LA POTENZA DELLO SPIRITO SANTO

Il Risveglio della Pentecoste è la risposta di Dio ai bisogni degli ultimi giorni. Noi viviamo in giorni di grande potenza : potenza politica, meccanica, nucleare e potenza demoniaca. La violenza s’accresce ogni giorno nel mondo. La potenza dello Spirito Santo è per noi, essa ci appartiene. Sta a noi che abbiamo ricevuto il battesimo dello Spirito Santo di utilizzare questa potenza di Dio, fino al suo pieno rendimento.

Questa è la potenza: l’amore che perdona, l’amore che ci porta alla vittoria, l’amore che opera. E’ interessante vedere come la potenza dello Spirito Santo è stata manifestata al tempo del Vecchio e del Nuovo Testamento.

Potenza Fisica.

Canalizzata in potenza fisica nella forza di Sansone. Sopra di lui agiva lo Spirito Santo ed egli lacerò il leone, come se avesse lacerato un capretto (Giudici 14: 6). Poiché stava per essere preso dai Filistei, lo Spirito Santo lo investì, e le funi che aveva alle braccia di-vennero come fili di lino a cui si appicchi il fuoco ; ed i legami gli caddero dalle mani (Giudici 15 :14-16).

Potenza Profetica.

Nel caso di Saulle, la unzione dello Spirito Santo si manifestò in potenza di profezia. «Lo Spirito di Dio lo investì, ed egli si mise a profetare in mezzo a loro» (1 Samuele 10 :10). Anche s’egli non fu mai membro della scuola dei profeti, ricevette ugualmente per lo Spirito una potenza di profezia.

Potenza Vivificante.

Arriviamo al tempo della cattività e scopriamo lo Spirito come una potenza di vita. Vediamo Ezechiele trasportato

per lo Spirito in una valle piena di ossa secche, immagine questa della triste condizione in cui era caduto il popolo d’Israele. Il Signore comanda ed Ezechiele obbedisce e profetizza. Quale risultato le ossa s’accostano le une alle altre, si riformano i muscoli, cresce la carne e si ricopre di pelle, ma su quelle persone non vi è alito di vita. Allora Dio ordina ad Ezechiele di chiamare i venti affinché soffino sopra quei cadaveri ed essi rivivano. Ciò avviene ; ed ecco che i cadaveri si rizzano in piedi e formano un’armata innumerevole. Ecco la visione di Dio sul suo popolo : « E voi conoscerete che io sono l’Eterno quando aprirò i vostri sepolcri… Io metterò in voi il mio Spirito, e voi tornerete alla vita » (Ezechiele 37 :13-14).

Potenza Persuasiva.

Nella Chiesa Primitiva la potenza dello Spirito Santo si manifestò soprattutto in potenza persuasiva. Dopo che Pietro ebbe predicato il suo sermone apostolico, la Parola ci dice che la moltitudine « sentiva un rimorso nei loro cuori ». Non appena Paolo ebbe dichiarato il messaggio di Dio a Felice, il Go-vernatore libertino, quell’uomo perverso tremò per la potenza di convinzione delle parole ascoltate. Non è forse questo l’adempimento della Scrittura in merito alle cose che sarebbero divenute avvenire? Parlando della venuta dello Spirito Santo, era stato scritto: «…e quando sarà venuto, convincerà il mondo quanto al peccato, alla giustizia, e al giudizio » (Giovanni 16 :8).

Potenza Trionfante.

La potenza dello Spirito Santo si manifesta anche in potenza di penetrazione. Se consideriamo le persecuzioni che subirono i cristiani dei primi secoli e, malgrado ciò, l’incessante propalarsi della fede di Cristo in tutto il mondo, dobbiamo ammettere che nello Spirito Santo vi è potenza trionfante.

La Chiesa correva il pericolo di trasformarsi in un sistema bene organizzato e comodamente installato nella città di Gerusalemme. Con la persecuzione, i cristiani dispersi andarono dappertutto, predicando ovunque la Parola del Signore. Quegli ambasciatori di Cristo, intrepidi portarono ovunque la gloriosa nuova del Salvatore Risorto. Nessuno e niente li poté fermare : penetrarono nelle prigioni segrete, divenendo essi stessi prigionieri per Cristo ; penetrarono nei palazzi reali, divenendo essi stessi schiavi. Furono beffati e scherniti ed anche messi alla prova della sofferenza, ma tutto ciò inutilmente : impavidi continuarono la loro opera di evangelizzazione. Salparono i mari ed attraversarono i deserti, raggiungendo così le città più lontane.

L’origine di quello che noi crediamo e di quello che noi pratichiamo è nella Parola di Dio. Non ci dipartiamo mai dai suoi insegnamenti. In questo modo la potenza dello Spirito Santo sarà pienamente manifestata anche attraverso di noi, cristiani del XX° secolo.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Siamo Troppo Attaccati alle cose Terrene

di David Wilkerson. Hai notato che si parla davvero poco oggi del cielo o del lasciarci dietro questo mondo? Piuttosto, siamo bombardati di messaggi su come usare la nostra fede per acquisire più cose possibili. “Il prossimo risveglio”, disse un noto dottore, “sarà un risveglio finanziario. Dio riverserà benedizioni finanziarie su tutti i credenti” …
Leggi Tutto

Le Condizioni del Discepolato

di WILLIAM MACDONALD – Il vero cristianesimo è un impegno totale verso il Signore Gesù. Il Salvatore non cerca uomini e donne che gli vogliano dedicare le loro serate libere od i loro week-end, o ancora gli ultimi anni della loro vita, quando vanno in pensione. Egli ricerca piuttosto chi gli voglia dare il primo posto nella propria vita. Secondo le parole di Evan Hopkins Egli cerca oggi, …
Leggi Tutto

CRESCERE NELLA GRAZIA

 di AGOSTINO MASDEA – L’ultima delle esortazioni che l’apostolo Pietro indirizza ai credenti è anche l’ultimo verso del capitolo tre della sua seconda epistola. Questo capitolo è dedicato agli avvenimenti degli ultimi tempi e al ritorno del Signore. Nell’attesa del suo ritorno, Pietro esorta a stare fermi nella fede e ad  aspettare queste cose facendo in modo da “essere trovati da lui immacolati e irreprensibili, in pace”. Esortando alla …
Leggi Tutto

PERCHÉ SONO PENTECOSTALE

di   Luis H. Hauff –  Recentemente mi è stato chiesto di parlare sulle credenze dottrinali delle Assemblee di Dio ad una classe dell’Università di Redlas. L’interesse generale verteva su ciò che distingue le Assemblee di Dio dalle altre denominazioni: il parlare in altre lingue. Dissi alla classe che la mia fede nella Pentecoste è basata sul fatto che il parlare in lingue, secondo come lo Spirito dà da …
Leggi Tutto

UNA NUOVA SPERANZA

di Masdea Agostino  –  Ruth 1:1-7 –  i) Il libro di Ruth racconta la storia di due donne, una suocera e una nuora… e sebbene questo tipo di rapporto proverbialmente sembra sia difficile, queste due persone unirono la loro vita in un legame spirituale e di affetto sincero che lasciò un segno profondo nella storia d’Israele e nella storia del popolo di Dio. In questo brevissimo libro si …
Leggi Tutto

CHI E' COSTUI?

di ROBERTO BRACCO – Coloro che avevano risposto all’appello del Maestro divino, che lo avevano seguito, che erano entrati nelle file dei suoi discepoli, avevano avuta la possibilità più degli altri di vedere le opere, di udire le parole di Cristo. La potenza soprannaturale del Redentore era stata messa in azione davanti a loro attraverso molteplici circostanze ed essi avevano veduto miracoli, guarigioni, liberazioni. Erano passati di meraviglia …
Leggi Tutto

Grandi inni: "I surrender all"

Autore  –  Judson W. Van de Venter, 1855-1939  –  “Chi avrà trovato la sua vita, la perderà: e chi avrà perduto la sua vita per causa mia la troverà”. Matteo 10:39. Il testo di questo grande inno è stato scritto dall’autore per ricordare il giorno in cui arrese completamente la sua vita a Cristo dedicandosi a pieno tempo al servizio cristiano. Fu pubblicato per la prima volta, nel …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti