«PARLERANNO IN ALTRE LINGUE»

di  A. THOMAS BRES   –   Questo segno è incompreso, criticato e combattuto da molti e anche da alcuni cristiani. Gli uni lo con­siderano una pazzia, il risultato di un disturbo mentale; gli altri un fenomeno spiritista, diabolico. Sono rari quelli che ne parlano con serenità e che si dimostrano scevri da pre­giudizi.

Tra le obiezioni che spesso si fanno in mezzo ai cristiani, c’è questa: — Il Signore Gesù, il nostro divino modello, non ha mai parlato in lingue e non ha mai insegnato nulla intorno a questo soggetto.

Si dimentica il passo di Marco (Cap. 16, 15-18), in cui il Signore, dopo aver dichiarato: «Questi sono i segni che ac­compagneranno coloro che avranno creduto…», aggiunge una lista di miracoli: cacciare i demoni, bere senza danno delle bevande velenose, toccare dei serpenti, guarire dei malati. Nessuno può negare che in questa lista, evidentemente miracolosa, si trova scritta in uno dei primi posti questa, afferma­zione: PARLERANNO IN LINGUE NUOVE. Il pensiero che viene immediatamente allo spirito è che effettivamente i di­scepoli di Gesù, per evangelizzare il mondo, si sarebbero do­vuti mettere a studiare e a parlare molte lingue da essi igno­rate. Anche oggi coloro che negli istituti missionari si pre­parano a partire per l’evangelizzazione delle nazioni pagane devono apprendere delle lingue nuove. Bisogna intendere così le parole di Gesù? Questa spiegazione, di cui molti si conten­tano, a rifletterci bene, si rivela insufficiente.
La frase «Parleranno in lingue nuove» non può essere isolata dal suo contesto. Essa figura in una lista di miracoli o di segni straordinari: è forse un miracolo imparare una nuova lingua? non è al contrario una delle cose più naturali e più frequenti? Ogni giorno si vedono migliaia di persone che stu­diano e che parlano delle lingue nuove: a nessuno viene in mente di considerare questo fatto come una cosa straordi­naria, pari, ad esempio, a quella di cacciare i demoni o di guarire con l’imposizione delle mani.

Noi crediamo di essere nella verità stimando che le citate parole di Marco (16, 17) non possono avere il senso di cui sopra si è detto: la nostra Bibbia infatti non contiene ine­sattezze e perciò non può porre in una lista di miracoli una cosa che non lo è affatto.

Studiando il significato della dichiarazione del Maestro:

«Parleranno in lingue nuove», noi non troviamo che una sola spiegazione: la manifestazione del giorno di Pentecoste, che fu veramente un segno straordinario, ripetutosi, malgrado le eclissi, attraverso i secoli. Oggi è esperimentato da milioni di anime. Esso risponde perfettamente alle parole: «Or questi sono i segni che accompagneranno coloro che avranno creduto».

Questo fatto ci appare non come un fenomeno di origine dubbia, ma come un segno annunziato dal Signore stesso e che, per conseguenza, ha diritto alla nostra più rispettosa attenzione. Esso poggia sull’autorità della stessa parola di Dio.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

QUANDO GESU' PENETRA IN UNA PRIGIONE

Era l’inverno di guerra 1939-40. Ecco che cosa poté fare la grazia di Dio, fra le più crudeli scene dell’odio umano. Un ingegnere finlandese, ben conosciuto, narra i fatti seguenti: Avevamo riconquistata una città che i nemici ci avevano presa. In quell’occasione ebbi da custodire un buon numero di prigionieri russi: sette di essi dovevano esser fucilati la mattina seguente. Non dimenticherò mai la domenica che precedette quell’esecuzione …
Leggi Tutto

