POSSO ESSERE CRISTIANO SENZA ANDARE IN CHIESA?

La domanda risulta simpatica riguardo al cristianesimo, ma anche suscita riserve riguardo al frequentare o meno la chiesa. Voglio immediatamente chiarire che si può essere cristiani senza andare in Chiesa, perché la conversione è una esperienza che ha luogo fra il singolo individuo e il Signore Gesù Cristo.

È interessante notare nel Nuovo Testamento la varietà di luoghi nei quali le persone presero le loro decisioni di seguire Cristo. Zaccheo, l’uomo piccolino di cui abbiamo inteso parlare alla Scuola Domenicale fin dalla nostra prima infanzia, fu convertito nella sua casa. Un altro convertito, questa volta si tratta di una donna, riconobbe Cristo presso un pozzo. I pescatori fecero la loro esperienza presso le rive del mare, mentre un criminale si volse al Salvatore durante l’esecuzione della sua condanna. In questi ultimi giorni, alcuni hanno accettato Cristo ascoltando la radio. Si può quindi divenire cristiano ovunque, accettando Cristo nel cuore.

Per quanto concerne la frequenza in Chiesa, la risposta è questa: Si può diventare cristiano senza andare in Chiesa, ma non si può continuare ad essere cristiano fedele e vittorioso senza andarvi. Ed eccone il motivo:

Prima di tutto, andare in Chiesa è quanto ogni cristiano dovrebbe ovviamente fare, perché le persone che posseggono un interesse comune desiderano sempre ritrovarsi assieme. Un solerte fotografo si unirà al club dei fotografi; un diligente membro dell’unione dei commercianti sarà presente alle riunioni d’affari. Il giocatore di tennis o di golf si ritroverà spesso assieme ai suoi colleghi sportivi. Il bambino deve prendere il suo posto a scuola insieme con gli altri. Il soldato non ha alcuna obiezione ad essere identificato con il reggimento, piuttosto ne è orgoglioso.

Parimenti, il cristiano non deve essere un isolazionista, ma deve associarsi alla comunione della Chiesa. Nel fondare la Chiesa il Signore considerava il profondo bisogno che è nella nostra natura di amicizia e comunione, e la persona che continuamente si isola va in un certo qual modo considerata eccentrica.

La Chiesa pertanto è il luogo d’incontro della famiglia di Dio, ed incontrarsi con questa famiglia è un grande privilegio, perché è una forza spirituale. È là che troviamo uomini dotati da Dio, i quali possono insegnarci le grandi verità della fede.

Frequentare la chiesa è anche una testimonianza. La tua andata in chiesa sarà notata dai vicini, dai tuoi compagni di lavoro e per tutti costoro sarà una testimonianza. Starà a significare la posizione che hai assunto, la posizione del cristiano, e pertanto dovrai controllare il tuo modo di agire. Spero proprio che coloro che non frequentano la Chiesa non lo facciano per evadere da questa responsabilità.

È facile criticare la Chiesa, i suoi membri ed il suo pastore, ma perché invece di criticare non ci uniamo a loro e portiamo fra loro il nostro apporto cristiano?

Chiunque sia stato sia pure una volta soltanto ad uno stadio durante una partita, ha certamente incontrato il signor “So-tutto”. Egli è il sostenitore che non perde mai una partita. Conosce tutte le regole del gioco e sa come si dovrebbe giocare. Secondo lui ogni arbitro commette errori di svista. Conosce tutti i giocatori per il giusto nome, e se non riescono a segnare in dieci minuti li apostrofa con nomi che non sono poi tanto giusti.

Sì, è facile stare fuori e criticare, perché invece non entriamo e godiamo la salvezza che Cristo ci offre liberamente?

da « Redemption Tidings »

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Promessa per oggi: NON ESSERE TRISTE, PERCHÉ LA MIA GIOIA È LA TUA FORZA.

Poi Neemia disse loro: «Andate, mangiate cibi grassi e bevete bevande dolci, e mandate delle porzioni a quelli che non hanno preparato nulla per loro; perché questo giorno è consacrato al nostro Signore; non siate tristi; perché la gioia del SIGNORE è la vostra forza». Neemia 8:10 In questo brano della Scrittura, Israele era riunito per ascoltare la Parola di Dio. Sembra fosse un momento molto intenso e tutte …
Leggi Tutto

Io opero con giustizia e difendo chi è oppresso

L’Eterno opera con giustizia e difende la causa degli oppressi. (Salmo 103:6) Non è bello sapere che Dio opera con giustizia per difendere coloro che sono oppressi? Sono stupito dal numero di passi biblici che parlano del cuore di Dio per i deboli di questo mondo, poveri, maltrattati, bambini, vedove, orfani, ecc. Egli è sempre stato il protettore di coloro che hanno difficoltà proteggere sé stessi. Egli è un …
Leggi Tutto

LE RISPOSTE DIO SARANNO PRECISE COSI COME LO SONO LE NOSTRE PREGHIERE

di Charles G. Finney.  –    Voglio ricordare alcune cose che una persona deve fare, se vuole che vengano esaudite le preghiere. Deve pregare per un qualcosa di definito (Marco 11:23-24; 10:51). Deve avere davanti alla propria mente una chiara visione di ciò che vuole. Invece di pregare per qualcosa di definito molte persone pregano per ciò che li passa per la mente in quel momento. Questa non è …
Leggi Tutto

Io benedirò i costruttori di pace e li chiamo miei figli

Beati coloro che si adoperano per la pace, perché essi saranno chiamati figli di Dio. (Matteo 5:9) Come pensi si senta un padre nel vedere i suoi figli litigare in casa sua? Come padre io stesso so quanto dispiacere ho provato quando ho visto i miei figli non andare d’accordo. Il cuore di un padre è per la pace e l’armonia dei suoi figli. Quando penso a questa promessa, sono …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: La Mia giustizia s'innalza come le montagne più alte, i miei giudizi sono profondi come il grande oceano.

La tua giustizia s’innalza come le montagne più alte, i tuoi giudizi sono profondi come il grande oceano. O SIGNORE, tu soccorri uomini e bestie. (Salmo 36:6) –   Credo che tutta la creazione ci parla continuamente della bontà del Padre. Nella promessa di oggi, il re Davide dichiara che la giustizia di Dio si innalza come le maestose montagne della terra e i suoi giudizi sono profondi come …
Leggi Tutto

ARMONIA SPIRITUALE

di Agostino Masdea   –  “Rendete perfetta la mia gioia, avendo uno stesso modo di pensare, uno stesso amore, un solo accordo…” (Filippesi 2.2)  –   Questa richiesta di Paolo ai credenti di Filippi ci parla di armonia.  Che parola straordinaria… armonia! Ci parla di bellezza, di equilibrio, di gradevolezza.  E’ una parola legata alla musica: E’ una consonanza di voci o strumenti musicali che produca una sensazione piacevole, …
Leggi Tutto

ADAMO DOVE SEI? (Genesi 3:10)

Ma l’uomo era nascosto!     Nel luogo degli incontri abituali non si udiva la voce dei coniugi amici di Dio e forse il silenzio era reso ancora più cupo dal peccato consumato, ormai entrato come un’ombra triste nella natura. E’ il dramma! …
Leggi Tutto

Sermone Domenica 3 Febbraio 2013

Agostino Masdea:  LA CASA COSTRUITA DALLA GRAZIA (Ebrei 10:32-39;11:1-6) …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti