Cosa significa essere un servo.

di Brian L. Harbour  –  Dopo la conversione, molti credenti si chiedono: “E adesso? Ora che sono stato riscattato dalla schiavitù di Satana e liberato dal peso dei miei peccati, cosa devo fare?”. Nell’introduzione della sua epistola a Tito, Paolo dà una risposta a questo interrogativo coll’appellativo che applicava a sé stesso. Lui si definiva: “Servo di Gesù Cristo”.

Diverse parole greche hanno il significato di servo. “Diaconos” era il servo che ministrava. “Therapon”era l’assistente. “Oiketes” era il servo domestico.

“Misthios” era un servo ad ore. Paolo non usa nessuna di queste parole nel testo. Utilizza la parola “doulos”, che letteralmente significa “schiavo”, un nomo, cioè, che ha una relazione con un altro tale che solo la morte può rompere. Paolo riteneva che la parola più adatta a descrivere la relazione con il Signore fosse la parola “schiavo”. Era un servo legato, uno schiavo di Gesù Cristo. Per comprendere che cosa dobbiamo fare ora che siamo diventati cristiani, dobbiamo arrivare ad un concetto pili chiaro di cosa significhi essere servi. IDENTIFICARSI CON CRISTO Un servo si identifica con il suo padrone. Questo si vede sia nel significato della parola “doulos”, sia nell’uso attuale di questo termine. Doidos viene da una parola che significa “legare”. Lo schiavo cioè, era un uomo legato e connesso ad un altro.

Di solito, gli schiavi venivano segnati con un marchio ben visibile, simile ad uno stigma, che li identificava con il loro padrone. L’identità dello schiavo dipendeva dalla persona a cui apparteneva. Paolo aveva quest’immagine d’identificazione con Cristo, quando si definiva “servo di Gesù”. Non apparteneva più a sé stesso. Era stato comprato con il prezzo del sangue di Gesù ed ora apparteneva a Lui

MINISTRARE PER CRISTO

L’idea di essere servi includeva anche la dimensione del ministero. Paolo combinava Videa dell’ufficio di amministratore e del servizio in I Co 4:1: “Così ci stimi ognuno come dei ministri di Cristo e degli amministratori dei misteri di Dio”. Del resto, quel che si richiede dagli amministratori è che siano trovati fedeli. In 1 Pietro 4:10 i cristiani vengono chiamati “Amministratori della svariata grazia di Dio”. La Bibbia dice che Cristo è il Signore del cosmo. In altre parole Lui è il Direttore generale dell’universo.

Ma Lui ha designato il compito di assistente-direttore ad ogni cristiano. Come servi Suoi, la nostra responsabilità è di prendere cura del Suo mondo e di svolgere l’opera Sua.

EQUIPAGGIATO DA CRISTO

Tra tutti gli aspetti negativi dell’istituzione della schiavitù, c’era un grande vantaggio. Lo schiavo non aveva nessuna preoccupazione riguardo ai suoi bisogni materiali. I suoi vestiti, il cibo, le cure mediche, l’alloggio, tutto era provveduto dal padrone. Quando Paolo si definiva “schiavo di Gesù”, realizzava un senso di appagamento, perché sapeva di poter confidare in Cristo per tutti i suoi bisogni. Esprime chiaramente questa idea nei versetti conclusivi della lettera ai Filippesi, quando disse: “Il mio Dio supplirà a tutti vostri bisogni, secondo le sue ricchezze in gloria in Cristo Gesù” (Filippesi 4:19).

Quando confidiamo negli amici, riceviamo quello che la cooperazione provvede; quando confidiamo nella nostra abilità, riceviamo quello che l’abilità umana provvede; quando confidiamo nelle nostre finanze, riceviamo quello che i soldi provvedono. Ma quando confidiamo in Cristo, riceviamo quello che Dio ci provvede. Un servo è uno che confida in Dio e sa che l’opera di Dio, fatta come Lui vuole, non gli farà mancare mai niente.

CONCLUSIONE: Tutti sono schiavi di qualcosa. L’idea della libertà completa è un mito. Il tuo padrone è la cosa più importante per te. Essere schiavo di Gesù Cristo ti darà la libertà di realizzare il potenziale che Dio ha messo dentro di te. Non soffocherà il tuo stile. Egli ti libererà.

Quando ti fai Suo servo, metti te stesso sotto il controllo di Colui che ti ha fatto, ti conosce e ti ama.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

CORRIE TEN BOOM E IL RAPIMENTO

“Il mondo è insanabilmente malato e sul punto di morire. Il Medico per eccellenza ha già firmato il certificato di morte, ma ancora c’è molto da fare per i cristiani. Il loro compito è di essere fiumi d’acqua viva, canali di benedizione per coloro che sono ancora nel mondo e possono esserlo, perché sono dei Vincitori. I cristiani sono ambasciatori per Cristo, dei rappresentanti dei cieli per questa generazione …
Leggi Tutto

Dio Opera Attraverso Le Chiese.

 di  VANCE HAVNER Gesù Cristo affidò a comunità locali il compito li continuare la Sua opera. Nell’ultimo capitolo delle età della Chiesa, Egli sta ancora parlando a definite comunità in vari luoghi. Sarebbe un grande giorno per le nostre chiese se esse fossero persuase ad interrompere ciò che stanno facendo per ascoltare l’ultimo messaggio del Signore per esse. Ripetutamente Egli fece questa esortazione: “Chi ha orecchio ascolti ciò che …
Leggi Tutto

LA COSTANZA NELLA FEDE

di T. A. SPARKS   –  Poi Elia disse ad Acab: «Risali, mangia e bevi, poiché già si ode un rumore di grande pioggia». Acab risalì per mangiare e bere; ma Elia salì in vetta al Carmelo; e, gettatosi a terra, si mise la faccia tra le ginocchia, e disse al suo servo: «Ora va’ su, e guarda dalla parte del mare!» Quegli andò su, guardò, e disse: …
Leggi Tutto

Abraham-Lincoln

Proclama del Presidente Abramo Lincoln per una giornata di umiliazione nazionale, digiuno e preghiera – 1863Da Sua Eccellenza, Abraham Lincoln, presidente degli Stati Uniti. Considerando che, il Senato degli Stati Uniti, devotamente riconoscendo la Suprema l’autorità e il governo dell’Iddio Onnipotente in tutti gli eventi degli uomini e delle nazioni, con una risoluzione ha chiesto al Presidente di stabilire e dedicare una giornata di preghiera e umiliazione nazionale. Considerando …
Leggi Tutto

Cosa significa essere un servo.

di Brian L. Harbour  –  Dopo la conversione, molti credenti si chiedono: “E adesso? Ora che sono stato riscattato dalla schiavitù di Satana e liberato dal peso dei miei peccati, cosa devo fare?”. Nell’introduzione della sua epistola a Tito, Paolo dà una risposta a questo interrogativo coll’appellativo che applicava a sé stesso. Lui si definiva: “Servo di Gesù Cristo”. Diverse parole greche hanno il significato di servo. “Diaconos” …
Leggi Tutto

ESSERE COME TRALCI

Ci sono due problemi che fanno particolarmente soffrire la chiesa di Gesù Cristo: l’immaturità e la solitudine in cui vivono alcuni credenti! Benché siamo abituati a guardare queste cose con meno apprensione di azioni decisamente peccaminose e malvagie, pur nondimeno costituiscono un grave ostacolo, sia per lo sviluppo della propria vita spirituale, sia per il progresso della testimonianza dell’Evangelo. Vivere nell’immaturità, significa, secondo il dettato biblico, restare eternamente …
Leggi Tutto

Argomenti Biblici

LA FEDE

LA FEDE

da un sermone di Smith Wigglesworth  -  «Per fede Abele offerse a Dio un sacrificio più eccellente che Caino… per fede Enoch fu trasportato per non veder la morte... per ...
Leggi Tutto
Calvario

Calvario

di John Charles Ryle  -  Probabilmente saprete che il Calvario era un posto poco fuori Gerusalemme, dove il Signore Gesù Cristo, il Figlio di Dio, fu crocifisso. Sul Calvario non ...
Leggi Tutto
La tua parola mi ristora

La tua parola mi ristora

di N.A. WOYCHUK  -  Il Dr. R. A. Torrey disse: “Vi è più potenza in questo libro, per la salvezza degli uomi­ni, per la loro purificazione, per rallegrare e rendere ...
Leggi Tutto
LA PACE E’ POSSIBILE!

LA PACE E’ POSSIBILE!

di J. F. Walvoord   -  Desideriamo la pace nel mondo.  Ai nostri giorni sono pochi i quesiti che ci inducono a meditare, certamente non tanto quanto la domanda: E’ ...
Leggi Tutto
CORPO E SANGUE: IL SIGNIFICATO DELLA CENA DEL SIGNORE

CORPO E SANGUE: IL SIGNIFICATO DELLA CENA DEL SIGNORE

«Il calice della benedizione che benediciamo, non è la comunione col sangue di Cristo? Il pane che noi rompiamo, non è la comunione col corpo di Cristo? Siccome vi è ...
Leggi Tutto
L'UNICA VIA

L’UNICA VIA

di OSWALD J. SMITH - Un banchiere ed un industriale sedevano l'uno di fronte all'altro negli uffici della banca. L'industriale parlava molto animatamente, quando all'improvviso l'altro interruppe. "Ridicolo! Assurdo! Pazzesco!" esclamò l'orgoglioso ...
Leggi Tutto

Dai nostri Culti