Opportunità per il Movimento Pentecostale

Un interessante articolo pubblicato negli anni 70 da “World Pentecostal” e ripreso dal periodico “Risveglio pentecostale”. Sebbene siano passati quasi quarant’anni, risulta di estrema attualità. Il giornale «Time» del 2 aprile di quest’anno apriva una serie speciale di articoli dal titolo: «Alcuni pensieri in seconda dell’uomo». La serie riportava documentazioni impressionanti che dimostravano come nell’ambito del comportamento umano, della religione, dell’educazione e della scienza, vi è oggi un’onda montante …
Leggi Tutto

IL VERO AMORE ASPETTA

True love waits         7 BUGIE SULL’AMORE   –    Prendiamo in esame sette bugie sull’amore e scopriremo la verità sul vero amore.   BUGIA N. 1: Il sesso crea fiducia! Una ragazza ci ha scritto la lettera seguente: «Sono alla continua ricerca d’amore. Ma l’unica forma di amore che conosco è quella fisica, il sesso. Nella mia vita sono già andata a letto con   …
Leggi Tutto

LA VITA E IL MINISTERO DI DWIGHT L. MOODY

LA VITA E IL MINISTERO DI DWIGHT LYMAN MOODY – 5 febbraio 1837 – 22 dicembre 1899 Moody disse: “sono l’uomo più sopravvalutato d’America”, ai giornalisti nel 1870 dopo aver tenuto con successo le sue riunioni di risveglio a Philadelphia e a New York. Egli chiamava se stesso “solo un portavoce e l’espressione di una profonda e misteriosa onda di sentimenti religiosi che stava attraversando la nazione.” Ed …
Leggi Tutto

Non dare spazio al lamento e all'insoddisfazione

di  BOB GASS –  “Sono dei mormoratori, degli scontenti”.  –   Jon Gordon scrive: “Un’amica di mia moglie, Rachel, si lamentava di continuo del suo lavoro… l’azienda, l’economia, il calo delle vendite… Ad un certo punto sono intervenuto nella conversazione: “In fondo è semplice, ho detto, devi fare una scelta. Puoi decidere di accettare le nuove politiche aziendali, andare al lavoro con un’attitudine costruttiva e dare il meglio, oppure puoi …
Leggi Tutto

GRANDI INNI: ROCK OF AGES (ROCCA ETERNA)

Questo famoso inno è stato composto da Augustus Montague Toplady (1740 – 1778). Fin da ragazzo l’autore dimostrò delle qualità straordinarie. Suo padre morì quando egli era ancora bambino e fu allevato da sua madre che lo adorava e lo viziava. Egli non piaceva ai suoi compagni e nemmeno ai suoi parenti, in parte per la sua straordinaria intelligenza, e in parte perché era malaticcio e nevrotico. Fu oggetto di molte …
Leggi Tutto

Argomenti Biblici

COMUNIONE CON DIO

COMUNIONE CON DIO

di George Muller  -  Il Signore mi ha insegnato la verità, che per parecchi anni mi è stata utilissima per ...
Leggi Tutto
LA VIA DELLA COMUNIONE

LA VIA DELLA COMUNIONE

di ROY HESSION  -   La caduta, che è il momento nel quale l’uomo scelse se stesso anziché Dio come centro ...
Leggi Tutto
La nostra comunione è col Padre.

La nostra comunione è col Padre.

di Roberto Bracco  -  E la nostra comunione è col Padre.   1 Giovanni 1:3 La religione è oggi intesa, più che ...
Leggi Tutto
Comunione o Comunella?

Comunione o Comunella?

di Felice Leveque  |  Comunella significa associazione, accordo, specialmente per scopi equivoci. Alcuni suoi sinonimi sono combriccola, combutta, cricca. Anche se ...
Leggi Tutto
Comunione con Lui

Comunione con Lui

di C.H. Spurgeon  -  Se diciamo di avere comunione con lui e camminiamo nelle tenebre, noi mentiamo e non mettiamo ...
Leggi Tutto
CAMMINO' CON DIO

CAMMINO’ CON DIO

di DONALD GEE - La storia di Enoc, descritta per sommi capi in poche righe, ha sempre racchiuso un certo ...
Leggi Tutto

Dai nostri Culti