L’AMORE PERFETTO CACCIA VIA LA PAURA.

di FILIPPO WILES  –  «Perché avete paura, o gente di poca fede?» In un mare burrascoso ove le onde infuriate dal vento coprivano la barca, sembra una domanda ingiusta ed illogica. Che altro potevano fare quegli uomini terrorizzati se non gridare? Eppure Colui che domanda non provoca inutilmente perché Egli è amore.

Come i discepoli, così tutte le persone, compresi i credenti, talvolta sono schiavi della paura. C’è chi ha paura della malattia: ogni epidemia ed ogni sintomo di male sono causa di preoccupazioni. A qualcuno lo spettro della prematura morte di un parente stretto lo induce a pronosticare la sua propria morte prematura: così morirò anch’io. Altri al solo pensare d’essere d’aggravio un domani ai loro parenti temono la vecchiaia. Molti sono spaventati da ogni sinistro rumore, da ogni telegramma o suono di campanello, da ogni ritardo nell’arrivo di un figlio o del marito, e si pensa al peggio. A questo funesto elenco bisogna aggiungere la paura del buio, della notte, del nuovo lavoro, degli esami, del viaggio in aereo (forse per qualcuno in treno o in macchina) e mille altri timori quotidiani.

La paura è un tiranno spietato e crudele che sferza la sua vittima e paralizza la volontà nel servizio cristiano, e ruba la gioia della comunione con Dio. La paura non si limita ai nostri rapporti con gli uomini ma si manifesta maggiormente nei rapporti degli uomini con Dio, malgrado la loro riluttanza di ammetterlo. Per la paura l’uomo nella parabola dei talenti non ne guadagnò altri ; e Adamo per la paura si nascose da Dio. Il Cristiano è stato liberato dal timore della morte che lo   teneva soggetto a schiavitù (Ebrei 2, 15), e del giudizio e dalla condanna per i suoi peccati. L’accusatore ti accusa? Certo ogni tentativo è manipolato dall’avversario per farci ricadere nella paura inducendoci, se ciò fosse possibile, a dubitare l’efficacia della potenza del sangue di Cristo. Chi accuserà gli eletti di Dio? Iddio è quel che li giustifica ; Chi sarà quel che li condannerà? Cristo Gesù è quel che è morto … è risuscitato … ed intercede per noi. Non abbiamo ricevuto uno spirito di timidità, ma di forza e d’amore e di correzione (2 Tim. 1.7). Il piano di Dio distrugge la paura. Paolo servendosi dell’immagine di uno schiavo liberato e riconosciuto pubblicamente quale figlio adottivo del suo padrone, in conformità con le leggi romane, adopera tale esempio per descrivere una liberazione e adorazione ben più nobile che non ha pari : Poiché non avete ricevuto lo spirito di servitù per ricadere nella paura; ma avete ricevuto lo spirito d’adozione per il quale gridare: Abba! Padre! Non vi è alcuna condanna per chi confessa i suoi peccati e li abbandona, perché in Cristo c’è ampia redenzione e perdono.

La liberazione nello spirito agevola la liberazione nei nostri rapporti con gli uomini e con il mondo. Eppure quanti che leggono queste righe sono vinti da vari timori? Il puerile timore di fare una magra figura non permette che tu alberghi degli angeli » (Ebrei 13.1, 2)? La paura del domani con l’aumento spaventoso del costo della vita ti porta a privare il Signore della decima e delle offerte? La presenza di estranei paralizza tutte le buone intenzioni di testimoniare per Cristo?.

Perché avete paura, o gente di poca fede? Nella domanda stessa troviamo la risposta. E’ chiaro che la paura approfitta della poca fede. Se ciò è vero, potremmo dedurre che più fede significherebbe meno paura e fede completa escluderebbe addirittura la paura. Sia ben chiaro che quanto è stato detto non danneggia minimamente il timore di Dio, quella riverenza dovuta alla Sua maestà, che è il principio della sapienza. Ce un menefreghismo che non ha nulla a che fare con i credenti. Anzi il nostro timore di Dio rafforza la nostra fede nel Suo amore e la Bibbia dichiara che l’amore perfetto caccia via la paura.

Non ve uomo che non conosca la paura; anche i grandi santi di Dio. Perfino Daniele, «l’uomo grandemente amato», rimase tutto tremante davanti alla visione celeste. Giuseppe temette davanti allo stato interessante di Maria, Pietro temette prima di recarsi nella casa di Cornelio, Paolo temeva a Corinto e via dicendo, ma il messaggio della Bibbia in ogni tempo è: non temere! Diciamo perciò, per la nostra fede in Cristo: Non temerò male alcuno perché Tu sei meco.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Jim Cymbala  -  1 Dicembre 2011

Giovedì 1 Dicembre 2011  –  JIM CYMBALA – Pastore BROOKLYN  TABERNACLE – N.Y …
Leggi Tutto

BIOGRAFIE: GEORGE MULLER

George Müller nacque in Prussia il 27 settembre 1805 e venne allevato nella cittadina di Heimersleben, dove suo padre era un esattore delle tasse. Benché questi provvedesse generosamente per lui, George rubava soldi in continuazione e ne spendeva la maggior parte in donne e birra. Può apparire strano il fatto che decidesse di studiare teologia all’università di Halle, conoscendo un po’ il suo carattere irreligioso, ma a quel tempo …
Leggi Tutto

LA BIBBIA, PAROLA DI DIO

Strappata, condannata, bruciata. Odiata, disprezzata, maledetta. Messa in dubbio, guardata con sospetto, criticata. Condannata dagli atei. Schernita dagli empi. Esagerata dai fanatici. Capita ed interpretata male. Oggetto d’infamia e frenesia. Negata nella sua ispirazione divina. – Eppure, essa vive: Vive – come una lampada per i nostri piedi. Vive – come una luce per i nostri sentieri. Vive – come la porta per il cielo. Vive – come …
Leggi Tutto

"Umiltà: il Cuore di un Servo"

AGOSTINO MASDEA: “Umiltà: il Cuore di un Servo” – Sermone sul testo di Filippesi 2:1-11  ” 1 Se dunque vi è qualche consolazione in Cristo, qualche conforto d’amore, qualche comunione di Spirito, qualche tenerezza e compassione, 2 rendete perfetta la mia gioia, avendo uno stesso modo di pensare, uno stesso amore, un solo accordo e una sola mente 3 non facendo nulla per rivalità o vanagloria, ma con umiltà, ciascuno di voi stimando …
Leggi Tutto

FAVORITI NELL'AMATO SUO FIGLIO.

Efesini 1:6  –   i.  –  A volte ci capita di avere l’imbarazzo della scelta. E’ come se trovandoci davanti  ad uno scrigno pieno di perle o pietre preziose dovessimo sceglierne una tra le tante….!  La lettera agli Efesini è come quello scrigno: solo in questi primi sei versi dobbiamo fare uno sforzo per scegliere una delle tante perle che contiene;  scegliamo il verso sei, e in particolare le parole: favoriti …
Leggi Tutto

Opportunità per il Movimento Pentecostale

Un interessante articolo pubblicato negli anni 70 da “World Pentecostal” e ripreso dal periodico “Risveglio pentecostale”. Sebbene siano passati quasi quarant’anni, risulta di estrema attualità. Il giornale «Time» del 2 aprile di quest’anno apriva una serie speciale di articoli dal titolo: «Alcuni pensieri in seconda dell’uomo». La serie riportava documentazioni impressionanti che dimostravano come nell’ambito del comportamento umano, della religione, dell’educazione e della scienza, vi è oggi un’onda montante …
Leggi Tutto

Argomenti Biblici

coro

ADORAZIONE COL CANTO

Istruzioni su come cantare  in chiesa - dal grande predicatore del XVIII secolo John Wesley Perché questa parte del culto di adorazione sia più gradita a Dio, così come più utile ...
Leggi Tutto
CONFUSI SULL’ADORAZIONE

CONFUSI SULL’ADORAZIONE

di  A. W. Tozer      -     Conoscere veramente Gesù Cristo come Salvatore e Signore significa amarLo e adorarLo! Come popolo di Dio, siamo così spesso confusi che potremmo essere ...
Leggi Tutto
LA RISCOPERTA DELLO SPIRITO

LA RISCOPERTA DELLO SPIRITO

di JIM CYMBALA  -  Non mi aspettavo che lo Spirito Santo si unisse a me per pranzo, eppure è esattamente ciò che accadde.  Mia moglie Carol era fuori città, così ...
Leggi Tutto
UNA PERSONA CHE DOVRESTI CONOSCERE

UNA PERSONA CHE DOVRESTI CONOSCERE

di R.A. Torrey  -  Prima di poter capire correttamente l’opera dello Spirito Santo, bisogna conoscere lo Spirito Santo stesso. Una frequente sorgente di errori e di fanatismo, circa l’opera dello ...
Leggi Tutto
EMOZIONI ARTIFICIALI

EMOZIONI ARTIFICIALI

Qualche tempo fa un amico che guida la musica nella sua chiesa mi ha detto che il suo pastore chiedeva che le loro riunioni di culto fossero più emozionanti. Il dizionario ...
Leggi Tutto
Meditazione del giorno: Servite l'Eterno con gioia

Meditazione del giorno: Servite l’Eterno con gioia

di C.H. Spurgeon -  SERVITE L'ETERNO CON GIOIA - Salmo 100:2  - Gioire nel servizio del Signore è un segno d'appartenenza. Quelli che servono Dio con un volto triste, perché trovano che ...
Leggi Tutto

Dai nostri Culti