Un Salvatore vivente!

Atti 2:22-36   –   La madre di un bambino di nove anni, di nome Marco, nel bel mezzo del pomeriggio ricevette una telefonata. Era l’insegnante di suo figlio che chiamava dalla scuola.  ” Mrs. Smith, qualcosa di strano è successo oggi in classe (terza elementare) di suo figlio. Suo figlio mi ha sorpresa così tanto con qualcosa che penso lei debba sapere subito.” La mamma cominciò a preoccuparsi.  L’insegnante continuò, “In tutti i miei anni di insegnamento non mi è mai accaduta una cosa così. Questa mattina stavo svolgendo una lezione sulla scrittura creativa.  E come faccio sempre, ho raccontato la storia della formica e della cicala: La formica lavora duro tutta l’estate e mette da parte un bel pò di cibo. Ma la cicala canta tutta l’estate e non lavora. Poi arriva l’inverno. La cicala che sta morendo di fame perché non ha cibo, comincia a chiedere l’elemosina; “Per favore signora formica, voi avete molto cibo. Per favore datemi da mangiare qualcosa.”

A questo punto, prosegui l’insegnante, dissi: ” Ragazzi e ragazze, il vostro compito è quello di scrivere il finale alla storia. Suo figlio, Marco, ha alzato la mano”.
– “Maestra, posso fare un disegno?” – “Beh, sì, Marco, se vuoi, puoi fare un disegno. Ma prima di tutto devi scrivere il finale della storia. “ –  Come in tutti gli anni precedenti, la maggior parte degli studenti hanno scritto che la formica condivise il suo cibo per tutto l’inverno, e sia la formica che la cicala sono sopravvissute.  Alcuni bambini hanno scritto, -“No, signora cicala. Avresti dovuto lavorare in estate. Ora, il cibo che ho è appena sufficiente per me.”  – Così la formica visse e la cicala morì.”  

Ma suo figlio ha concluso la storia in modo diverso da qualsiasi altro bambino. Egli ha scritto: “Così la formica ha dato tutto il suo cibo alla cicala…  la cicala visse per tutto l’inverno, ma la formica morì”  E nella parte inferiore della pagina Marco ha disegnato tre croci .”

Considera l’opera che Gesù Cristo ha compiuto per noi morendo sulla croce!

Egli aveva tutto. Egli ha lasciato tutto per venire sulla terra. Egli Ha dato tutto.  Egli è morto per noi perché è stato il nostro peccato che Lo ha inchiodato sulla croce.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

10 errori che le persone fanno con l'Oroscopo:

Velocissimo messaggio pensato per farti pensare …di MIKE CAMPAGNA . 1. Lo vedono come una cosa innocua. (Una cosa comune). 2. Non sanno di essere parte di un sistema globale dell’occulto condannato dalla Bibbia. (Deuteronomio 18:10-12) 3. Dimenticano che nessuno conosce il futuro, all’infuori di Dio. (Daniele 2:27-28) 4. Ignorano che gli oroscopi sono creati in modo generalizzato affinché chi legge possa determinare/concludere qualsiasi cosa. 5. Consultandolo dimostrano …
Leggi Tutto

EVITARE I PARAGONI

Poiché noi non abbiamo il coraggio di classificarci o confrontarci con certuni che si raccomandano da sé; i quali però, misurandosi secondo la loro propria misura e paragonandosi tra di loro stessi, mancano d’intelligenza. 2 Corinti 10:12 La pubblicità è spesso orientata a far si che le persone si sforzino di guardare il meglio, essere i migliori, i migliori in assoluto. Se indossi “questa” particolare marca di vestito, …
Leggi Tutto

S.O.S.

di Roberto Bracco  –   Nella storia del popolo d’Israele incontriamo un nome che rimane davanti agli occhi dei credenti come un tremendo monito: Roboamo.    E’ scritto di lui: « Quando il regno fu stabilito e fortificato egli, insieme con tutto Israele, lasciò la legge »  (2° Cronache 12:1). Tutto sembrava favorevole ad un avvenire di prosperità e di pace ed invece venne la rovina. Roboamo, come purtroppo hanno fatto …
Leggi Tutto

TRASFORMATI TRAMITE L’OPERA DI CRISTO

di  JESSIE PENN LEWIS  –  “Poiché l’amore di Cristo ci costringe, essendo giunti alla conclusione che, se uno è morto per tutti, dunque tutti sono morti; e che egli è morto per tutti, affinché quelli che vivono, non vivano più d’ ora in avanti per sé stessi, ma per colui che è morto ed è risuscitato per loro. Perciò d’ ora in avanti noi non conosciamo nessuno secondo …
Leggi Tutto

gocceNelTempo

di  ROBERTO BRACCO                                           Questo studio ha, soprattutto, uno scopo: esaminare l’uomo nel suo aspetto di “creatura di Dio”, quindi nel suo aspetto più profondo, più importante. Noi speriamo che questo esame possa rappresentare un raggio, sia pur debole, di luce, per una conoscenza più intera dell’uomo, la …
Leggi Tutto

LA DISCIPLINA NELLA CHIESA. (Ebrei 12:1-14)

di Agostino Masdea   –  Leggi più severe sono invocate da tutti nella società di oggi.  Le regole sono necessarie in una nazione, in una comunità, in un qualsiasi circolo di persone. Dove mancano le leggi e le regole regna il caos e l’anarchia. Il problema è che ogni categoria invoca “severità” per tutte le altre categorie meno che per se stessa. Morale della favola: ognuno tira l’acqua al suo mulino …
Leggi Tutto

NON TRASCURARE LA TUA SALVEZZA

Perciò bisogna che ci atteniamo maggiormente alle cose udite, che talora non finiamo fuori strada. Se infatti la parola pronunziata per mezzo degli angeli fu ferma e ogni trasgressione e disubbidienza ricevette una giusta retribuzione, come scamperemo noi, se trascuriamo una così grande salvezza? (Ebrei 2:1-3)  –  di Agostino Masdea  –  Più studio l’epistola agli Ebrei e più me ne innamoro. È un’epistola che esalta Cristo e la sua …
Leggi Tutto

ARMONIA SPIRITUALE

di Agostino Masdea   –  “Rendete perfetta la mia gioia, avendo uno stesso modo di pensare, uno stesso amore, un solo accordo…” (Filippesi 2.2)  –   Questa richiesta di Paolo ai credenti di Filippi ci parla di armonia.  Che parola straordinaria… armonia! Ci parla di bellezza, di equilibrio, di gradevolezza.  E’ una parola legata alla musica: E’ una consonanza di voci o strumenti musicali che produca una sensazione piacevole, …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti