IL PRIMO OPUSCOLO EVANGELICO

–  by Timothy Cross  –  Il primo opuscolo evangelico.  Il dizionario definisce un opuscolo  come “un breve trattato, che tratta in particolare un argomento religioso”. Nel corso degli anni ho dato e ricevuto molti opuscoli cristiani. Lo sapevate che il primo opuscolo cristiano è stata scritto da un non cristiano? Il primo opuscolo cristiano fu scritto da Ponzio Pilato, l’infame governatore della Giudea,  nel momento della crocifissione di Cristo.


Fu scritto i tre lingue. Quando il Signore Gesù fu inchiodato alla croce, Giovanni 19:19 ci dice che Pilato fece un’iscrizione  e la fece apporre sulla croce. Diceva “Gesù di Nazareth, IL RE DEI GIUDEI”. Giovanni ci dice inoltre che questo fu scritto in ebraico, in latino e in greco.  L’ ebraico era la lingua sacra della Scrittura e della sinagoga, il latino la lingua dei Romani che avevano il dominio su Israele, e il greco era il linguaggio universale, la lingua parlata ai giorni dell’impero Romano di quel tempo. Essendo scritto in tre lingue l’opuscolo era quindi universalmente comprensibile. Pilato ha attirato l’attenzione – anche se involontariamente – sul Salvatore dell’universo. Alcuni anni più tardi, Giovanni dirà: E noi abbiamo veduto e testimoniamo che il Padre ha mandato il Figlio per essere il Salvatore del mondo. (1 Giovanni 4:14).

Uno dei ladroni crocifissi insieme al Signore Gesù lesse il trattato di Pilato e fu salvato . Un re implica un regno. Girandosi verso il Re Gesù, lo implorò di avere pietà, e di essere accolto nel suo regno. E Gesù lo  fece.  Più tardi in quello stesso giorno, quel criminale crocifisso era veramente con il Salvatore in paradiso. Il suo viaggio dal patibolo alla gloria è inspiegabile se la salvezza non è esclusivamente per la grazia di Dio, per mezzo di Gesù Cristo.  Tutti i quattro evangelisti parlano del “primo opuscolo del Vangelo”. Se mettiamo insieme tutti i riferimenti, vediamo questo pienamente: “Questo è Gesù di Nazareth, IL RE DEI GIUDEI” (Matteo 27:37 , Marco 15:26 , Luca 23:38 , Giovanni 19:19 ) . Da queste parole possiamo notare:

 

UNA PERSONA ILLUSTRE.  “QUESTO E’ GESU’”. Al centro della fede cristiana troviamo una persona -. Una persona storica, ma nello stesso tempo una persona che trascende la storia     Ci riferiamo alla persona di Gesù, il Figlio eterno di Dio, che “per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria

e si è fatto uomo. Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato”,(credo niceno-costantinopolitano). Il nome “Gesù” significa “Salvatore”, così vediamo che la persona e l’opera di Cristo sono intimamente e indissolubilmente legate. “Tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai loro peccati ” (Matteo 1:21). Ed Egli era sulla croce, proprio sotto questo primo trattato Evangelico, ed è lì che Gesù di fatto ha ottenuto la salvezza del suo popolo: per questo Pietro dirà: “Egli ha portato i nostri peccati nel suo corpo, sul legno della croce, affinché, morti al peccato, vivessimo per la giustizia, e mediante le sue lividure siete stati  guariti.” ( 1 Pietro 2:24 ).

 

UN POSTO DISPREZZATO.  Il trattato di Pilato dichiara “QUESTO E’ GESÙ DI NAZARET”. Nazareth è una cittadina nel nord di Israele. Questo sottolinea la storicità del vangelo. Nazareth esiste ed è visitata fino ad oggi. Il Vangelo si occupa di eventi reali nel tempo e nello spazio.  Nazareth era il luogo del concepimento di Gesù e della sua formazione. Eppure Nazareth era un luogo disprezzato. Un proverbio popolare recitava così: “Può venire qualcosa di buono da Nazareth?” ( Giovanni 1:46 ).  Anche Gesù è stato “Disprezzato e abbandonato dagli uomini “( Isaia 53:3 ). Questo rifiuto è culminato con la sua crocifissione, dove è stato  abbandonato anche da Dio Padre, perché Egli portava la condanna ed il peccato del suo popolo.  Ma per il suo abbandono il credente ha ottenuto la riconciliazione, per la sua morte abbiamo ricevuto vita eterna, la sua condanna ha prodotto la nostra divina giustificazione. 

 

UN PRINCIPE DIVINO. L’opuscolo che Pilato scrisse chiamava Gesù “IL RE DEI GIUDEI”. La conoscenza di Pilato della Scrittura è incerta, ma, per l’autorità della Bibbia, possiamo affermare che la regalità di Gesù è un aspetto del suo essere il Messia.  Come il Messia che unisce il triplice ufficio di profeta, sacerdote e re nella sua unica persona . Ma paradossalmente, qui abbiamo un Re crocifisso. Un conquistatore in apparenza  conquistato…

La debolezza e la povertà del Calvario sono, paradossalmente, la potenza di Dio per la salvezza, che conferisce al credente la ricchezza della redenzione divina. Gesù è veramente “IL RE DEI GIUDEI”.     Più di questo, la Bibbia lo descrive come il “Re dei re e Signore dei signori” (Apocalisse 19:16), e davanti a Lui  un giorno ogni ginocchio si piegherà.     Pilato, senza rendersene conto, ha dato al mondo il primo di molti opuscoli evangelici. Ha richiamato l’attenzione su Gesù di Nazareth, il re dei Giudei, crocifisso e incoronato.     Tutti i veri trattati cristiani e ogni vera predicazione del Vangelo cercano di fare lo stesso. “Noi predichiamo Cristo crocifisso … potenza di Dio e sapienza di Dio” (1 Corinzi 1,23-24).

 

C’è vita per uno sguardo al crocifisso,
C’è vita in questo momento per te;
Poi guarda, peccatore, guarda a Lui e sarai salvato,
da Colui che è stato inchiodato sulla croce.  

 

Fonte: Evangelical Times  –  Le immagini sono il frontespizio di alcuni opuscoli cristiani

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Sermone del pastore Agostino Masdea predicato Domenica 3 Maggio 2015.   “Dio ci ama. L’amore di Dio è il fondamento della vita del credente. Ogni volta che dimentichiamo o dubitiamo del Suo amore è la volta che diventiamo fragili, vulnerabili, instabili, ed esposti al peccato. Quanto Dio ci ama? Scopriamolo nella Parola!” …
Leggi Tutto

 IO SUPPLIRÒ QUALSIASI TUO BISOGNO, TRAMITE  LE MIE ETERNE RICCHEZZE IN GESÙ CRISTO.

Ora il mio Dio supplirà ad ogni vostro bisogno secondo le sue ricchezze in gloria, in Cristo Gesù. (Filippesi 4:19) Il nostro Dio e Padre ha promesso di soddisfare ogni nostro bisogno in base alle immense ricchezze del deposito glorioso celeste che è in Gesù Cristo.  Il nostro Dio sa di che cosa abbiamo bisogno prima ancora che abbiamo quel bisogno e si diletta a provvederci ciò che ci …
Leggi Tutto

L’ornamento di un vero Cristiano

di Dale Crowley  –  Cristiani, lasciate che Cristo si serva di voi in modo tale da rispecchiare in voi la sua natura divina affinché tutti possano rendersi conto che la vostra vita è stata rinnovata, che la vostra vecchia natura peccaminosa è stata trasformata e che siete rivestiti della vostra nuova natura divina. I Cristiani che hanno veramente offerto la loro vita a Cristo risorto, vivono una vita nuova …
Leggi Tutto

Avvertimenti utili a quei membri di chiesa che non vivono in Cristo

di CHARLES H. SPURGEON – L’apostolo Paolo ci offre il modello perfetto di un uomo sinceramente consacrato. Pastore vigilante, si preoccupava incessantemente del gregge affidato alle sue cure e non si limitava a predicare l’Evangelo, ne pensava di aver fatto tutto il suo dovere annunziando la salvezza; ma i suoi occhi era?no sempre aperti sulle Chiese che ave?va fondato, seguendo con vivo interesse i loro progressi spirituali o …
Leggi Tutto

Priorità del risveglio.

di R. J. WELLS  –  Senza dubbio il bisogno più grande ed urgente della nostra nazione e della chiesa, oggi, è quello di avere un possente risveglio spirituale. Malgrado tutti gli sforzi titanici che la Chiesa sta compiendo nel tentativo di risolvere i molti problemi che l’assillano, i suoi progressi sono alquanto limitati. Infatti, quando noi analizziamo la situazione generale, siamo portati a concludere che i migliori sforzi …
Leggi Tutto

cross-and-fire

di THOMAS BALL BARRATT  (1862-1940) – (Fondatore del Movimento Pentecostale in Norvegia)  –  Sia lodato il Signore! Vi sono molti cristiani, sia tra i ministri del Vangelo e sia tra i laici, che pregano per il risveglio ed attendono. Essi hanno già udito il suono di molte acque. Il risveglio sta per venire, il risveglio sta per venire! Alleluia! Quando sarà venuto, molti di coloro che hanno pregato …
Leggi Tutto

666-2

di HENK SCHOUTEN  –   Molti cristiani si raffigurano l’Anticristo come il «superuomo» degli ultimi tempi ma la Bibbia lo mostra anche sotto un altro aspetto, raramente percepito dai cristiani.   –   Ci sarebbe molto da dire sull’Anticristo. Non appena si nomina questa parola, tutti vogliono sentire. Soprattutto le speculazioni su tale figura sono molto diffuse. Il numero 666 e altre caratteristiche e proprietà di questo personaggio colpiscono, soprattutto …
Leggi Tutto

L’AMORE PERFETTO CACCIA VIA LA PAURA.

di FILIPPO WILES  –  «Perché avete paura, o gente di poca fede?» In un mare burrascoso ove le onde infuriate dal vento coprivano la barca, sembra una domanda ingiusta ed illogica. Che altro potevano fare quegli uomini terrorizzati se non gridare? Eppure Colui che domanda non provoca inutilmente perché Egli è amore. Come i discepoli, così tutte le persone, compresi i credenti, talvolta sono schiavi della paura. C’è …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti