UNA PERSONA CHE DOVRESTI CONOSCERE

di R.A. Torrey  –  Prima di poter capire correttamente l’opera dello Spirito Santo, bisogna conoscere lo Spirito Santo stesso. Una frequente sorgente di errori e di fanatismo, circa l’opera dello
Spirito Santo, è costituita dallo studiare e comprendere l’opera dello Spirito senza prima conoscere lo Spirito come persona. E’ della massima importanza, per quanto concerne l’adorazione, che decidiamo se lo Spirito Santo è una persona divina, atta a ricevere la nostra adorazione o la nostra fede o il nostro amore e il nostro arrendimento a Lui, oppure se è semplicemente un’influenza che procede da Dio o un potere o una illuminazione che Dio ci dà. Se lo Spirito Santo è una persona, una persona divina, e non lo conosciamo come tale, allora noi priviamo l’essere divino della vera adorazione, della fede, dell’amore e dell’arrendimento che gli sono dovuti.

E’ anche della massima importanza, dal punto di vista pratico, che noi decidiamo se lo Spirito Santo è semplicemente un qualche misterioso e meraviglioso potere, che noi, nella nostra debolezza e ignoranza, in qualche modo usiamo, oppure se è una persona reale, infinitamente santa, infinitamente savia, infinitamente potente e infinitamente dolce che deve farci sua e usarci.

R.A.Torrey

La prima concezione è profondamente pagana, non differente dalle dottrine feticistiche degli africani che usano i loro dei. L’altra concezione è quella vera ed autenticamente cristiana. Se noi pensiamo allo Spirito Santo come molti fanno, come a un potere o a un’influenza, il nostro pensiero costante sarà rivolto a come ottenere in misura sempre maggiore tale potere, ma se noi pensiamo allo Spirito Santo biblicamente come a una persona divina, il nostro pensiero sarà rivolto a come lo Spirito Santo potrà servirsi di noi.

La concezione dello Spirito Santo come un’influenza o un potere divino non fa altro che condurci all’autoesaltazione e all’autosufficienza. Chi pensa in questo modo allo Spirito Santo e, nello stesso tempo, immagina di aver ricevuto lo Spirito Santo, inevitabilmente cadrà nell’orgoglio spirituale come se appartenesse a un ordine superiore di credenti.

E’ della massima importanza, dal punto di vista dell’esperienza., che noi conosciamo lo Spirito Santo come una persona. Migliaia e decine di migliaia di uomini e di donne possono testimoniare riguardo alle benedizioni che hanno ricevuto, dal momento che hanno conosciuto lo Spirito Santo, non semplicemente come un’influenza, ma come una persona reale, come lo è Gesù Cristo stesso, un amico sempre presente e amorevole nonché un aiuto potente, che non soltanto è vicino a loro ma che dimora nei loro cuori ogni giorno ed ogni ora ed è pronto a soccorrerli in ogni circostanze della vita. Migliaia di ministri, operai cristiani e credenti mi hanno parlato o mi hanno scritto riguardo alla completa trasformazione della loro esperienza cristiana susseguente al momento in cui hanno capito, non in maniera teologica ma in maniera pratica, che lo Spirito Santo è una persona, e conseguentemente lo hanno conosciuto.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

SALVATO DAL FALLIMENTO

R. G. LETOURNEAU (1888 – 1969) – Egli mi ha tratto fuori da una fossa di perdizione, dal pantano fangoso; ha fatto posare i miei piedi sulla roccia, ed ha stabilito i miei passi. Egli ha messo nella mia bocca un nuovo cantico a lode del nostro Dio. Molti vedranno questo e temeranno e confideranno nell’Eterno? (Salmo 40: 2, 3). –  Giobbe disse:  Il mio orecchio aveva sentito parlar di …
Leggi Tutto

Dove sei?

di D. L. Moody    –    La primissima cosa che accadde quando fu giunta in cielo la notizia della caduta dell’uomo, fu che Dio discese alla ricerca del perduto. Mentre Egli cammina attraverso il giardino nella brezza del giorno lo sentiamo chiamare: “Adamo! Adamo! Dove sei?”. Era la voce della grazia, della misericordia, e dell’amore. Dal momento che era Adamo il trasgressore, avrebbe dovuto essere lui a cercare …
Leggi Tutto

SODOMA NON AVEVA LA BIBBIA

9 Dicembre 2012  –  di Leonard Ravenhill   –   Ho spesso pensato ultimamente ad una frase pronunciata dal noto predicatore Jonathan Edwards, che tanto influsso ha avuto sul risveglio spirituale. Per descrivere la giustizia divina, che è puntata verso il nostro cuore come una freccia aguzza, egli dice: “Tutto ciò che ci meritiamo è un Dio adirato che ci guarda da lontano senza rivelarci nulla e senza aiutarci” …
Leggi Tutto

EVITARE I PARAGONI

Poiché noi non abbiamo il coraggio di classificarci o confrontarci con certuni che si raccomandano da sé; i quali però, misurandosi secondo la loro propria misura e paragonandosi tra di loro stessi, mancano d’intelligenza. 2 Corinti 10:12 La pubblicità è spesso orientata a far si che le persone si sforzino di guardare il meglio, essere i migliori, i migliori in assoluto. Se indossi “questa” particolare marca di vestito, …
Leggi Tutto

Come incontrare Gesù

              Sermone di Roberto Bracco – Marco 2:1-12 “Come incontrare Gesù”.  1 Alcuni giorni dopo, egli entrò di nuovo in Capernaum e si venne a sapere che egli si trovava in casa; 2 e subito si radunò tanta gente da non trovare più posto neppure davanti alla porta; ed egli annunziava loro la parola. 3 Allora vennero da lui alcuni a presentargli un paralitico, portato da …
Leggi Tutto

COS’E’ LA NUOVA NASCITA?

“Gesù gli rispose: “In verità, in verità ti dico che se uno non è nato di nuovo non può vedere il regno di Dio”…  “Non ti meravigliare se ti ho detto: “Bisogna che nasciate di nuovo ” (Giovanni 3: 3-7). “Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna… Chi crede in …
Leggi Tutto

I TRE ALBERI

Nelle chiese perseguitate viene? spesso e volentieri raccontata questa? parabola. Per quelli che soffrono il? carcere ? motivo di consolazione. ?In un bosco c’erano una volta tre giovani alberi, legati fra loro da uno? stretto rapporto di amicizia. Vollero? pregare insieme, affinch? non fosse la? putrefazione a mettere fine alla loro vita,? ma che il loro legno fosse utilizzato dagli? uomini. Il primo albero espresse il desiderio di? …
Leggi Tutto

QUESTIONE DI SOVRANITA'

di  A. W. TOZER  –  Se Dio governa il Suo universo secondo le Sue leggi sovrane, come può l’uomo avere il libero arbitrio? E se non può esercitare il libero arbitrio, come può essere considerato responsabile per la sua condotta? Non è forse un semplice burattino, le cui azioni sono stabilite da un Dio “dietro le scene” che muove i fili come Gli piace? Il tentativo di rispondere …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti