LE VIE DI DIO SONO MIGLIORI

di  G.Campbell Morgan  –  Noi scegliamo per primi; Dio sceglie per secondo. La storia dimostra, e il futuro lo verificherà, che le vie di Dio sono migliori delle nostre.

Il primo Adamo fallì, il secondo Adamo ebbe successo. Il primo figlio di Adamo (Caino) fu un assassino, il secondo (Abele) fu un martire. Il primo figlio di Abramo (Ismaele) era nato dalla carne, il secondo (Isacco) fu scelto da Dio. Isacco scelse il primogenito (Esaù), Dio scelse il secondogenito (Giacobbe). Giacobbe desiderava dare al primogenito di Giuseppe (Manasse) la benedizione più grande, ma il secondo (Efraim) fu fatto erede.

Non il primo capo d’Israele (Mosè) poté entrare nella terra promessa, ma il secondo (Giosuè) guidò il popolo di Dio in essa. Non il primo re di Israele (Saul) fu secondo il cuore di Dio, ma il secondo (Davide). Non il primo patto della legge porta la salvezza, ma il secondo (Ebrei 10:9). Non il primo apostolo (Pietro) fu scelto per fare discepoli di tutte le nazioni, ma l’Apostolo Paolo.

Al tempo della prima venuta del Messia (Gesù Cristo), noi facevamo con lui ciò che desideravamo. Alla seconda venuta Dio farà ciò che vuole. I redenti di Dio serviranno Dio e Cristo nei nuovi cieli e nella nuova terra, dopo che il primo cielo e la prima terra saranno passati.

La via di Dio non è soltanto migliore; è l’unica via per la benedizione. L’uomo ha fallito e fallirà sempre senza lo Spirito di Dio.  Se noi non operiamo mediante il suo Spirito, noi falliremo completamente.

Dov’è la tua fede?

Questa è una domanda se vista in relazione alle circostanze nella quale fu fatta. La storia riguarda l’attuazione della potenza di Dio in aiuto a coloro che si rivolgono a lui nell’angoscia e che vengono poi ripresi per questa angoscia.

È una strana e pur bella storia che ci rivela la tenerezza del Suo cuore e la Sua alta passione per coloro che gli appartengono. È probabile che la loro angoscia fosse più che personale. Il pronome “noi” nel loro gridare “Maestro, noi periamo” includeva lui come anche loro.

Se quella barca fosse andato a fondo, la Sua missione, le loro speranze e le grandi opere che Egli avrebbe chiamato a fare sarebbero state vanificate. A quel grido, con dolcezza e forza, per amor loro, Egli immediatamente rispose trasformando una tempesta in bonaccia, provando loro ciò che era sempre vero, che “nessun’acqua può inghiottire la nave dove giace il Maestro dell’oceano della terra e del cielo”.

Poi Egli chiese loro: “Dov’è la vostra fede?” riprendendoli per la loro mancanza di fede e mostrando loro il suo desiderio che essi si confidassero in Lui a tal punto da rimanere tranquilli anche in mezzo a circostanze inquietanti. Quanto spesso noi siamo ansiosi circa le opere del Signore! Nell’ora della tempesta, noi pensiamo che ogni cosa stia per perire. Allora Egli ci dice: “Dov’è la tua fede?”

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

METTERE DIO AL PRIMO POSTO NELLA PROPRIA CASA

di Rex Humbard –  “Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una sola carne”. Genesi 2:24  –  Così come madre aquila protegge i suoi piccini e allo stesso modo li guarda mentre sviluppano l’abilità dell’avere cura di loro stessi, così ogni membro di una casa cristiana dovrebbe proteggere ed incoraggiare gli altri della sua stessa casa. Il matrimonio …
Leggi Tutto

L'Ammirabile

di BILLY SUNDAY    –   «Il Suo Nome sarà chiamato: L’Ammirabile».  Isaia 9:6  –   Anticamente ogni nome aveva un significato; ciò è ancora vero fra gl’india­ni e fra quei popoli che vivono tuttora in modo primitivo.  Ogni nome della Bibbia ha un signi­ficato, ed è di grande aiuto nella lettu­ra delle Scritture ricercare la definizio­ne propria di ogni nome. Vi sono nella Bibbia duecento cinquantasei nomi dati al Signore …
Leggi Tutto

LA TUA PAROLA MI RISTORA

– Il Dr. R. A. Torrey disse: “Vi è più potenza in questo libro, per la salvezza degli uomini, per la loro purificazione, per rallegrare e rendere la nostra vita più bella, di quanto tutti i libri di letteratura messi assieme possano contenere”. Il poeta Samuel Coleridge notò: “Nella Bibbia vi sono più cose che mi riguardano, di quanto io non abbia mai trovato in altri libri.” “Signor …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: I miei occhi scorrono per tutta la terra per dare forza a coloro che mi appartengono.

L’Eterno infatti con i suoi occhi scorre avanti e indietro per tutta la terra per mostrare la sua forza verso quelli che hanno il cuore integro verso di lui. (2 Cronache 16:9)   –   Dio ci guarda sempre. I suoi occhi scorrono avanti e indietro in tutto il mondo per dare forza a coloro che gli appartengono. Egli non ci lascia e mai ci abbandona a noi stessi …
Leggi Tutto

VUOI ESSERE SALVATO?

di AGOSTINO MASDEA –  In ogni uomo vi è l’inquietante sensazione di una mancanza: egli cerca continuamente qualche cosa di importante, che “dovrebbe possedere”, ma che non riesce mai a raggiungere. Spesso gli accade di osservare qualcuno che sembra aver ottenuto una posizione sociale invidiabile, o individui che hanno scalato “le vette del successo”, ed in questi momenti egli pensa di essere il solo ad avvertire quel “senso …
Leggi Tutto

Promessa per oggi: NON SIATE ANSIOSI, IO MI PRENDERÒ CURA DI VOI

Matteo 6: 25-26  –  Perciò io vi dico: Non siate con ansietà solleciti per la vostra vita, di quello che mangerete o berrete, né per il vostro corpo, di che vi vestirete. La vita non vale più del cibo e il corpo più del vestito? Osservate gli uccelli del cielo: essi non seminano, non mietono e non raccolgono in granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre. Non …
Leggi Tutto

RIGUARDANDO A GESU'

di  AGOSTINO MASDEA  –  “…deposto ogni fascio, e il peccato che è atto a darci impaccio, corriamo con perseveranza il palio propostoci,  riguardando a Gesù, capo, e compitor della fede; (Ebrei 12:1-2) (Diodati)   –   La lettera agli Ebrei ci mostra la gloria di Cristo attraverso la storia del popolo di Dio, l’Antico Testamento, cioè il tempo di preparazione per la salvezza. Ci rivela come nessun altro libro del N.T …
Leggi Tutto

SAPER VIVERE, SAPER MORIRE

di ROBERTO BRACCO  –  Filippesi 1: 18-23  –  Qualcuno ha detto che non è difficile morire, ma è difficile vivere; molti altri invece hanno affermato che è facile vivere, ma non è facile saper morire coraggiosamente… crediamo che tutti abbiano torto, perché in realtà è difficile saper vivere e non meno difficile saper morire. Tutti vivono e tutti muoiono, ma questo non vuol dire che sappiano vivere e …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti