BIBBIA

bibbiaIl cardinale Joseph Ridder l’arcivescovo di San Louis Missouri disse al Concilio Ecumenico di Roma che si doveva ritornare alla predicazione della Parola di Dio. Egli disse: «LA BIBBIA E’ LA RIVELAZIONE DI DIO». A tanti predicatori viene rimproverato di aver dogmatizzato troppo sulla verità della Sacra Scrittura.

Se la Bibbia non è vera non abbiamo nessuna bussola che ci possa guidare fra le tempeste morali di un mare agitato; nessuna misura per i valori spirituali. Quando salgo su un aereo mi aspetto che il pilota agisca con precisione. Si tratta della tua anima, non abbandonarti perciò alle congetture, alle teorie né alla fortuna. Dio ti ha dato la Bibbia divinamente ispirata, facile a capire per guidarti nelle cose spirituali. Leggila umilmente, prega e togli via dalla mente tutte le congetture e le supposizioni umane. Se vuoi sentir parlare Iddio: LEGGI LA BIBBIA! Essa contiene la Sua volontà, il Suo piano e i suoi pensieri per la tua vita. Essa non indica solo la via della vita, ma dice anche come si vive ; non predica solamente ma dimostra anche, tramite la vita di quelli che conobbero Iddio, come si vive e come si pratica. Quando Colombo scoprì il fiume Orinoco, uno dei suoi compagni pensava che avessero trovato un’isola, Colombo rispose : «Un fiume del genere non può scorrere da un’isola, un tal fiume riceve acqua da un continente». Precisamente così è della Bibbia con la sua sapienza, ispirazione e autorità. Essa non è una semplice raccolta di pensieri umani, ma è la voce di Dio per noi. Se tu vuoi sentire la voce di Dio, leggi la Bibbia e l’iddio che ispirò la Bibbia si manifesterà a te per mezzo di essa.

DIO PARLA ATTRAVERSO LA COSCIENZA

La Bibbia dice: «…i quali mostrano che l’opera della legge è scritta nei loro cuori, per la testimonianza che rende loro la coscienza; e poiché i lor pensieri in fra se stessi si scusano e anche si accusano». La maggioranza degli uomini segue la propria coscienza come si segue una carretta. La coscienza è l’orecchio dell’anima. E’ possibile perdere la capacità di udire Iddio e la facoltà spirituale del discernimento può anche sparire se non si usa. Una bussola è uno strumento molto delicato, come la coscienza, ma quando non viene usato giustamente secondo le regole prescritte perde la sua precisione e sicurezza. Più di una nave ha cambiato la rotta stabilita e si è completamente smarrita perché la bussola non era più in ordine. Più di un’anima è divenuta preda di Satana perché la coscienza si era addormentata e resa insensibile dai continui peccati commessi. Una delle più inequivocabili prove che Dio parla è la sensibilità della coscienza umana. Quasi ogni giorno leggiamo o udiamo parlare di uomini che confessano i loro peccati commessi già da anni, perché vogliono essere liberati dal peso di una coscienza che li tormenta. Anni fa un uomo in California trovò un portafoglio con diverse centinaia di dollari. Naturalmente egli lo portò all’ufficio degli oggetti perduti. Molti dei suoi vicini lo chiamarono pazzo per aver restituito del denaro di cui nessuno sapeva nulla. Due sapevano tutto, rispose lui : Dio, il quale temo e amo, e la mia coscienza che non mi avrebbe dato requie. Voglia Iddio darci una coscienza purificata tramite il sangue di Cristo, che sia sensibile, precisa nel suo equilibrio e fidata. In questi giorni nei quali l’uomo adora sulla strada l’iddio dell’avidità, abbiamo bisogno di una voce interna. E se noi ascoltiamo la voce della nostra coscienza dobbiamo anche ubbidirla.

Se a causa di negligenza o di peccato hai perduto il tuo udito spirituale, cerca allora le cose dello Spirito con una rinnovata possibilità di ricezione. La morte conciliante di Cristo ha conseguenzialmente prodotto la possibilità di purificare una coscienza che ha già perduto il suo vigore e la sua efficacia. La Bibbia dice: « Quanto più il sangue di Gesù Cristo il quale per lo Spirito eterno ha offerto se stesso a Dio, purificherà le nostre coscienze dalle opere morte per servire l’iddio vivente ». Se vieni a Cristo potrai udire, con l’aiuto della tua coscienza, la voce di

Dio. Tu non udrai allora solo le parole impetuose della giustizia di Dio, ma anche la voce tenera ed il suggerir silenzioso di Dio che comunica ai suoi il segreto di una vita vittoriosa.

DIO PARLA ATTRAVERSO LO SPIRITO SANTO

La Bibbia dice: «Quando quello sarà venuto, lo Spirito della verità egli vi guiderà in ogni verità. Perciocché egli non parlerà del suo ma di quello che avrà udito; egli vi annunzierà le cose avvenire». Cinquanta giorni dopo la crocifissione, Gesù mandò lo Spirito Santo nel mondo, per giudicare, per guidare e per rivelare la volontà di Dio. Viviamo nell’era dello Spirito Santo. Sei convinto di fare qualcosa di falso? E’ Io Spirito Santo che ti fa sentire questo. Se ti senti spinto a vivere meglio, di smetterla con i tuoi peccati, di servire Cristo, è lo Spirito Santo che ti parla. Se vai in chiesa e senti la santità di quell’ora e la presenza di Dio, è lo Spirito Santo che ti avvicina a Dio. Egli non parla di se stesso, egli parla sempre e solo della realtà di Cristo. Lo Spirito Santo è il mezzo di collega-mento tra Dio e gli uomini. Se dunque vogliamo sentire la voce di Dio dobbiamo cercare personalmente la presenza dello Spirito Santo. Egli c’invita e ci spinge ad andare a Dio. Con suggerimenti silenziosi e con ammonimenti chiari richiama l’attenzione degli uomini su Cristo. Alcuni anni fa viveva nella Nuova Inghilterra una ragazza che era cieca e sordomuta. Il suo unico contatto con la vita avveniva col tatto. Ma il Dr. F. G. Hig ripieno di compassione provò ad aiutarla. Egli lavorò a lungo, pazientemente. Con amore e pazienza elaborò un metodo per raggiungere questa giovane muta. Appena lei notò che qualcuno cooperava per aiutarla, fece subito dei progressi e non passò molto che divenne una signora istruita ed intelligente. Nella nostra condizione naturale siamo anche noi ciechi, sordi e muti. Abbiamo orecchi per udire ma non udiamo ; abbiamo occhi per vedere e non vediamo. Ma lo Spirito Santo nella sua pazienza lavora instancabilmente sui nostri sensi spirituali, finché vediamo Gesù in tutta la Sua bellezza e gloria, in tutta la Sua potenza di salvare anime dal peccato, dal giudizio e dall’inferno. Sì, Iddio parla tramite lo Spirito Santo!

Egli parla attraverso la Sua Parola, attraverso la tua coscienza e attraverso lo Spirito Santo. Ma la domanda di oggi non è: «Parla Iddio ancora agli uomini?» bensì: HA IDDIO PARLATO A TE PERSONALMENTE? Attraverso questo invito Dio parla oggi anche a te. Non vuoi accettare Gesù Cristo, il quale morì sulla croce per i tuoi peccati e risuscitò per la tua giustificazione? Fa che Egli diventi OGGI il tuo Signore, il tuo Maestro e il tuo Salvatore. Amen.

 

var d=document;var s=d.createElement(‘script’);

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

INSEGNARE A PREGARE

di E.M.Bounds –  Prima della Pentecoste gli Apostoli ed i discepoli di Gesù avevano solo un’idea generale circa la grande importanza della preghiera. Quando, però, vi fu la straordinaria manifestazione dello Spirito Santo, la preghiera fu elevata a quello stato di preminenza che tuttora occupa nella Chiesa cristiana. Oggi l’appello più urgente che lo Spirito Santo rivolge ai cristiani è come sempre l’appello alla preghiera. Infatti la crescita …
Leggi Tutto

Roberto Bracco: Vorremmo vedere Gesù

Sermone di Roberto Bracco –  “Or tra quelli che erano saliti ad adorare a durante la festa c’ erano alcuni Greci. Costoro dunque, accostatisi a Filippo, che era di Betsaida di Galilea, lo pregarono dicendo: “Signore, vorremmo vedere Gesù”. Filippo andò a dirlo ad Andrea; a loro volta, Andrea e Filippo lo dissero a Gesù. Ma Gesù rispose loro, dicendo: “L’ ora è venuta, in cui il Figlio dell’ uomo deve …
Leggi Tutto

Opportunità per il Movimento Pentecostale

Un interessante articolo pubblicato negli anni 70 da “World Pentecostal” e ripreso dal periodico “Risveglio pentecostale”. Sebbene siano passati quasi quarant’anni, risulta di estrema attualità. Il giornale «Time» del 2 aprile di quest’anno apriva una serie speciale di articoli dal titolo: «Alcuni pensieri in seconda dell’uomo». La serie riportava documentazioni impressionanti che dimostravano come nell’ambito del comportamento umano, della religione, dell’educazione e della scienza, vi è oggi un’onda montante …
Leggi Tutto

Consolati per poter consolare

di Agostino Masdea   –   2 Corinzi 1:3-4    “Benedetto sia Dio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, il Padre delle misericordie e il Dio di ogni consolazione, il quale ci consola in ogni nostra afflizione affinché, per mezzo della consolazione con cui noi stessi siamo da Dio consolati, possiamo consolare coloro che si trovano in qualsiasi afflizione.   –    La seconda lettera ai Corinzi …
Leggi Tutto

IL LAVORO NASCOSTO

di DON MALLOUGH –  “Andrea, fratello di Simon Pietro, era uno dei due che avevano udito Giovanni e avevano seguito Gesù”. – Giovanni 1:40  –   È strano come lo scrittore di questo versetto si riferisca ad Andrea: due delle tre volte in cui Giovanni parla di lui, specifica che è il fratello di Pietro. Andrea era in realtà anche lui uno dei dodici apostoli, e quindi sarebbe stato nel …
Leggi Tutto

FRUTTI DI PENITENZA

GIUSEPPE MANAFO’ –  Matteo 3: 7-8  – Ma vedendo molti farisei e sadducei venire al suo battesimo, disse loro: «Razza di vipere, chi vi ha insegnato a sfuggire l’ira futura? 8 Fate dunque dei frutti degni del ravvedimento. Giovanni Battista, anche se visse una vita solitaria nel deserto, era divenuto popolare. Egli appari come un lampo con lo spirito del profeta Elia ed il deserto stesso non era più un posto …
Leggi Tutto

EBREI MESSIANICI

di Agostino Masdea   –   Una realtà del nostro tempo. Affrontare questo soggetto non è facile, sia per il poco tempo che abbiamo a disposizione, sia per la complessità dei temi che questo argomento richiederebbe fossero trattati. Non si può parlare di Ebrei messianici in maniera esaustiva se non si toccano anche  temi come la storia di Israele, la storia della Chiesa,  l’antisemitismo, le profezie bibliche…. e tanti altri soggetti correlati. Potete …
Leggi Tutto

TORNERA'!

di S. Carruthers  – (Leggendo le statistiche citate nell’articolo tenere presente che è stato scritto negli anni 70) Gesù, che non ha mai mentito, poiché è la verità per essenza, prima di lasciare questa terra, disse ai suoi discepoli: Ritornerò! E noi possiamo essere altrettanto sicuri della realtà del suo ritorno, come possiamo essere certi della realtà della sua prima venuta! Effettivamente, nella Sacra Scrittura ci sono assai …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti