CONSIGLI PER I NUOVI CREDENTI

di Reuben A. Torrey  –  Ora che hai iniziato la tua nuova vita ti troverai certamente di fronte a difficoltà che ti sono forse sconosciute. Forse hai già perso il coraggio ed hai incominciato a deviare. Nessuno deve vacillare perché Dio ha dichiarato nella Sua Parola: “Niuna tentazione vi ha colta che non sia stata umana; ora Dio è fedele e non permetterà che siate tentati al di là delle vostre forze; ma con la tentazione vi darà anche la via d’uscirne, onde la possiate sopportare”. (1 Corinzi: 10:13)

Il segreto della gioia, della forza, della vittoria e del progresso è uno solo: dirigere sempre il proprio sguardo verso Gesù!

Che queste tre parole scendano profondamente nel tuo cuore: “Guardando a Gesù” (Ebrei 12,2) – Quando tu sei tentato e stai per cedere, fissa il tuo sguardo a Gesù sulla croce e sii conscio che il tuo caso è già stato trattato e vinto su quella croce. Non hai bisogno di sentirti scoraggiato. Fatti forza e vai avanti. Se hai peccati da confessare, fallo subito e ti verranno perdonati. (1 Giovanni 1:9)

Se lotti contro una tentazione che ti sembra più forte della tua volontà, ricordati che Gesù è risorto e che adesso è più vivo che mai, che sta intercedendo per te (Ebrei 7:25) e che tutto il potere in cielo e in terra è nelle Sue mani (Matteo 28:8). La tentazione può essere forte e il tuo nemico sembrare potente ma Gesù è più forte ed è onnipotente. Egli può darti la vittoria su ogni tentazione, su ogni desiderio, su ogni peccato. Lascia che sia lo Spirito Santo a guidare la tua vita. È questo il segreto se vuoi che il tuo carattere somigli a quello di Cristo. (Galati 5:22; Romani 8:2-3) Nella tua nuova vita, ogni volta che dovrai prendere una decisione, punta il tuo sguardo su Gesù e seguilo. (1 Giov. 2:6)

Non dimenticare di far uso di ogni occasione che ti viene offerta per testimoniare a favore di Gesù, sia quando ti trovi in pubblico che in privato. Quando noi parliamo di Lui, Egli parla di noi al Padre Suo e quando Gesù parla di noi, Dio ci riempie dello Spirito Santo.

Studia ogni giorno la Parola di Dio. Non trovare scuse per non farlo. Anche se sei molto occupato non puoi lasciar passare un’intera giornata senza dedicare almeno un quarto d’ora al Signore e alla Sua Parola. Crescerai attraverso lo studio della Bibbia e Gesù rimarrà sempre con te. (Giov. 15:7) È attraverso la Parola di Dio che lo Spirito Santo comunicherà con te. (Efesini 6:17)

Quanto tempo dedichi alla preghiera? Incomincia ogni giorno con Dio. Parlagli ancor prima di alzarti dal letto, inginocchiati quando ti sei alzato e parla con Dio prima di incominciare a parlare con un altro essere umano.

Digli tutto quello che ti sta sul cuore, parlagli delle tue paure e delle tue preoccupazioni. Rifletti sul fatto che Dio è tuo Padre e che tu puoi rivolgerti a Lui con la stessa confidenza e con la stessa fiducia con cui un figlio si rivolge al suo padre terrestre.

Non dimenticare di lavorare ogni giorno della tua vita per il tuo Redentore, Signore e Maestro. Sarebbe bene se tu provassi ogni giorno a parlare con qualcuno della sua vita spirituale. Forse non ti si presenterà ogni giorno l’occasione ma adotta il principio di farlo ogni volta che lo potrai. Aiutare gli altri arricchirà la tua personalità.

 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

New Age e Cristianesimo

di B. E. Underwood   –   Uno dei più famosi “pseudoevangelisti” del mondo è una donna. Il suo nome è Shirley MacLaine. Il suo “vangelo contraffatto” è quello del movimento New Age (o Nuova Era). Guadagna circa quattro milioni di dollari all’anno propagando la sue fede. L’oggetto dei suoi seminari propagandistici è presentare ai partecipanti una persona che secondo la MacLaine è la più importante del mondo. Questa persona …
Leggi Tutto

folla

di J. FLOYD WILLIAMS   –  I primi cristiani che fidavano interamente nella potenza dello Spirito Santo videro risultati meravigliosi e furono invincibili. L’idolatria fu frantumata; i templi pagani si svuotarono; moltiplicate centinaia e migliaia di persone si convertirono a Cristo. Nel breve lasso di pochi mesi l’onda della vittoria raggiunse Roma, tanto che finalmente nelle corti imperiali di Cesare vi erano di quelli che erano fedeli al …
Leggi Tutto

CULTI FREQUENTI E VIVI

–   di Roberto Bracco.   –    È triste la vita di quei fedeli i quali, a causa di circostanze particolari, sono costretti a vivere soli, lontani da altri fedeli, privi del conforto che si riceve nella comunione fraterna e nella celebrazione dei culti. Molto più triste, però, è la vita di quei fedeli che pure non essendo soli, vivono come se lo fossero. Mi riferisco qui a coloro che trascurano …
Leggi Tutto

...MA DAVIDE SI FORTIFICO' NELL'ETERNO.

1 Samuele 30: 6  –  È una cosa che si comprende all’istante, fortificarsi o farsi coraggio, è un’arte delle più importanti e maggiormente utili. Ma, perché?Perché un uomo scoraggiato è un essere indebolito e vinto. Egli è anche, ed è bene dirlo, un uomo pressocché inutile. Quanta gente è fallita nella vita, non per­ché mancava di capacità, ma perché non ha avuto coraggio sufficiente. Questa, per esempio, è …
Leggi Tutto

BARRIERE  E SCALE PER IL SUCCESSO DELLA PREGHIERA.

 INTRODUZIONE: Il Dott. George Washington Carver ha affermato: “Non c’è nessuno che debba restare senza guida e direzione nel mezzo delle perplessità di questa vita.” Possiamo affermare chiaramente: ‘Riconoscilo in tutte le Tue vie, e ed Egli appienerà i tuoi sentieri? “Il Dott. Carver’s era abituato al sorgere di ogni giorno, alle quattro di mattina a cercare la guida di Dio per la sua vita. Riguardo alle benedizioni …
Leggi Tutto

BEATI I MORTI...

di Roberto Bracco   –   E udii una voce dal cielo che diceva: «Scrivi: beati i morti che da ora innanzi muoiono nel Signore. Sì, dice lo Spirito, essi si riposano dalle loro fatiche perché le loro opere li seguono».  (Apocalisse 14: 13) Questa parola ci vieta di “essere contristati” come coloro che vivono senza una speranza nel cuore. La tradizione umana e la liturgia ecclesiastica hanno dedicato il mese di novembre …
Leggi Tutto

FATE VOSTRA LA VITTORIA DI CRISTO

di  F. J. Huegel  –  Partecipiamo alla Sua vittoria riconoscendo interamente, e facendo nostra, la Sua opera completa del Calvario.  Il cristiano vittorioso deve essere fermo e irremovibile come il Salvatore quando disse:  ”Viene il principe di questo mondo e non ha nulla in me” (Giov. 14:30). Quali sforzi fece il nemico perché Gesù gli desse qualche appiglio sul quale egli potesse lavorare contro di Lui! Dietro gli scherni, …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti