FATE VOSTRA LA VITTORIA DI CRISTO

di  F. J. Huegel  –  Partecipiamo alla Sua vittoria riconoscendo interamente, e facendo nostra, la Sua opera completa del Calvario.  Il cristiano vittorioso deve essere fermo e irremovibile come il Salvatore quando disse:  ”Viene il principe di questo mondo e non ha nulla in me” (Giov. 14:30). Quali sforzi fece il nemico perché Gesù gli desse qualche appiglio sul quale egli potesse lavorare contro di Lui! Dietro gli scherni, gli sputi, la crudele flagellazione, le ingiurie e le parole blasfeme, era il principe delle tenebre di questo mondo, del quale il Salvatore era venuto a distruggere le opere. Ma tutto fu vano! Il malvagio non trovò nulla in Lui.

Satana è un avversario sconfitto. Fate vostra la vittoria completa che riportò sul Calvario il nostro Signore Gesù.  Ora noi dobbiamo poter dire: ”II diavolo non trova nulla in me ”. Se può trovare in noi qualcosa che possa utilizzare contro di noi: un po’ di cattiva volontà, un po’ d’invidia, animosità o risentimento contro un fratello che ci ha offeso, un po’ di orgoglio nascosto, qualche brutto pregiudizio, qualche desiderio sciocco della lode umana, ecc., in una parola, qualcosa che Paolo chiama  ”carne”, noi saremo sicuramente sconfitti nello scontro con il principe delle tenebre.

Ma voi dite: ”Come possiamo essere forti, irremovibili, come fu Gesù? ”. Rispondo – ” Per mezzo del riconoscimento e dell’appropriazione completa di quel che Egli ha conquistato per noi sul Calvario ”. Egli vi ha portato con Sé sulla Croce, perché l’uomo vecchio in voi fosse distrutto. Voi siete risuscitati poi con Lui e con Lui vi è stato concesso di sedere ”nei luoghi celesti ” (Romani  6; Efesini 2).

Satana non ha più alcun potere sulla nuova creatura. Egli può lavorare solo sul vecchio uomo. Se vivete nella condizione della vecchia creatura non crocifissa con Cristo, sarete sicuramente vulnerabili ai dardi infuocati del nemico.

La battaglia contro l’egoismo, il peccato e Satana è stata già vinta.

La vittoria cristiana non è che un ” Amen di fede ” alla grande, definitiva, completa vittoria che Cristo riportò sul Calvario. Per partecipare a questa vittoria non dobbiamo fare altro che dire quell’ “AMEN ” a quel che Dio, nella Sua Parola, dichiara un fatto, cioè che la nostra povera umanità, che Cristo aveva portato con Sé sulla Croce, è passata al trono, attraverso una tomba vuota.

Dovete imparare ad affermare come vuole la Scrittura; non possiamo sbagliare affermando quel che afferma Dio stesso.

Non è più necessario che chiediamo al Signore che ci conceda di sedere nei  ”luoghi celesti ”, sopra tutte le cose, in una vita cristiana vittoriosa; se crediamo davvero in Cristo, noi siamo già ”nei luoghi celesti ”. Abbiamo bisogno solo di affermare, dichiarare la nostra posizione. Questa è la fede!

Questo era il metodo di Paolo. Ascoltate le sue affermazioni di fede: ” Io posso ogni cosa in Colui che mi fortifica ” (Filippesi 4:13). ” Sono stato crocifisso con Cristo, e non sono più io che vivo, ma è Cristo che vive in me; e la vita che vivo ora nella carne, la vivo nella fede nel Figlio di Dio, il quale m’ha amato e ha dato se stesso per me ” (Galati 2:20).

”Noi siamo più che vincitori, in virtù di colui che ci ha amati” (Romani 8:37). Questo potrebbe apparire presunzione, ma non c’è presunzione nella fede. A che serve implorare da Dio qualcosa che già abbiamo in Cristo Gesù? Fate vostra la Sua vittoria; fatelo ADESSO.

Vivete nella vostra resurrezione.  La nuova creazione cominciò al momento della resurrezione del Salvatore Gesù. ”Se dunque uno è in Cristo, egli è una nuova creatura; le cose vecchie sono passate; ecco, tutte le cose sono diventate nuove.” (2 Corinzi 5:17).

“Corriamo con perseveranza la gara che ci è posta davanti,  tenendo gli occhi su Gesù, autore e compitore della nostra fede, il quale, per la gioia che gli era posta davanti, soffrì la croce disprezzando il vituperio e si è posto a sedere alla destra del trono di Dio.” (Ebrei 12:1, 2).

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Roberto Bracco: "Il Vivente". Sermone audio

ROBERTO BRACCO: “IL VIVENTE” – Sermone Evangelistico tratto da Apocalisse 1:18 – ” «Non temere! Io sono il primo e l’ultimo, il vivente; io fui morto, ma ecco sono vivente per i secoli dei secoli, amen!” …
Leggi Tutto

IL BATTESIMO NELLO SPIRITO SANTO

di ROBERTO BRACCO  –  Ogni volta che il libro degli Atti si sofferma a descrivere il battesimo nello Spirito, la terminologia acquista accenti altamente vibranti. Questa celestiale esperienza cristiana viene costantemente presentata come una delle più genuine ed evidenti manifestazioni della gloria e della potenza di Dio. I credenti non vengono riscaldati da una sensazione passeggera o agitati da un’emozione  fugace,   ma   vengono   attraversati   e   riempiti   da   una   potenza …
Leggi Tutto

Dai nostri culti: Salvezza senza ravvedimento

Pastore Agostino Masdea  –  Domenica 23  Marzo 2014  –  (Marco 1:14-20))                                   Questo sermone confuta la dottrina della “grazia estrema” o “ipergrace”, e ribadisce che senza ravvedimento non c’è salvezza. William Booth, fondatore dell’Esercito della salvezza aveva previsto che nel XX secolo ci sarebbe stato: -Una religione senza lo Spirito Santo. -Cristiani …
Leggi Tutto

Promessa per oggi: NON ESSERE TRISTE, PERCHÉ LA MIA GIOIA È LA TUA FORZA.

Poi Neemia disse loro: «Andate, mangiate cibi grassi e bevete bevande dolci, e mandate delle porzioni a quelli che non hanno preparato nulla per loro; perché questo giorno è consacrato al nostro Signore; non siate tristi; perché la gioia del SIGNORE è la vostra forza». Neemia 8:10 In questo brano della Scrittura, Israele era riunito per ascoltare la Parola di Dio. Sembra fosse un momento molto intenso e tutte …
Leggi Tutto

IL LAVORO NASCOSTO

di DON MALLOUGH –  “Andrea, fratello di Simon Pietro, era uno dei due che avevano udito Giovanni e avevano seguito Gesù”. – Giovanni 1:40  –   È strano come lo scrittore di questo versetto si riferisca ad Andrea: due delle tre volte in cui Giovanni parla di lui, specifica che è il fratello di Pietro. Andrea era in realtà anche lui uno dei dodici apostoli, e quindi sarebbe stato nel …
Leggi Tutto

GEORGE MULLER: Salmo 23

Sermone predicato da GEORGE MULLER nella Bethesda Chapel, in Great George Street, Bristol, domenica sera 20 giugno 1897. «Il SIGNORE è il mio pastore: nulla mi manca. Egli mi fa riposare in verdeggianti pascoli, mi guida lungo le acque calme. Egli mi ristora l’anima, mi conduce per sentieri di giustizia, per amore del suo nome. Quand’anche camminassi nella valle dell’ombra della morte, io non temerei alcun male, perché …
Leggi Tutto

COMUNIONE CON DIO

di George Muller  –  Il Signore mi ha insegnato la verità, che per parecchi anni mi è stata utilissima per la mia vita cristiana. Ad un certo momento della mia vita m’accorsi che era di capitale importanza che io mi mantenessi in continua comunione col Signore, per nutrire il mio spirito. Infatti — pensai — io potrei proporre la verità ai non cristiani, potrei aiutare spiritualmente i credenti, …
Leggi Tutto

Promessa per oggi: Gesù non si vergogna di essere tuo fratello.

Infatti colui che santifica e quelli che sono santificati provengono tutti da uno; per questo motivo egli non si vergogna di chiamarli fratelli. Ebrei 2:11 Mio fratello ha tre anni più di me. Mentre crescevamo, ha sempre spianato il sentiero davanti a me, in ogni circostanza… a scuola, con i nostri genitori, al lavoro, con gli amici, e anche con le ragazze. Anche se siamo passati attraverso tutte …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti