Spingi e basta…!

(anonimo)  Una notte un uomo stava dormendo nella sua capanna, quando all’improvviso la sua stanza si riempì di luce, e Dio apparve. Il Signore disse all’uomo che gli avrebbe dato del lavoro da fare, e gli mostrò una grande roccia di fronte alla sua capanna.  Il Signore spiegò che l’uomo doveva spingere contro la roccia con tutta la sua forza. Così l’uomo fece, giorno dopo giorno. Per molti anni, dal sorgere del sole fino al tramonto, si affaticava spingendo con tutta la sua forza le sue spalle contro la fredda, massiccia, superficie dell’irremovibile roccia.
Ogni sera tornava alla sua capanna indolenzito ed esasperato, con la convinzione che tutta la sua giornata era stata spesa invano.

Poiché l’uomo stava mostrando segni di scoraggiamento, l’avversario decise di entrare in azione mettendo cattivi pensieri nella sua mente stanca: “Sei stato a spingere contro quella roccia per un lungo tempo ed essa non si è mossa”. In questo modo cominciò a dare all’uomo l’impressione che il compito fosse impossibile e che lui era un fallimento.

Questi pensieri scoraggiarono e sconsolarono l’uomo: “Perché dovrei uccidermi per questo?”, pensò, “Io farò lo stretto necessario, sforzandomi il meno possibile, e quello sarà abbastanza”.   Fece così per un po’ di tempo, ma finalmente un giorno decise di pregarci su, portando i suoi problematici pensieri al Signore. “Signore”, disse, “ho lavorato a lungo e duramente nel tuo servizio, mettendo tutta la mia forza per fare ciò che mi hai chiesto. Eppure, dopo tutto questo tempo, non ho spostato quella pietra neanche di un millimetro. Che succede? Perché sto fallendo?

Il Signore rispose con compassione, amorevolmente: ”Figlio mio, quando ti chiesi di servirmi, e tu accettasti, ti dissi che il tuo compito era di spingere contro la roccia con tutta la tua forza, e tu l’hai fatto. Non ti ho mai detto che mi aspettavo che tu la spostassi. Il tuo compito era di spingere. Ora vieni a me sfinito e scoraggiato, pensando di aver fallito. Ma è veramente cosi?

Guardati bene: le tue braccia sono forti e muscolose, la tua schiena è robusta, le tue mani sono callose per la costante pressione, le tue gambe sono divenute massicce e dure. Attraverso l’opposizione sei cresciuto molto e le tue abilità ora sorpassano quelle che avevi. Tuttavia non hai mosso la roccia. Ma la tua chiamata era quella di essere obbediente, di spingere, di esercitare la tua fede ed avere fiducia nella mia saggezza. E questo l’hai fatto. Ora, amico mio, sarò Io che sposterò la roccia.”

A volte, quando sentiamo una parola da Dio, tendiamo ad usare il nostro intelletto per decifrare ciò che vuole, quando in realtà ciò che Dio vuole è solo, e semplicemente, l’obbedienza e la fede in Lui.

Certo, noi esercitiamo la fede che sposta i monti, ma non dimentichiamo che è sempre Dio che li sposta. Quando non riesci a capire il perché… spingi e basta! Quando il tuo lavoro non dà i frutti sperati… spingi e basta! Quando nonostante il tuo impegno tutto sembra andar male… spingi e basta!  Quando le persone non reagiscono come vorresti… spingi e basta! Quando sembra che nessuno ti comprenda… spingi e basta!

Benedetto l’uomo che confida nell’Eterno e la cui fiducia è l’Eterno! (Geremia 17:7)

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Cos'è un vero risveglio?

di Reuben A. Torrey (1855 -1928 noto evangelista, insegnante e scrittore). Qual è un vero risveglio e quali sono le sue conseguenze? Un vero risveglio è un tempo in cui la vita si rinnova e in cui questo rinnovamento si espande. Questo è il significato della parola “risveglio” secondo la sua origine come pure secondo l’uso che ne viene fatto nel nostro tempo. Anche la parola ebraica corrispondente ha …
Leggi Tutto

COMPRA IL CAMPO

di Mike Brown  –   Questo messaggio dovrebbe edifi­carvi e fortificarvi nella fede. Fino a quando saremo in questo mondo avremo sempre combattimenti di fede, e fino a quando saremo in questo corpo dovremo scegliere di camminare per fede e non per visione. Sono un uomo abbastanza ottimista, ma negli ultimi cinque anni ho affrontato dure prove e grandi pressioni che andavano al di là delle mie forze, e proprio …
Leggi Tutto

I DONI DELLO SPIRITO

di Roberto Bracco  –  La Chiesa di Dio deve essere edificata dallo Spirito Santo, il quale opera attraverso la strumentalità umana, distribuendo i Suoi doni come vuole e quando vuole. Questa volontà dello Spirito non deve essere interpretata come una manifestazione capricciosa e disordinata, ma come un’azione sottoposta ad una legge superiore che sfugge, in gran parte, alla nostra ragione. Lo Spirito segue una legge ed adempie un …
Leggi Tutto

IL VERO AMORE ASPETTA

True love waits         7 BUGIE SULL’AMORE   –    Prendiamo in esame sette bugie sull’amore e scopriremo la verità sul vero amore.   BUGIA N. 1: Il sesso crea fiducia! Una ragazza ci ha scritto la lettera seguente: «Sono alla continua ricerca d’amore. Ma l’unica forma di amore che conosco è quella fisica, il sesso. Nella mia vita sono già andata a letto con   …
Leggi Tutto

Priorità del risveglio.

di R. J. WELLS  –  Senza dubbio il bisogno più grande ed urgente della nostra nazione e della chiesa, oggi, è quello di avere un possente risveglio spirituale. Malgrado tutti gli sforzi titanici che la Chiesa sta compiendo nel tentativo di risolvere i molti problemi che l’assillano, i suoi progressi sono alquanto limitati. Infatti, quando noi analizziamo la situazione generale, siamo portati a concludere che i migliori sforzi …
Leggi Tutto

TUTTI GLI OSTACOLI AL RISVEGLIO NELLA CHIESA SONO DOVUTI AL PECCATO

di JONATHAN GOFORTH  –  Missionario Presbiteriano in Manciuria e in Cina 1888-1935.   Al ritorno in Cina nell’autunno del 1901, dopo essermi ripreso dagli effetti sconvolgenti della rivolta dei Boxer, (La Rivolta dei Boxer fu una ribellione sollevata in Cina da un grande numero di organizzazioni cinesi popolari, contro l’influenza straniera colonialista. N.d.t.) cominciai a sperimentare una crescente insoddisfazione per i risultati del mio lavoro missionario. Nei primi anni pionieristici incoraggiavo me …
Leggi Tutto

Essere ripieni  di Spirito Santo

di  Zac Poonen  –   Ho visto un cartone animato, una volta che mostrava i discepoli nell’alto solaio che aspettavano di essere pieni di Spirito Santo (Atti 1:12-14). (Oggi sappiamo che hanno aspettato dieci giorni, ma in quel momento, nessuno di loro sapeva per quanto tempo avrebbero dovuto attendere.) Al nono giorno, uno di loro uscì e se ne andò a casa dicendo che era stanco di aspettare …
Leggi Tutto

VIVERE IL CRISTIANESIMO.

di ROBERTO BRACCO  –  Che cos’è il cristianesimo?  Questa domanda rappresenta una premessa indispensabile al soggetto che ci accingiamo a trattare. Il cristianesimo è la dottrina di Cristo nella sua attuazione pratica! La dottrina di Cristo, non bisogna dimenticare, non ha soltanto un aspetto morale ed un contenuto legale, ma anche, anzi soprattutto, un aspetto ideale; cioè la dottrina di Cristo non si esaurisce nell’insegnare a vivere puramente …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti