PERCHÈ LE LINGUE?

di J. ROBERT ASCHROFT   –  Molto si sa del parlare in altre lingue; molto non si sa e rimane un mistero. Eppure nelle Scritture ci sono insegnamenti sufficienti a darci una chiara rivelazione sul valore del parlare in altre lingue e sul come bisogna usare questo dono. Ecco i punti più importanti.

1.      E’ chiaramente detto che si sarebbe verificato l’avvenimento del parlare in altre lingue. « Questi sono i segni che accompagneranno coloro che avranno creduto … parleranno in lingue nuove … ». (Marco 16 :17). Queste parole furono dette da Gesù, e questo fatto in se stesso dà la misura dell’importanza del parlare in altre lingue.

2.      Lo straordinario fenomeno del parlar in nuove lingue fu manifestato durante l’effusione iniziale dello Spirito Santo. « E tutti furono ripieni delio Spirito Santo, e cominciarono a parlare in altre lingue, secondo che lo Spirito dava loro d’esprimersi » (Atti 2:4). Così abbiamo ora il Signore stesso e lo Spirito Santo, che ci accertano del parlare in altre lingue.

3.      In tutte le circostanze (eccetto una) in cui il libro degli Atti parla di quelli che erano riempiti di Spirito Santo, vediamo che i credenti parlavano

in altre lingue. E nell’unica eccezione, non possiamo logicamente concludere che non parlarono in lingue sebbene non espressamente detto.

4.      Paolo parla dello scopo del parlare in altre lingue : « Chi parla in altra lingua non parla agli uomini ma a Dio » (1 Corinzi 14:2). Questo è lo scopo più nobile che vi possa essere. A questo punto dobbiamo notare che ora abbiamo la conferma dal Vangelo, dagli Atti e dalle Epistole. Anche dalla storia della Chiesa sappiamo che questo fenomeno si è manifestato per affermare che questo dono è da Dio.

5.      Il parlare in lingue non ha solo

lo      scopo menzionato da Paolo, ma serve anche quando c’è l’interpretazione o quando la lingue è capita da qualcuno dei presenti, come avvenne nel giorno della Pentecoste, quando molti del popolo dicevano : « E come che li udiamo parlare ciascuno nel nostro proprio natio linguaggio? … li udiamo parlare delle cose grandi di Dio nelle nostre lingue » (Atti 2:8, 11).

6.      C’è uno scopo anche nel parlare in lingue non comprese dai presenti, in quanto serve come segno per i non credenti (1 Corinzi 14:22). Serve per attirare l’attenzione e suscitare interesse nei presenti. Poi il Signore parla loro per mezzo della profezia e rivela i segreti dei loro cuori, ed essi si avvicinano a Dio.

7.      Vi sono personali vantaggi per coloro che parlano in altre lingue, in quanto non esiste più la barriera della struttura di una lingua umana, e quindi c’è una maggiore libertà di esprimere i sentimenti dell’anima senza alcun impedimento. Esiste una segreta comunione tra il nostro essere più profondo e Dio.

8.      Paolo dice: « Non impedite il parlare in altre lingue » (1 Corinzi 14:39). E’ molto importante notare che il grande apostolo dice anche : « Io parlo in altre lingue più di tutti voi » (1 Corinzi 14:18), e che è grato a Dio per questo fatto !

Prima di finire, vogliamo far notare che vi sono limiti nell’uso delle lingue.

Il primo è quello a cui abbiamo accennato più sopra, e cioè che devono essere usate solo per parlare a Dio, eccetto quando la chiesa ha bisogno di essere edificata.

Queste osservazioni bibliche ci dovrebbero far comprendere l’importanza di avvalerci di tutti i privilegi inerenti a questa nuova dimensione provveduta dal Battesimo nello Spirito Santo.

 

I commenti sono chiusi.

Meditazione del giorno

  • Meditazione del giorno: Quando si parla di sacrificio?
    In Devotional
    di Theodore Epp  –  Leggere 2Samuele 24:18-25  –  Il Signore, non solo placò la peste, ma attraverso Gad Egli istruì Davide a costruire un altare nell’aia di Arauna il Gebuseo (1 Cronache 21:18).  Il Signore fu molto preciso riguardo alla costruzione dell’altare e non lasciò alcuna alternativa a riguardo. Dio scelse questo posto ben preciso, e non ne specifica il perché in questo capitolo di 2 Samuele, bensì più avanti in 2 Cronache 3:1, dove troviamo questa dichiarazione: “Salomone cominciò a costruire la casa del Signore a Gerusalemme sul monte Moria, dove il Signore era apparso a Davide suo padre, nel luogo che [...continua la lettura]

Post meno Recenti

  • LA FEDE
      «Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di realtà che non si vedono».   di  William Macdonald  –  Non si può essere veri discepoli senza una fede nell’Iddio vivente che sia profonda e assoluta. Chi desidera compiere grandi imprese per il Signore deve prima avere implicita fiducia in Lui. «Tutti i giganti di Dio sono stati degli uomini deboli che hanno fatte grandi cose per Dio perchè contavano sul fatto che Dio era con loro». (Hudson Taylor). Ora la vera fede si basa sempre su qualche promessa di Dio, su qualche brano della Sua Parola. Questo è molto importante. Il credente dapprima legge o ascolta qualche promessa del Signore, quindi lo Spirito Santo prende quella promessa e la applica al suo cuore e alla sua coscienza in maniera personale. Il […]
  • LE CROCI ECONOMICHE NON HANNO ALCUN VALORE
    di Edwin Raymond Anderson. – Un amico era da poco tornato da un viaggio d’affari in America Centrale. Mentre eravamo insieme a cena, gli chiesi: “Che cosa ti ha colpito di più in questo viaggio?” Abbozzò un sorriso, serrò le labbra pensandoci un attimo, e rispose: “Beh, te lo posso dire in due parole: Le croci economiche”. Lo fissai sorpreso, “Croci economiche?!? Che cosa vuoi dire?” “Arrivai in questo luogo mentre era in corso una delle loro feste religiose più importanti,” mi disse. “Dovunque guardavo, in qualsiasi direzione volgessi il mio sguardo, vedevo croci – croci di tutti i tipi, di tutte le dimensioni, in tutte le strade c’erano croci, dalle più preziose alle più casarecce. Più tardi venni a sapere che era […]
  • Promessa per oggi: STENDERÒ’ LA MIA PROTEZIONE SU COLORO CHE CONFIDANO IN ME
    Si rallegreranno tutti quelli che in te confidano; manderanno grida di gioia per sempre. Tu li proteggerai, e quelli che amano il tuo nome si rallegreranno in te. (Salmo 5:11 – Nuova riveduta) Nella versione Riveduta della Bibbia questo verso viene tradotto con “Tu stenderai su loro la tua protezione” . La Bibbia Amplificata dice “metti una copertura su di loro ‘. Quando penso a questa promessa, immagino che il nostro Padre distende su noi un’immensa copertura, una bella, confortevole, calda coperta di che ci dà calore, protezione e rifugio tutti i giorni della nostra vita. La conoscenza di un Dio amorevole che veglia su di noi per proteggerci, ci porta a fidarci di Lui sempre di più, e ci riempie il cuore di una gioia traboccante e indescrivibile. Ho scelto questa particolare […]
  • Un vaso al servizio del Maestro
    di Charles E. Greenaway  –   “La parola che fu rivolta a Geremia da parte dell’Eterno, in questi termini: “Levati, scendi in casa del vasaio, e quivi ti farò udire le mie parole”. Allora io scesi in casa del vasaio, ed ecco egli stava lavorando alla ruota; e il vaso che faceva si guastò, come succede all’argilla in man del vasaio, ed egli da capo ne fece un altro vaso come a lui parve bene di farlo. E la parola dell’Eterno mi fu rivolta in questi termini: O casa d’Israele, non posso io far di voi quello che fa questo vasaio?, dice l’Eterno. Ecco, quel che l’argilla è in mano al vasaio, voi lo siete in mano mia, o casa d’Israele!” (Geremia 18:1-6). L’uomo è stato creato dalla polvere della terra. Ho osservato il […]
  • IL POTENTE MI HA FATTO GRANDI COSE
    di Agostino Masdea   –   E Maria disse: »L’anima mia magnifica il Signore, e lo spirito mio esulta in Dio, mio Salvatore, perché egli ha avuto riguardo alla bassezza della sua serva, poiché ecco d’ora in poi tutte le generazioni mi proclameranno beata, perché il Potente mi ha fatto cose grandi, e Santo è il suo nome! (Luca 1: 46-49) Sono parole meravigliose. Se queste parole non fossero state riportate mancherebbe alla scrittura una delle pagine più belle. Sono parole espresse con semplicità da una giovane ragazza ebrea, una semplice ragazza che fu scelta da Dio per un compito importante, particolare e glorioso. Ci sono ruoli, doni, ministeri che Dio assegna agli uomini e che si trasmettono da una generazione all’altra, da un uomo ad un altro uomo che […]
  • Roberto Bracco: “Dio ha dato il Suo Figliuolo per noi” – Sermone Audio
      […]

Prossimi Eventi

Dai nostri Culti