Siamo Troppo Attaccati alle cose Terrene

di David Wilkerson.

Hai notato che si parla davvero poco oggi del cielo o del lasciarci dietro questo mondo? Piuttosto, siamo bombardati di messaggi su come usare la nostra fede per acquisire più cose possibili. “Il prossimo risveglio”, disse un noto dottore, “sarà un risveglio finanziario. Dio riverserà benedizioni finanziarie su tutti i credenti”.

Qualsiasi messaggio sulla morte ci infastidisce. Cerchiamo di ignorarne il solo pensiero, e pensiamo che quanti ne parlano siano patologici. In qualche occasione parliamo di come dev’essere il cielo, ma per la maggior parte del tempo, il discorso sulla morte resta un tabù.

Che concetto stentato dei propositi eterni di Dio! Non c’è da meravigliarsi se così molti cristiani sono spaventati dal pensiero della morte. La verità è che siamo lontani dal comprendere la chiamata di Cristo ad abbandonare il mondo e tutti i suoi legami. Egli ci chiama a Lui e a morire, e a morire senza costruire dei monumenti a noi stessi; morire senza preoccuparci di come dovremmo essere ricordati. Gesù non lasciò alcuna autobiografia, nessun quartiere generale, nessuna università o scuola biblica. Egli non lasciò nulla che perpetuasse la Sua memoria, soltanto il pane e il vino.

Quanto erano diversi i primi cristiani. Paolo parlò molto della morte. In realtà, nel Nuovo Testamento si fa riferimento alla nostra resurrezione dalla morte come ad una beata speranza. Ma oggigiorno, la morte viene considerata un intruso che ci taglia fuori dalla bella vita alla quale ci siamo abituati. Abbiamo ingombrato talmente tanto la nostra vita di cose materiali da essere impantanati. Non riusciamo più a sopportare il pensiero di lasciare le nostre belle case, le nostre amate cose, i nostri incantevoli amori. Sembra che pensiamo: “Morire ora sarebbe una grossa perdita. Amo il Signore, ma ho bisogno di tempo per godere delle mie proprietà. Ho sposato una donna (o un uomo), devo ancora provare i miei buoi, ho bisogno di più tempo”.

Qual è la più grande rivelazione di fede, e come deve essere esercitata? Lo troverai in Ebrei. “Tutti costoro sono morti nella fede … confessando di essere forestieri e pellegrini sulla terra. Ma ora ne desiderano una migliore, cioè quella celeste; perciò Dio non si vergogna di essere chiamato il loro Dio, perché ha preparato loro una città” (Ebrei 11:13 e 16).

 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Consolati per poter consolare

di Agostino Masdea   –   2 Corinzi 1:3-4    “Benedetto sia Dio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, il Padre delle misericordie e il Dio di ogni consolazione, il quale ci consola in ogni nostra afflizione affinché, per mezzo della consolazione con cui noi stessi siamo da Dio consolati, possiamo consolare coloro che si trovano in qualsiasi afflizione.   –    La seconda lettera ai Corinzi …
Leggi Tutto

GIUSTO IN TEMPO!

di OSWALD J. SMITH  –  Al principio del mio ministerio, ebbi una esperienza che mi fece rendere conto, in una maniera come non mi era mai accaduto prima, della serietà della mia chiamata. Accadde all’improvviso e posso ancora ricordare la chiamata telefonica che mi fece alzare dalla mia indifferenza e correre al capezzale di uno dei miei parrocchiani. – Potreste venire a vedere una donna inferma? – E’’ …
Leggi Tutto

PUNTI CONTROVERSI

di Roberto Bracco  Indice:   Introduzione  Faccia parte d’ogni suo bene Il carname e le aquile Verecondia e modestia Se hanno fatto queste cose al legno verde Pasti di carità Sarà salvata partorendo figli Culto cristiano La moglie di Caino Onora tuo padre e tua madre In man di Satana  Introduzione  Questo volumetto è dedicato a tutti coloro che fanno della Bibbia l’alimento e la gioia della loro anima …
Leggi Tutto

CHIESI A DIO

Chiesi a Dio la forza Per compiere qualcosa; fui reso debole per ubbidire umilmente. Chiesi a Dio la salute per fare cose maggiori; ricevetti infermità per fare cose migliori. Chiesi la ricchezza per diventare felice; Ricevetti povertà per acquistare sapienza. Chiesi la potenza per essere onorato dagli uomini; Ricevetti debolezza per riconoscere la mia dipendenza da Dio. Chiesi ogni cosa per godere la vita; ricevetti la vita per …
Leggi Tutto

TUTTI GLI OSTACOLI AL RISVEGLIO NELLA CHIESA SONO DOVUTI AL PECCATO

di JONATHAN GOFORTH  –  Missionario Presbiteriano in Manciuria e in Cina 1888-1935.   Al ritorno in Cina nell’autunno del 1901, dopo essermi ripreso dagli effetti sconvolgenti della rivolta dei Boxer, (La Rivolta dei Boxer fu una ribellione sollevata in Cina da un grande numero di organizzazioni cinesi popolari, contro l’influenza straniera colonialista. N.d.t.) cominciai a sperimentare una crescente insoddisfazione per i risultati del mio lavoro missionario. Nei primi anni pionieristici incoraggiavo me …
Leggi Tutto

coming-in-the-clouds

Dopo la prima venuta di Cristo come messia sofferente, attendiamo la seconda venuta di Cristo come messia glorioso e potente. Questo straordinario evento s’approssima sempre di più. Prepariamoci! Più sorprendente delle scene della Pentecoste — Più potente della caduta di Gerusalemme — Più significante dello Spirito che risiede in noi — Più meraviglioso della conversione di un peccatore — Più desiderato della nostra partenza per il Cielo — …
Leggi Tutto

Chiamata al ministerio della Guarigione Divina

  La testimonianza personale di John G. Lake dalla sua chiamata al ministerio della Guarigione Divina sarà, ne siamo certi, di grande benedizione per i visitatori del sito. Il suo ministerio apostolico svolto dal 1908 al 1913, nel sud dell’Africa, fu certamente uno dei più potenti ministeri dai giorni della Chiesa primitiva. Egli ritornò in seguito a Spokane, nello Stato di Washington, dove 100.000 guarigioni furono registrate in …
Leggi Tutto

Come incontrare Gesù

              Sermone di Roberto Bracco – Marco 2:1-12 “Come incontrare Gesù”.  1 Alcuni giorni dopo, egli entrò di nuovo in Capernaum e si venne a sapere che egli si trovava in casa; 2 e subito si radunò tanta gente da non trovare più posto neppure davanti alla porta; ed egli annunziava loro la parola. 3 Allora vennero da lui alcuni a presentargli un paralitico, portato da …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti