IL RITORNO DI GESÙ CRISTO

Dopo la prima venuta di Cristo come messia sofferente, attendiamo la seconda venuta di Cristo come messia glorioso e potente. Questo straordinario evento s’approssima sempre di più. Prepariamoci!

coming-in-the-cloudsPiù sorprendente delle scene della Pentecoste —
Più potente della caduta di Gerusalemme —
Più significante dello Spirito che risiede in noi —
Più meraviglioso della conversione di un peccatore —
Più desiderato della nostra partenza per il Cielo —
Il Ritorno di Cristo sarà Letterale, Visibile, Fisico!!

« E dette queste cose, mentre essi guardavano, fu elevato; e una nuvola, accogliendolo, lo tolse d’innanzi agli occhi loro. E come essi avevano gli occhi fissi in cielo, mentre egli se ne andava, ecco che due uomini in vesti bianche si presentarono loro e dissero: « Uomini Galilei, perché state a guardare verso il Cielo? Questo Gesù che è stato tolto da voi ed assunto in cielo, verrà nella medesima maniera che lo avete visto andare in cielo » (Atti 1:9-11).

« … perché il Signore stesso, con potente grido, con voce d’arcangelo e con la tromba di Dio, scenderà dal cielo, e i morti in Cristo risusciteranno i primi; poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo insieme con loro rapiti sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria » (1 Tessalonicesi 4:16-17).

La Bibbia — il Libro che è al di sopra ed al di là di tutti i libri come il fiume è al di là del ruscello, come il sole di Dio è al di sopra della luminosità delle candele — ci parla della seconda venuta di Cristo più di qualunque altra cosa.

La seconda venuta di Cristo è la pietra angolare sulla quale il tempio del piano di Dio per il mondo sarà eretto.

La nuvola sulla quale Gesù mette tanta enfasi, è nominata 9 volte. Si parla del Battesimo venti volte. Il Ravvedimento è nominato settanta volte.

Nel Vecchio Testamento, ci sono almeno 300 profezie che parlano della venuta di Cristo per la prima volta.

In circa 380 versi del Nuovo Testamento, si parla della seconda venuta di Cristo.

Ovunque nelle Scritture si legge della seconda venuta del nostro Signore.

Delle migliaia di versi nel Nuovo Testamento, uno ogni venticinque versi riguarda la seconda venuta del Signor Gesù.

Questa è la grande speranza della Chiesa in quanto adempimento di tutte le promesse, coronamento di tutte le speranze missionarie, evangeliche ed evangelisti- che, somma di tutte le profezie e di tutte le preghiere.

Frequentemente, ci è detto che Gesù viene per regnare in rettitudine. Allora, la presente apostasia della chiesa, l’aumentare continuo del peccato dell’umanità, i problemi del nostro mondo peccaminoso — guerra classi sociali, pregiudizi razziali, rivalità tra nazioni ingiustizia industriale, ubriachezza, crudeltà, ignoranza, concupiscenza, avidità — saranno estirpati e non con la fatica umana!

Ci sono quelli che predicano che « la redenzione della umanità è nella scienza, nella filosofia, nell’istruzione, e la religione sarà d’influenza mediante la predica zione contro la guerra, il capitalismo, il nazionalismo per là creazione di un nuovo ordine sociale che cambierà il mondo e lo farà diventare il regno di Dio ».

Tutto questo è contrario al piano di redenzione pei il mondo come è stabilito nella Bibbia.

MOLTI ERRORI

Ci sono quelli che erroneamente dichiarano che h presenza spirituale di Cristo è la seconda venuta di Cri sto. Per molti, Cristo è la vera Presenza oggi, ma queste è diverso dalla Sua visibile seconda venuta.

La Sua seconda venuta sarà fisica. «… Ogni occhio  lo vedrà (non ogni mente)» (Apocalisse 1:7).

Alcuni erroneamente dichiarano che la rigenerazione è la seconda venuta del nostro Signore. Ma la Bibbia dice: « perché il Signore stesso… ». La rigenerazioni di un peccatore è come il vento. « Il vento soffia dove vuole, e tu ne odi il rumore, ma non sai né d’ondi viene né dove va; così è di chiunque è nato dallo Spirito » (Giovanni 3.8).

Questa è la prima cosa che accade ad un peccatori che diventa un cristiano. La salvezza di un peccatore i gloriosa! Quando un ubriaco diventa sobrio, quando un infedele diventa fedele, quando un bugiardo dice 1; verità, quando uno già nato nasce di nuovo, è glorie so! Ma, la salvezza di un peccatore non è la secondi venuta di Cristo!

Tutte le promesse che riguardano la seconda venute sono state fatte dopo il giorno della Pentecoste, quando discese lo Spirito Santo. Nessuno degli eventi di I Tessalonicesi 4:16-17, però, avvenne il giorno della Pente coste.

In quel giorno importante, non ci fu la resurrezione dei morti, i credenti non furono accolti nelle nuvole per incontrare il Signore nell’aria. Il Signore stesso verrà di persona. Sarà visibile, reale corporeo, gloriose

Sarà più sensazionale del giorno della Pentecosti più importante della caduta di Gerusalemme, più significante dello Spirito che risiede in noi, più meraviglioso della conversione di un peccatore, più desiderato della nostra partenza per il cielo. Sarà letterale, visibile; sarà il reale ritorno di Cristo!

Grandi sconvolgimenti nella natura non sono il secondo ritorno di Cristo. In essi, si potrebbe vedere la seconda venuta di Cristo. In essi, si potrebbe vedere la manifestazione della potenza di Dio, si potrebbe vedere la mano di Dio, si potrebbe sentire la voce di Dio.

« I terremoti saranno il passo dei Suoi piedi, i lampi saranno la luce dei Suoi occhi, i tuoni saranno la Sua voce, le nuvole saranno la polvere del Suo carro ». Ma questo, secondo la Bibbia, non è la seconda venuta di Cristo.

Dei cristiani, credendo nel Vangelo — Cristo morì per i loro peccati secondo le Scritture, fu sepolto, e risuscitò — con senso di sopportazione eroica, con ardente zelo, con veracità intatta, con illimitato amore, combatterono contro il mondo indegno e vinsero. Ma questo, secondo la Bibbia, non è la seconda venuta di Cristo.

MISTERO

Il Dr. Scofield dice che un « mistero », nelle Scritture, è una verità, precedentemente nascosta, che ora è rivelata divinamente, ma che, nonostante la rivela- zione, rimane qualcosa di soprannaturale. Il vocabolario definisce questa parola come «qualcosa di inspiegabile o di incomprensibile».

Di tutti i misteri, nella Bibbia, il più importante è quello della seconda venuta del nostro Signore. Paolo scrive: « Ecco, io vi dico un mistero: Non tutti morremo, ma tutti saremo mutati… » (I Corinzi 15:51).

Non tutti i cristiani morranno. La raccolta dei santi viventi, al ritorno di Cristo, sarà, come dice Snyder, qualcosa di inspiegabile e di incomprensibile per i più brillanti scienziati della terra.

«Ogni cristiano vivente… improvvisamente scomparirà. Scompariranno dai letti d’ospedale, da automobili, aeroplani, navi, strade, campi, case, botteghe, da qualsiasi luogo e da ogni nazione».

«… in un momento, in un batter d’occhio, al suon dell’ultima tromba. Perché la tromba sonerà, e i morti risusciteranno incorruttibili, e noi saremo mutati » (I Corinzi 15:52).

Tutti si chiederanno: « Dove sono »? Nessuno avrà una spiegazione. Sarà un mistero inspiegabile, incomprensibile.

Sia il cristiano morto che il cristiano vivente incontreranno il Signore nell’aria.

Dei cristiani non morranno mai. Una generazione di credenti sarà vivente al ritorno di Cristo. Ad essi saranno dati dei corpi « conformi al corpo della Sua gloria » (Filippesi 3:21). Essi saranno accolti senza l’esperienza della morte.

In questo meraviglioso cambiamento, saranno rivestiti di immortalità «… in un momento, in un batter d’occhio, al suono dell’ultima tromca. Perché la tromba suonerà, e i morti risusciteranno incorruttibili…» (I Corinzi 15:51-52, e II Corinzi 5:4).

Il Signor Gesù visse realmente, corporalmente. Il suo ritorno sarà corporeo. Egli ascese in modo visibile. Ritornerà in modo visibile. Egli ascese su una nuvola. Egli ritornerà su una nuvola. Egli ascese dal Monte degli Ulivi. Egli ritornerà sul Monte degli Ulivi (Zaccaria 14:4; Atti 1:1-11).

Sì, insieme, i cristiani morti e quelli viventi, saliranno ad incontrare Cristo nell’aria, per essere accolti da Lui e vivere con Lui, « e così saremo sempre col Signore » (I Tessalonicesi 4:17),

Tutti questi gloriosi eventi avverranno non attraverso le età, ma « in un momento, in un batter d’occhio, al suon dell’ultima tromba» (I Corinzi 15:52).

Noi possiamo fare dodicimila fotografie in un secondo con la «Kinetoscope». Con la radio, la voce umana può essere trasmessa per il mondo sette volte al secondo. I nostri aeroplani attraversano immensi oceani e continenti, in poco tempo.

Ma tutto questo è molto lento al confronto della istantanea venuta di Gesù!

La partenza dei cristiani per il cielo sarà seguita dalla grande tribolazione. Dopo il rapimento dei cristiani viventi e la resurrezione dei cristiani morti, i morti iniqui ed i viventi iniqui rimarranno.

Immediatamente dopo il rapimento dei cristiani, ci sarà il periodo della Grande Tribolazione. Il diavolo avrà assoluto dominio. Il giorno dello Spirito Santo sarà passato (II Tessalonicesi 2:6-8).

Di questi giorni leggiamo: «… perché allora vi sarà una grande afflizione; tale, che non v’è stata l’uguale dal principio del mondo fino ad ora, né mai più vi sarà. E se quei giorni non fossero stati abbreviati, nessuno scamperebbe; ma a cagion degli eletti, quei giorni saranno abbreviati » (Matteo 24:21-22).

Questa tribolazione sarà così dura che le carestie mondiali sembreranno una festa e le guerre più brutte sembreranno un party per bambini. Ma quando Cristo e la Sua sposa saranno uniti nel cielo, allora Cristo verrà sulla terra ed il diavolo sarà gettato nella fossa più profonda.

IL MILLENNIO

La parola « millennio » non è una parola contenuta nella Bibbia ma esprime un fatto scritturale.

Per giustificare il suo uso, leggiamo Apocalisse 20: 6: « Beato e santo è colui che partecipa alla prima risurrezione. Su loro non ha potestà la morte seconda, ma saranno sacerdoti di Dio e di Cristo e regneranno con Lui quei mille anni ».

Il             millennio riguarda lo stabilimento del regno del cielo sulla terra. E’ il tempo in cui «Il regno del mondo è venuto ad essere del Signor nostro e del suo Cristo; ed egli regnerà nei secoli dei secoli » (Apocalisse 11 : 15). Sarà un tempo in cui tutte le nazioni vivranno sotto la benedizione di Dio.

« In quel giorno, vi sarà una strada dell’Egitto in Assiria; gli Assiri andranno in Egitto, e gli Egiziani in  Assiria serviranno l’Eterno con gli Assiri. In quel giorno Israele sarà terzo con l’Egitto e con l’Assiria, e tutti e tre saranno una benedizione in mezzo alla terra. L’Eterno degli eserciti li benedirà, dicendo: « Benedetti siano l’Egitto, mio popolo, l’Assiria, opera delle mie mani, e Israele, mia eredità! » (Isaia 19:23-25).

Sarà un tempo in cui le nazioni non conosceranno le guerre. « Egli giudicherà tra nazione e nazione e sarà l’arbitro fra molti popoli; ed essi delle loro spade fabbricheranno vomeri d’aratro, e delle loro lance, roncole; una nazione non leverà più la spada contro un’altra, e non impareranno più la guerra » (Isaia 2:4).

«…non vi sarà più, in avvenire, bimbo nato per pochi giorni, né vecchio che non compia il numero dé suoi anni; chi morrà a cent’anni morrà giovane, e il peccatore sarà colpito dalla maledizione a cent’anni. Essi costruiranno case e le abiteranno; pianteranno vigne e ne mangeranno il frutto. Non costruiranno più perché un altro abiti, non pianteranno più perché un altro mangi; poiché i giorni del mio popolo saranno come i giorni degli alberi; e i miei eletti godranno a lungo dell’opera delle loro mani. Non si affaticheranno invano, e non avranno più figliuoli per vederli morire a un tratto; poiché saranno la progenie dei benedetti dall’eterno, e i loro rampolli staranno con essi » (Isaia 65: 20-23).

Sarà un tempo in cui tutta la creazione sarà liberata dalla schiavitù della corruzione (Romani 8.21-22). Un tempo in cui i figliuoli di Dio saranno manifestati con il Figliuolo di Dio (Romani 8:19-23). Un tempo in cui la sapienza del Signore coprirà la terra, come le acque coprono il mare (Habacuc 2:14; Ebrei 8:11).

Questo non è un caso né un qualcosa di fortuito, ma lo scopo di Dio. Questo Regno, predestinato dall’inizio, non è una post-creazione pensata da Dio dopo, ma una procreazione, che è esistita nella mente di Dio da sempre. Predestinato dall’inizio, questo regno di Gesù sulla terra è l’oasi verde, profumata nel deserto del tempo.

Quest’amministrazione regale di Gesù sarà personale, non solo spirituale…  Quando Gesù verrà, si sentirà la preghiera dei santi: « venga il Tuo regno; sia fatta la tua volontà anche in terra com’è fatta in cielo… » (Matteo 6:10). Gesù, il rigettato, prenderà in mano il governo e regnerà con potenza e amore.

Isaia dichiarò: « La luna sarà coperta di rossore, e il sole di vergogna; poiché l’Eterno degli eserciti regnerà sul monte di Sion ed in Gerusalemme, fulgido di gloria in presenza de’ suoi anziani » (Isaia 24:23).

Michea disse: « Verranno delle nazioni in gran numero e diranno; “Venite, saliamo al monte dell’Eterno e alla casa dell’iddio di Giacobbe; egli c’insegnerà le sue vie, e noi cammineremo nei suoi sentieri” » (Michea 4:2).

Davide, nel suo salmo messianico, disse: « Ai dì d’esso il giusto fiorirà, e vi sarà abbondanza di pace finché non vi sia luna. Egli signoreggerà da un mare all’altro, e dal fiume fino all’estremità della terra » (Salmo 72:7-8).

La natura e la grazia proclamano il Messia glorificato che ritorna di nuovo dal cielo, nella Sua potenza, come indispensabile per completare i loro percorsi fissati. La natura Lo chiama per rettificare il suo disordine involontario, per riparare le sue strutture frantumate, per ristorare le sue energie oppresse, per vendicare la voce della coscienza che è stata da molto tempo disprezzata, per verificare la sua sublime testimonianza al Creatore che è stata da molto contestata e trascurata.

La Sua seconda venuta è certa. Il Suo glorioso ritorno, con le circostanze che lo attendono, con l’effetto che avrà sulla Chiesa, è un motivo sublime per le attività degli evangelisti e dei missionari. Non si tratta di sogni di ignoranti fanatici o di speculatori di teologia. E’ una verità rivelata divinamente.

The Watchman

I commenti sono chiusi.