INGRATITUDINE

di FILIPPO WILES   –  Purtroppo l’ingratitudine è inerente alla nostra natura. Quando si tratta di bambini ci si può passare oltre, tal­volta, ma ciò non è il caso con gli adulti.  L’ingratitudine è stata causa di mol­te sofferenze e addirittura di conse­guenze fatali ed eterne. La storia del­l’uomo è iniziata con l’ingratitudine e terminerà con la medesima. Sta scrit­to, «…pur avendo conosciuto Iddio non l’hanno glorificato come Dio, né l’hanno ringraziato… per questo, Iddio ci ha abbandonati ». Nella 2a lettera a Timoteo si trova una descrizione degli ultimi tempi : «Gli uomini saranno egoisti, amanti del danaro, vanaglorio­si, superbi, bestemmiatori, disubbidien­ti ai genitori, INGRATI … ».

« Una persona ingrata facilmente di­venta prepotente ed arrogante. «Il re Joas non si ricordò della benevolenza usata verso lui da Jehoiada, padre di Zaccaria, e gli uccise il figliuolo»! (2 Cron. 24:22). «I figliuoli d’Israele non dimostrarono alcuna gratitudine alla casa di Ierubbaal . .. per tutto il bene che egli aveva fatto ad Israele » (Giudici 8:34,35). Joas doveva la sua posizione reale alla saggezza e alla guida di Je­hoiada, che l’aveva assistito nella sua infanzia. Similmente i figli d’Israele dovevano la loro sicurezza e liberazio­ne al coraggio e alla lealtà di Gedeone. Prima che Gedeone fosse fatto giudi­ce, Israele era ridotto in misero stato dai Madianiti. I loro prodotti venivano distrutti ed il paese era devastato, e loro stessi vivevano in uno stato di paura. Siamo tutti bravi a gridare nel bisogno ma uno solo fra dieci, come il lebbroso samaritano, tornò a rendere lode a Dio (Luca 17:16). Siamo pronti a lagnarci, a compiangerci, e addirittura a brontolare, ma i mor­morii non stanno bene sulle labbra di un figlio di Dio.

La Bibbia ci esorta a rendere «del continuo grazie d’ogni cosa a Dio e Padre, nel nome del Signore nostro Gesù Cristo». Giovanni Wesley ringra­ziava perfino Iddio per sua moglie che era ostile e ribelle nella sua condotta. Lo ringraziava non per la condotta sba­gliata di sua moglie, ma perché tra­mite essa, doveva cercare, egli stesso, più grazia da Dio per sopportarla! La preghiera (Fil. 4:6), il nostro parlare ed il nostro operare (Col. 3 :17) dovrebbero essere sempre sospinti e raffor­zati dalla gratitudine. Certo la grati­tudine è più che un «grazie» detto con le labbra. E’ possibile dire grazie con le labbra, e allo stesso tempo mormo­rare col cuore. Siamo grati davvero? Se tua madre di corregge, se tuo fra­tello in Cristo t’avverte di un pericolo, se il tuo Padre che è nei cieli ti lascia passare per le prove e per la disciplina per l’utile tuo, sei veramente grato? Davide ringraziava Dio per l’afflizione che aveva conosciuto, perché aveva ca­pito che prima di essa era andato er­rando, ma dopo di essa aveva imparato gli statuti divini. Un cuore grato è se­gno di vera umiltà e di alto grado di maturità spirituale.

Chi può essere sempre grato? Chi non ha la memoria corta ! Purtroppo si leg­ge del gran coppiere d’Egitto che «egli non si ricordò di Giuseppe ma lo di­menticò». L’ingratitudine e la dimenti­canza sono gemelle. Non è per caso che la Bibbia ci esorta ovunque a non dimenticare … non è per caso che il rito più significativo e centrale della chiesa sia stato istituito con le parole : «Fate questo in memoria di me». Si fratello, si sorella, ricordati di LUI e di quello che ha fatto per te, così facendo non avrai mai un cuore insensibile né ingrato.

Siamo Cristiani? Seguiamo il Maestro che non si permetteva di prendere perfino un pezzo di pane senza prima rendere lode a Dio suo Padre.

“Pria ch’io scordi il Golgota,

Pria ch’io scordi i tuoi dolor,

Pria ch’io scordi il tuo amor,

Guidami a Te, Signor.”

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

COME LEW WALLACE INCONTRO' CRISTO SCRIVENDO BEN HUR.

Lew Wallace, l’autore del best-seller “Ben Hur”, da cui fu tratto il famoso film di Charles Heston fu un avvocato prima, poi senatore e infine generale nell’esercito americano.  Ma la sua fama la ottenne scrivendo il romanzo “BEN HUR”, che aveva cominciato a scrivere per screditare il cristianesimo. Ma… Avevo appena terminato di leggere «Ben Hur» ; il libro giaceva ancora aperto sul tavolo, quando l’autore, Lew Wallace, entrò …
Leggi Tutto

IL MALE NASCOSTO

di Roberto Bracco   –   Fratello, hai mai esaminato l’attitudine del tuo cuore dopo aver pronunciato un ispirato sermone, o dopo aver reso una testimonianza guidata, o dopo aver elevato una calda preghiera? Hai mai esaminato l’attitudine del tuo cuore dopo aver compiuto una buona opera, o dopo aver fatto una generosa elargizione? Hai mai esaminato l’attitudine del tuo cuore dopo aver ottenuto una vittoria spirituale, o dopo …
Leggi Tutto

L’Eterno e l’eternità

di Roberto Bracco  –  Tutte le cose ci circondano, tutte le circostanze che viviamo assumono un loro aspetto particolare in relazione al punto di vista dal quale le consideriamo. Per poter affrontare e compiere la nostra vita in perfetta armonia con i piani e con la legge di Dio dovremmo far nostro il punto di vista di Dio onde poter vedere cose e circostanze alla luce di una …
Leggi Tutto

IL BATTESIMO NELLO SPIRITO SANTO

di ROBERTO BRACCO  –  Ogni volta che il libro degli Atti si sofferma a descrivere il battesimo nello Spirito, la terminologia acquista accenti altamente vibranti. Questa celestiale esperienza cristiana viene costantemente presentata come una delle più genuine ed evidenti manifestazioni della gloria e della potenza di Dio. I credenti non vengono riscaldati da una sensazione passeggera o agitati da un’emozione  fugace,   ma   vengono   attraversati   e   riempiti   da   una   potenza …
Leggi Tutto

IL RUOLO DELLA BIBBIA NELLA CHIESA (e nella vita del credente)

La Bibbia non è una collezione di scritti umani, o solo un capolavoro letterario. Non possiamo accogliere nemmeno la teoria che la Bibbia “contiene” la Parola di Dio, ma affermiamo e crediamo che la Bibbia è l’infallibile, ispirata ed efficace Parola di Dio. Abraham Lincoln un giorno disse: “io credo che la Bibbia sia il miglior dono che Dio abbia fatto agli uomini. LA PAROLA NEL MINISTERIO DI CRISTO …
Leggi Tutto

PREGHIERA DI UN SERVITORE MINORE

 di A. W. TOZER – Questa è la preghiera di un uomo chiamato ad essere testimone alle Nazioni, questo  ci che egli disse al Signore il giorno in cui fu ordinato. Dopo che gli anziani e i ministri ebbero pregato ed imposto le mani su di lui, egli si ritirò per incontrare il suo Signore in un posto segreto e silenzioso, lontano anche dai suoi fratelli, e disse: …
Leggi Tutto

La tua parola mi ristora

di N.A. WOYCHUK  –  Il Dr. R. A. Torrey disse: “Vi è più potenza in questo libro, per la salvezza degli uomi­ni, per la loro purificazione, per rallegrare e rendere la nostra vita più bella, di quanto tutti i libri di letteratura messi assieme possano contenere”. Il poeta Samuel Coleridge notò: “Nella Bibbia vi sono più cose che mi riguardano, di quanto io non abbia mai trovato in …
Leggi Tutto

jesus return

di M.R. De Haan  –  Per oltre 1900 i Cristiani hanno continuato a pregare questa preghiera che Gesù aveva insegnato ai suoi discepoli: “Venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà in cielo come in terra.” (Matteo 6,10)  –  Questa preghiera non è stata ancora esaudita, nessuno può affermare infatti che si sia, o che ci sia mai stata, pace sulla terra. Anche se consideriamo questa richiesta …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti