STRANO

Strano che un biglietto da 10 euro sembri tanto grande quando diamo un’offerta, ma tanto piccolo quando siamo alla cassa del supermercato.

Strano quanto possano essere lunghe due ore quando siamo seduti in chiesa e quanto siano brevi quando siamo ad una festa.

Strano che siamo contenti se in una partita di calcio si va ai supplementari, ma ci infastidiamo se il culto la domenica dura più del solito.

Strano quanto ci riesca difficile leggere un capitolo della Bibbia nel contesto generale e quanto ci riesca facile divorare un romanzo di trecento pagine.

Strano quante persone allo stadio vogliono sedersi in prima fila, ma in chiesa preferiscono l’ultima.

Strano che spesso sia impossibile trovare il tempo per partecipare ad un seminario di fede conoscendo la data con un anno di anticipo, mentre per altre cose il tempo salta fuori spontaneamente.

Strano che i genitori si preoccupino tanto per le lezioni a scuola, ma così poco per quelle della scuola domenicale.

Strano che tutti vogliano andare in cielo, ma, per favore, senza dover credere in niente, pensare niente e dire niente.

Tutto ciò sarebbe troppo strano se non fosse vero!

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

La Storia più bella

di A. Masdea  –  Allora Filippo prese la parola e, cominciando da questa Scrittura, gli annunziò Gesú.  (Atti 8:35) i) A tutti piace sentire delle storie: a) Da bambini ascoltavamo i nonni al focolare…b) Poi leggevamo libri…c) C’erano anche  i cantastorie che musicavano delle storie vere.d) Oggi le storie si raccontano con i films, le commedie, il teatro, romanzi… ecc.- Anche Gesù racconta delle …
Leggi Tutto

BEATI I MORTI...

di Roberto Bracco   –   E udii una voce dal cielo che diceva: «Scrivi: beati i morti che da ora innanzi muoiono nel Signore. Sì, dice lo Spirito, essi si riposano dalle loro fatiche perché le loro opere li seguono».  (Apocalisse 14: 13) Questa parola ci vieta di “essere contristati” come coloro che vivono senza una speranza nel cuore. La tradizione umana e la liturgia ecclesiastica hanno dedicato il mese di novembre …
Leggi Tutto

CASA TUA!

di FILIPPO WILES   –   Quanti sermoni il lettore avrà ascol­tato sulla parola che Gesù rivolse a Zaccheo: «Scendi presto, perché oggi debbo albergare in casa tua».  Credo di non sbagliarmi quando di­co che l’interpretazione data a queste parole è, nella maggioranza dei casi, spirituale, cioè una interpretazione fi­gurativa, essendo la casa  paragonata alla nostra vita. Poche sono le volte quando sono prese alla lettera. Ebbene il messaggio che …
Leggi Tutto

LA VITA E IL MINISTERO DI DWIGHT L. MOODY

LA VITA E IL MINISTERO DI DWIGHT LYMAN MOODY – 5 febbraio 1837 – 22 dicembre 1899 Moody disse: “sono l’uomo più sopravvalutato d’America”, ai giornalisti nel 1870 dopo aver tenuto con successo le sue riunioni di risveglio a Philadelphia e a New York. Egli chiamava se stesso “solo un portavoce e l’espressione di una profonda e misteriosa onda di sentimenti religiosi che stava attraversando la nazione.” Ed …
Leggi Tutto

SOPPORTATEVI

di  ROBERTO BRACCO   –   Sopportatevi gli uni gli altri e perdonatevi a vicenda, se uno ha di che dolersi di un altro. Come il Signore vi ha perdonati, così fate anche voi.   (Colossesi 3:13)    –      La legge dell’amore c’insegna a sopportarci vicendevolmente. Quest’insegnamento rappresenta anche una rivelazione della personalità umana: della nostra personalità e della personalità degli altri.   Dobbiamo sopportarci, quindi abbiamo …
Leggi Tutto

Dai nostri culti  - Predicazione 8 Maggio 2016

Pastore Agostino Masdea: OGNI IDOLO CADRA’ DAVANTI A DIO. (1 Samuele 5) …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: UN GIORNO VEDRAI IL MIO VOLTO E PORTERAI IL MIO NOME SULLA TUA FRONTE

…essi vedranno la sua faccia e porteranno il suo nome sulla loro fronte. Apocalisse 22:4  –   Il libro della Genesi comincia con il nostro Dio e Padre che crea i cieli e la terra e tutto ciò che essa contiene. Nel libro dell’Apocalisse, la Bibbia si conclude con la promessa che un giorno vedremo Dio faccia a faccia e il Suo nome sarà scritto sulle nostre fronti. E questa è …
Leggi Tutto

IL RISVEGLIO NASCE NELLA NOSTRA CASA

Quando una chiesa entra in crisi, generalmente si attribuisce la colpa a questo o a quella persona ( quasi mai a noi stessi…) ed in percentuale logicamente maggiore al Pastore ed ai suoi più stretti collaboratori ; vale a dire a quelli che hanno delle responsabilità e fanno qualcosa per sostenere e portare a- vanti l’Opera del Signore. Chi non fa nulla non sbaglia mail Oppure si cercano …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti