GUARDATE DI NON TURBARVI

di W.C MOORE   –   Mentre era ancora sulla terra, Gesù pregò il Suo e nostro Padre : « Io non Ti prego che Tu li tolga dal mondo, ma che Tu li preservi dal male » (Giovanni 20:17 – Giovanni 17:15).  Gesù quale Figlio di Dio, conosceva, e preannuncio, i tempi pericolosi, in cui noi viviamo. «Voi udrete parlare di guerre e di rumori di guerre; guardate di non turbarvi»  (Matteo 24:6). Sapeva che, con i cuori degli uomini che vengono meno per la paura (Luca 21:26) e con le guerre etc., ci sarebbe stato un grave pericolo che anche i Suoi seguaci fossero assaliti dal terrore. Perciò, alla descrizione degli orrori degli ultimi tempi, aggiunge questa parola di FEDE molto necessaria. «Guardate di non turbarvi». In Giovanni 16:33 Gesù dice: «Nel mondo avrete tribolazioni’. MA FATEVI ANIMO; Io ho vinto il mondo».

Vigilanti! Ma non timorosi!

Come nostro saggio Capo, Gesù ci incita ed ammonisce ad essere vigilanti, aspettando gli eventi terrificanti, ed in mezzo alla confusione ed alla sventura del mondo, desidera che i Suoi seguaci, il Suo popolo composto di “nati di nuovo ” non partecipi né alla disperazione e del terrore, né dell’indifferenza e del fatalismo del mondo. Egli ci preannuncia gli eventi che verranno, perché possiamo essere pronti a fronteggiarli, e possiamo glorificare Dio, in qualunque circostanza ci troviamo, con piena fiducia che la potenza di Dio ci salverà.

Una cura particolare di Dio per coloro che Lo amano.

In Isaia 43:1, 2, il Signore mostra in un modo meraviglioso come il Suo popolo sia l’oggetto della Sua particolare cura — ed anche come tutte le COSE siano soggette a Lui, che controlla le situazioni, provvedendo per noi. «Ma ora così parla l’Eterno che ti ha creato… Non temere, perché Io ti ho riscattato, t’ho chiamato per nome, Tu sei MIO. Quando passerai per delle acque, Io sarò teco; quando attraverserai dei fiumi, non ti sommergeranno; quando camminerai nel fuoco, non sarai arso e la fiamma non ti consumerà».

Egli è l’Onnipotente, Amoroso, Fedele Guardiano della nostra vita, ma è anche il Padrone delle acque e della fiamma, cosicché né l’inondazione né il fuoco possono salire la più piccola frazione di un pollice al di sopra di quanto Egli permette, e questo Suo onnipotente potere è costantemente esercitato in favore dei Suoi figli che confidano in Lui!

Gioiosa perseveranza.

« Corriamo con pazienza (gioiosa perseveranza) la gara che ci è posta davanti» (Ebrei 12:1).  Qualcuno ha detto «Noi non possiamo prendere d’assalto Dio». Il Signore ha un meraviglioso lavoro da compiere in noi, provando la nostra fede. «Considerate come argomento di completa allegrezza le prove svariate in cui venite a trovarvi» (Giacomo 1:2).

Non mormorate per le prove, ma consideratele argomento di completa allegrezza «sapendo che la prova della vostra fede produce costanza» (Giacomo 1-2).

Dio è un giudice imparziale, e, poiché nella Sua sapienza e nel Suo amore ha fatto aspettare Abramo per anni — per fede — prima che nascesse Isacco, possiamo aspettarci che il Suo amore invariabile tenterà e proverà anche noi affinché possiamo uscirne come l’oro (1 Pietro 1:7) – (Giobbe 23:10).  Abramo «avendo aspettato con pazienza, ottenne la promessa (Ebrei 6:15)

«Non gettate dunque via la vostra franchezza, la quale ha una grande ricompensa! Poiché voi avete bisogno di costanza, affinché, avendo fatta la volontà di Dio, otteniate quel che v’è promesso». (Ebrei 10:35-36)

Incitati alla fede.

Dio vuole che noi ci risvegliamo – agitati fin nel profondo del nostro essere – ma incitati alla Fede – non dal terrore, o dal dubbio, od dalla paura.  «NON TEMERE; ABBI SOLO FEDE. » (Luca 8:50).

Tempo di rialzarsi.

« Ma quando queste cose cominceranno ad avvenire, rialzatevi, levate il capo; perché la vostra redenzione è vicina » (Luca 21:28).

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

IL MIO AMICO E PADRE PERFETTO

di Nicky Cruz  –  Ancora oggi sono un piccolo bimbo sofferente dentro di me, e Dio è ancora mio Padre. Ovunque vada, mi assicuro che cammini affianco a me, che mi tenga la mano e mi conduca. Quando inciampo e cado, Egli si protende verso me e mi rialza. Scuote la polvere dalle mie vesti, bacia le ferite e poi prosegue con me lungo il cammino. Quando faccio …
Leggi Tutto

Storia di un inno: IT’S WELL WITH MY SOUL

 Horatio Spafford era un avvocato di successo ed un insegnante di giurisprudenza nella Chicago del 1860. Insieme a sua moglie, Anna, erano ben noti in città, sia per la carriera legale di Spafford, ma anche perché i due coniugi erano amici e sostenitori di D.L. Moody, famoso evangelista. La città di Chicago era in forte espansione, le attività industriali erano fiorenti e lo sviluppo sociale era in forte …
Leggi Tutto

LO SCOPO DEL VANGELO

 di  Watchman Nee  –  Trovandosi Egli a Betania in casa di Simone il lebbroso, mentre era seduto a tavola, entrò una donna con un vaso di alabastro di un unguento profumato di autentico nardo, di grande valore; or ella, rotto il vaso, lo versò sul Suo capo …. Gesù disse: .. ” In verità vi dico, che in tutto il mondo, ovunque sarà predicato questo vangelo, si racconterà …
Leggi Tutto

LA RISCOPERTA DELLO SPIRITO

di JIM CYMBALA  –  Non mi aspettavo che lo Spirito Santo si unisse a me per pranzo, eppure è esattamente ciò che accadde.  Mia moglie Carol era fuori città, così andai in un piccolo bar che mi piace a Long Island. Trovai un tavolo tranquillo contro il muro, ordinai la mia solita insalata e mentre gustavo il mio salutare pranzo iniziai a leggere. Sono abbonato al New York …
Leggi Tutto

ADAMO DOVE SEI? (Genesi 3:10)

Ma l’uomo era nascosto!     Nel luogo degli incontri abituali non si udiva la voce dei coniugi amici di Dio e forse il silenzio era reso ancora più cupo dal peccato consumato, ormai entrato come un’ombra triste nella natura. E’ il dramma! …
Leggi Tutto

FUOCO CONSUMANTE

di – Jim Cymbala    –  Gesù non ha mai battezzato nessuno con acqua. Perché? Perché il battesimo che Lui avrebbe ministrato sarebbe stato il battesimo dello Spirito Santo e col fuoco (leggere Luca 3:16). Non confondete queste parole come a voler indicare due battesimi, uno con lo Spirito e uno col fuoco.  Al contrario, Luca stava usando l’immagine del fuoco come simbolo che rappresenta lo Spirito, per …
Leggi Tutto

POTENZA

di  ROBERTO BRACCO  –  “Riceverete potenza”! (Atti 1:8)  Le parole di Gesù avevano un preciso significato per i di- screpoli che le udirono e le ascoltarono; raccolti nell’Alto Solaio rimasero in atte­sa non di sensazioni od emozioni, ma di quella virtù che poteva renderli testimoni di Cristo, della Sua morte, della Sua re­surrezione ed essi ricevettero esattamen­te quello che attendevano dal Cielo. I testimoni di Cristo furono spesso i mar­tiri …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti