LA TUA PAROLA MI RISTORA

Il Dr. R. A. Torrey disse: “Vi è più potenza in questo libro, per la salvezza degli uomini, per la loro purificazione, per rallegrare e rendere la nostra vita più bella, di quanto tutti i libri di letteratura messi assieme possano contenere”. Il poeta Samuel Coleridge notò: “Nella Bibbia vi sono più cose che mi riguardano, di quanto io non abbia mai trovato in altri libri.” “Signor maestro, posso avere questo libro?” chiese un piccolo bambino nello Zaire, “esso penetra nel mio cuore”. Queste sono tutte testimonianze della potenza, che è nella Parola di Dio, come anche viene rivelato in Ebrei 4:12, e in molti altri passi. La Parola di Dio è viva ed attiva.

Essa non è un pesante manuale pieno di istruzioni, ma ha in sé la vita e porta beneficio. Il nostro Signore ci informa che: “… le parole che vi ho dette sono spirito e vita” (Giovanni 6:63).

Nei nostri giorni si presenta una corrente pericolosa, che toglie alla Parola ciò che gli spetta; si dice, essa sia solo un “aiuto”, uno “strumento” di cui lo Spirito Santo si può usare, quindi una parola senza vita. Sarebbe come se dicessimo che il sole ha capacità di azione solo se la luce e le radiazioni termiche la accompagnano.

Lo Spirito Santo non si stacca mai dalla Sua Parola. Ciò che la Parola trasmette è il pensiero dello Spirito; ciò che lo Spirito pensa, vuole anche trasmettercelo “Chi ha orecchi ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese” (Apocalisse 3:22).

Quindi è chiaro che ciò che lo Spirito intende comunicare, viene dato per mezzodella Parola scritta. La Bibbia è nella sua perfezione un libro divino. “Infatti nessuna profezia venne mai dalla volontà dell’uomo, ma degli uomini hanno parlato da parte di Dio, perché sospinti dallo Spirito Santo” (II Pietro 1:21). Essa è creata dal dinamismo di Dio e parla con potenza divina direttamente al cuore sotto l’attività dello Spirito Santo. La Bibbia è ispirata da Dio e la sua potenza spirituale è “utile” a ogni opera buona (II Timoteo 3:16-17).

Il salmista lo testimonia: “… la tua parola mi fa vivere” (Salmo 119:50).

Gesù Cristo confrontò la parola “semina- re” con la forza di germogliare e spuntare. Pietro prende questo pensiero e mostra che alla nuova nascita “… siete stati rigenerati non da seme corruttibile, ma incorruttibile …”(1Pietro 1:23).

Giacomo e Paolo rafforzano questo pensiero: “Egli ha voluto generarci secondo la sua volontà mediante la parola di verità…” (Giacomo 1:18); “… perché sono io che vi ho generati in Cristo Gesù, mediante il vangelo” (1 Corinzi 4:15).

La Parola di Dio è potente. E’ potente e ripiena di vita ed energia.

“È un defluire della Sua vita, pervaso dalla stessa natura santa, immortale e potente, per accendere in noi una vita simile o per opporsi a tutti gli ostacoli” (Lenski).

Se questo libro non porta alla salvezza di un’anima, allora causerà la sua perdizione, perché non è né “… il profumo di Cristo fra quelli che sono sulla via della salvezza”, né “un odore di morte per quelli che sono sulla via della perdi- zione” (II Corinzi 2:15-16).

Essa brucia “come un fuoco” e “batte come un martello” (Geremia 23:29, Osea 6:5; Matteo 3:10). Dato che la Bibbia racchiude in sé il Evangelo, essa è “potenza di Dio per la salvezza di chiunque che crede” (Romani 1:16).

La Parola di Dio penetra. Essa è più tagliente di una spada a due tagli ed ha capacità di scrutare od esaminare la profondità dell’anima. Essa esamina insistentemente la natura del cuore umano ed ha accesso ai luoghi in cui nessuno può inoltrarsi’.

La Parola di Dio è un esaminatore dei pensieri e delle intenzioni del cuore.

Testualmente (da “critos”) è un critico, un giudice zelante della natura e dei pensieri de; cuore. Essa porta alla luce i sentimene p: j segreti dell’uomo. Essa esamina, confronta e differenzia i suoi pensieri ed i suoi piani, essa esplora i più segreti propositi e motivi. Essa espone la natura interiore dell’uomo e gli tiene davanti uno specchio affinché egli possa riconoscere i lineamenti del proprio cuore. Con la sua forza vivente, la Parola di Dio può risvegliare la coscienza morta, donandole nuova vita.

Le Sacre Scritture “possono darti la sapienza che conduce alla salvezza mediante la fede in Gesù Cristo” (II Timoteo 3:15). Questa miracolosa forza toccante testimonia la sua fonte sovrumana e la sua infallibile natura. A questo motivo forse diranno di te che tu sei uno studioso biblico oppure un fanatico. Ma se credi veramente alla Parola vivente, se la conosci e la accetti per le tue esigenze, allora non ti spaventare più se ti dicono tu sei uno studioso di scienze solo perché ti distingui in un certo settore. Anche ti dovessero rimproverare di essere un idolatro della Bibbia: neanche per questo motivo devi desistere, a meno che tu non attribuisca alle Sacre Scritture, cose che non richiede per sé stessa e non indulgi nel metterla fra te ed il nostro Signore Gesù Cristo. Ma se la Bibbia ti porta faccia a faccia col Signore, allora custodiscila e serbala sempre di più.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

SERMONE PREDICATO DAL PASTORE AGOSTINO MASDEA nella Chiesa A.D.I. di S. Benedetto del Tronto Domenica 24 Maggio 2015 E noi tutti, contemplando a faccia scoperta come in uno specchio la gloria del Signore, siamo trasformati nella stessa immagine di gloria in gloria, come per lo Spirito del Signore. (2 Corinzi 3:18) Di gloria in gloria: vuol dire che se guardiamo a Gesù, più stiamo nella Sua presenza, come nel riflesso …
Leggi Tutto

PERCHE’ LE PERSONE SI SVIANO?

di W. H. GRIFFITH THOMAS – Durante una riunione di lettura della Bibbia alcuni anni fa affermai che se vi erano 500 sviati che non frequentavano più la chiesa, ognuno di essi aveva iniziato il suo sviamento per aver negletto la lettura della Sacra Scrittura. Dopo la riunione una donna mi disse, «Io non riesco a comprendere come lei può essere così sicuro, che ognuno dei 500 si …
Leggi Tutto

QUANDO DIO DISFA' IL TUO NIDO

di  Rex Humbard –  “Come un’aquila incita la sua nidiata, si libra sopra i suoi piccoli, spiega le sue ali, li prende e li porta sulle sue penne, l’Eterno lo guidò da solo, e non c’era con lui alcun dio straniero” (Deut. 32:11,12). E’ facile avere fede quando tutto procede tranquillamente, ma cosa succede quando la strada comincia a farsi difficile? Proprio in questo momento può darsi che …
Leggi Tutto

Ehi Dio! Ci sei?

di Frank Foglio  –  Bellissima testimonianza di una famiglia italiana emigrata in America   –  Era 1925 la mia famiglia; la famiglia Foglio, italiani emigrati in America del nord in Pennsylvania, ci trasferimmo dalla nostra abitazione in una grande fattoria, con novantacinque acri con una grande casa colonica. Un giorno, papà fece una proposta a un uomo di colore, un certo Slim Hopper. Che se avrebbe arato la nostra terra …
Leggi Tutto

NON SIATE SCHIAVI DELLE ABITUDINI

di OSWALD CHAMBERS  –  «Perché se queste cose si trovano e abbondano in voi, non vi renderanno né oziosi né sterili». 2 Pietro 1:8   –   Quando noi ci accorgiamo di aver preso delle buone abitudini e ci rendiamo conto di diventare migliori, dobbiamo pensare che si tratta solo di una tappa, che, se noi ci fermiamo a questo punto, acquistiamo una mentalità farisaica. Le virtù vanno praticate e …
Leggi Tutto

PECCATORI NELLE MANI DI UN DIO ADIRATO

di Jonathan Edwards . –  Jonathan Edwards nacque nel 1703 e morì nel 1758. Questo sermone fu predicato nel pomeriggio dell’ 8 luglio 1741 ad Enfield, nel Connecticut. I fuochi del risveglio erano iniziati in tutta l’area della nuova Inghilterra mediante il ministero di George Whitefield, ma Enfield, la comunità più malvagia di tutte, non era stata raggiunta. Un servizio speciale era stato convocato da un gruppo di ministri …
Leggi Tutto

OBBEDIRE A DIO

di A.W.Tozer.  –   Nel Nuovo Testamento, obbedire significa ascoltare la parola di Dio, piegarsi alla sua autorità e condurre a termine gli incarichi che Dio ci affida.  Questo tipo di obbedienza sembra scomparso al tempo d’oggi. Ogni tanto ci accade di sentire una predica, un po’ stiracchiata, su questo soggetto. Il messaggio però è tanto scialbo che non può certamente influenzare la vita di coloro che lo ascoltano …
Leggi Tutto

NON TRASCURARE LA TUA SALVEZZA

Perciò bisogna che ci atteniamo maggiormente alle cose udite, che talora non finiamo fuori strada. Se infatti la parola pronunziata per mezzo degli angeli fu ferma e ogni trasgressione e disubbidienza ricevette una giusta retribuzione, come scamperemo noi, se trascuriamo una così grande salvezza? (Ebrei 2:1-3)  –  di Agostino Masdea  –  Più studio l’epistola agli Ebrei e più me ne innamoro. È un’epistola che esalta Cristo e la sua …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti