PER TUTTI I TEMPI E PER TUTTI GLI UOMINI

di  ANDRÉ THOMAS BRÈS  –    Quando si legge il libro degli Atti, ci si rende conto che lungi d’aver avuto luogo una volta per tutte, la Pentecoste non ha cessato di riprodursi. Alla fine del IV capitolo, leggiamo di una Pentecoste accordata a coloro che ne avevano già ricevuta una prima. Nell’VIII capitolo, Pentecoste a Samaria! Nell’XI capitolo, Pentecoste a Cesarea, nella casa di Cornelio ! Nel XX capitolo, Pentecoste ad Efeso.

E’ dunque impossibile, a meno che non si voglia rigettare la testimonianza delle Scritture, pretendere che la Pentecoste sia stata un avvenimento unico, il quale, dopo essersi verificato una volta all’inizio della Chiesa, non doveva più rinnovarsi.

Gli apostoli erano talmente persuasi del contrario, che pregavano sempre perché i neo convertiti ricevessero il battesimo dello Spirito Santo. Abbiamo l’esempio della Samaria (Atti 8). Un risveglio.era sorto in quella città: dei malati erano stati guariti, alcune anime avevano creduto ed erano state battezzate in acqua. Molti cristiani dei nostri giorni avrebbero pensato che l’opera di Dio era completa; ma non fu questo l’avviso di Pietro e di Giovanni che si recarono a Samaria e pregarono perché i nuovi convertiti ricevessero lo Spirito Santo. Si sbagliarono? Evidentemente no, poiché furono esauditi e quei samaritani ricevettero il battesimo dello Spirito Santo.

In un caso simile l’apostolo Paolo si regolò nello stesso modo. La cosa è raccontata al principio del capitolo XIX degli Atti.  La Chiesa adottò la parola ispirata di Pietro che noi abbiamo già citata: « Ravvedetevi e ciascun di voi sia battezzato, e riceverete il dono dello Spirito Santo » (Atti 2,38-39).

In questi fatti, che ciascuno può verificare, si trova la spiegazione dello straordinario progresso della Chiesa primitiva. Non è questo il luogo per descrivere quello sviluppo prodigioso che andava di pari passo con una spiritualità raramente eguagliata dopo di allora. Tutto prova che quella Chiesa possedeva in se stessa una forza che non sempre agisce nella stessa maniera nella nostra cristianità d’oggi: quella forza era lo Spirito Santo nel quale l’antica chiesa credeva positivamente e per conseguenza Lo cercava e Lo riceveva. L’affievolimento venne con l’oblio del ruolo indispensabile dello Spirito Santo. Niente si è fatto e niente si farà di grande e di durevole se non per la Sua potenza: non ci sarà risveglio di anime se non per Lui.

Leggendo quello che precede, alcuni forse penseranno che tutto ciò, anche se vero, non li interessa, ma si indirizza soltanto a coloro che hanno una responsabilità particolare nella Chiesa, cioè ai conduttori.

Si sente spesso dire: — Non abbiamo bisogno di cercare il Battesimo dello Spirito Santo, perché non siamo evangelisti e missionari, né vogliamo esserlo. E’ un errore. In nessun punto della Scrittura, parlando del Battesimo, si fa una distinzione tra alcuni credenti che dovrebbero ricercarlo ed altri che non dovrebbero ricercarlo.

Non bisogna dimenticare che la Parola paragona la Chiesa a un corpo di cui Cristo è il capo e di cui ogni vero credente è membro. Come dice l’apostolo Paolo, in un corpo le membra sono molto differenti fra loro. Un naso non somiglia ad una bocca e un orecchio a un occhio; tuttavia appartengono tutte al corpo e sono utili al suo funzionamento. Ve ne sono alcune che comandano e altre che obbediscono; ma per quanto possa essere umile un membro ha sempre la sua funzione ed ha bisogno della salute necessaria per compierla, diversamente l’infero corpo ne soffre.

Anche nella Chiesa i membri sono differenti; ma per quanto essi siano posti in basso hanno una responsabilità, una parte della testimonianza collettiva da sostenere; e se mancano di vitalità spirituale, o non sanno pregare, o trascurano le riunioni, o ‘sono scontenti, irritati, non santificati, tutta la Chiesa ne risente, ne è indebolita, ne soffre intensamente. Perché un corpo sia vigoroso, è necessario che tutte le sue membra lo siano; perché una Chiesa sia spiritualmente vivente, è necessario che tutti coloro che la compongono posseggano la energia spirituale che solo lo Spirito Santo può dare.

Ogni credente che pensa o dice; — Non ho bisogno di questo Battesimo, — mostra di non aver compreso ciò che il Signore si attende da ciascuno dei Suoi figli.  Il Battesimo dello Spirito Santo è necessario ad ogni cristiano chiunque esso sia e qualunque sia il posto che occupa nella Chiesa, anche se questo posto è l’ultimo.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Comunione o Comunella?

di Felice Leveque  |  Comunella significa associazione, accordo, specialmente per scopi equivoci. Alcuni suoi sinonimi sono combriccola, combutta, cricca. Anche se nel significato ha alcune accezioni positive, di solito il vocabolo è usato in senso negativo. Fanno comunella quei gruppi di persone che tramano alle spalle di qualcuno o di altri …
Leggi Tutto

IL RE RITORNA

di Agostino Masdea   –  «Quando vedrete Gerusalemme circondata da eserciti, allora sappiate che la sua devastazione è vicina. Allora quelli che sono in Giudea, fuggano sui monti; e quelli che sono in città, se ne allontanino; e quelli che sono nella campagna non entrino nella città. Perché quelli sono giorni di vendetta, affinché si adempia tutto quello che è stato scritto…. Vi saranno segni nel sole, nella luna …
Leggi Tutto

Dai nostri culti  - Predicazione 8 Maggio 2016

Pastore Agostino Masdea: OGNI IDOLO CADRA’ DAVANTI A DIO. (1 Samuele 5) …
Leggi Tutto

UN’OPERA PER OGNI TEMPO, UN TEMPO PER OGNI OPERA!

di ROBERTO BRACCO   –   Come trascorri il tuo tempo? Le ore passano, volano, scompaiono, ma tu stai fermo o ti muovi?  Il tempo della nostra vita è breve, spaventevolmente breve ed anche quando lo impieghiamo tutto per lavorare nel campo di Dio, possiamo compiere soltanto un piccolo lavoro. Quando poi lo lasciamo trascorrere senza utilizzarlo ci accorgiamo con rimpianto amarissimo che non abbiamo fatto «nulla» che rimanga …
Leggi Tutto

Meditazione del giorno: FEDE VERA

di George Muller    –   “La fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di cose che non si vedono; …Per fede intendiamo che l’universo è stato formato per mezzo della parola di Dio, sì che le cose che si vedono non vennero all’esistenza da cose apparenti.” ( Ebrei 11:1;3). PRIMO: CHE COS’È LA FEDE? Nel modo più semplice in cui sono capace di esprimermi, io rispondo: …
Leggi Tutto

DOMANDE PER GLI AMICI CATTOLICI, RIGUARDO GESÙ E IL PERDONO.

di Matt Slick  –   I cattolici hanno il confessionale, i sacerdoti, la penitenza, i sacramenti, i santi e Maria, e tutti in un modo o in un altro incidono sul  perdono dei peccati. In confessionale, il Cattolico confessa i suoi peccati a un sacerdote che gli da l’assoluzione e gli  prescrive la penitenza – un mezzo necessario per il perdono (CCC 980) “con la quale i peccati commessi …
Leggi Tutto

UNITA'... A CHE PREZZO?

di Keith Green –  Di questi tempi si fa un gran parlare tra i Cristiani riguardo all’esigenza di unità. Ovunque cristiani si riuniscono puoi sentire qualcuno che afferma “Se solo tutti i credenti potessero unirsi e andare d’accordo, allora il mondo si sveglierebbe e ci darebbe retta! allora sì il Diavolo fuggirebbe spaventato! Allora si avrebbe un vero risveglio!!” L’intero movimento ecumenico si basa su questo assunto. Devo ammettere …
Leggi Tutto

NON ERANO CHE DEI RAGAZZI

Uno studente dell’Università Yale (Usa), un giorno, intraprese una strenua difesa a favore dell’opera delle missioni al punto che fu espulso dalla sua scuola. Questo giovane si chiamava David Brainerd, grande missionario  e  pioniere  tra  i  Pellirossa.  Il suo diario, pubblicato dopo la sua morte, andò nelle mani di un calzolaio inglese: William Carey, che divenne una “colonna di fuoco”. Dio si usò di lui in India dove …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti