Non siamo protestanti.


di ROBERTO BRACCO   –    –  Il 10 dicembre 1520 Martin Lutero, l’impetuoso agostiniano che ha legato il proprio nome a quel movimento di riforma religiosa che rappresenta l’avvenimento più sensazionale dello infuocato XVI secolo, bruciava pubblicamente la bolla papale che decretava la sua scomunica e protestava così, nel modo più audace contro la chiesa di Roma.

    Il 19 aprile 1529 i Principi che avevano apertamente aderito al movimento religioso sorto con il messaggio di Lutero protestavano contro l’editto di Spira e quindi contro Carlo V ed i suoi compiacenti sostenitori.

Quale di questi due episodi storici ha dato il nome al protestantesimo?

    I più protendono per il secondo senza poter escludere, naturalmente, che l’uno e l’altro sono strettamente collegati assieme e assieme perciò si possono dividere la paternità di una denominazione.

    Il dubbio che sorge nella definizione della circostanza storica non ci impedisce di affermare che il protestantesimo è nato con Martin Lutero e rappresenta l’espressione di rivolta del grande pensatore contro l’etica e contro la teologia del cattolicesimo dei suoi giorni. Da quel giorno il protestantesimo è rimasto essenzialmente un movimento spirituale che si obbliga ad esprimere un messaggio polemico.

    L’avvenimento storico accentrato nella persona e nel pensiero di Lutero costituiva, in quel periodo, una battaglia combattuta in difesa delle verità fondamentali del messaggio cristiano, spudoratamente offese da una immoralità e da un insegnamento che rappresentavano la più palese violazione della dottrina di Cristo. Il movimento religioso che ha ricevuto il retaggio di questo fenomeno ha cercato, almeno nelle generazioni precedenti alla nostra di continuare la controversia aperta con la chiesa di Roma.

    Non bisogna dimenticare inoltre che il protestantesimo ha avuto, specialmente nella sua prima fase, anche un aspetto politico e nonostante che si sia sempre dichiarato svincolato da qualsiasi partito e alieno da attività rigorosamente politiche, ha avuto ugualmente la sua parte nelle lotte nazionali ed internazionali che hanno visto il cozzo di correnti e potenze che non possono essere definite diversamente che “politiche”

    Fuori del protestantesimo però, prima e dopo che questo apparisse sulla scena dell’umanità, sono esistiti, come anelli di una sola, ininterrotta catena, quei movimenti evangelici di risveglio che non sono mai nati per un fenomeno polemico e non si sono mai inseriti nella vita politica delle nazioni. Quando parliamo di questa lunga, meravigliosa serie di movimenti, parliamo dell’evangelismo esistente già dai primi secoli come custode del messaggio puro di Cristo e come espressione di una autentica esperienza spirituale e che da allora, quasi ignorando le controversie teologiche e la politica laica od ecclesiastica, ha proseguito il cammino della fede come “piccola greggia” del Signore.

    Questi movimenti sono nati indifferentemente dopo la riforma, nel seno di paesi cattolici o di paesi protestanti dando cosi, con la loro genesi, una conferma che non rappresentavano una continuazione dell’una o dell’altra confessione pur assomigliando maggiormente a quella ove il messaggio dell’Evangelo era più onorato.

    Con questa precisazione non abbiamo voluto esprimere un giudizio nei confronti del protestantesimo, fenomeno spirituale di dimensioni trascendentali che sicuramente si inserisce nel grandioso piano di Dio. No! Abbiamo voluto soltanto ricordare che il “Risveglio Pentecostale” non trae la propria origine dalla riforma promossa da Martin Lutero, che d’altronde non aveva originariamente intenzione di lasciare il cattolicesimo, ma da quel soffio misterioso del vento di Dio che ha dato vita attraverso i secoli ad una lunga catena di movimenti evangelici che nella semplicità apostolica hanno saputo far rivivere nel proprio seno – come scriveva il Buonaiuti nel proprio testamento spirituale – i carismi dello Spirito.

    Non siamo protestanti! E non diciamo questo con sufficienza verso noi o con sprezzo verso altri, ma soltanto per chiarire in modo inequivocabile la nostra esperienza e rendere così una precisa testimonianza.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

IL TIPO DI PREGHIERA CHE AZIONA LE RUOTE DEL RISVEGLIO

di  SIDLOW BAXTER  –  Abbiamo bisogno di un risveglio di preghiera di intercessione tra il popolo di Dio. Non preghiamo abbastanza. Oltre ad intensificare la loro vita privata di preghiera, i cristiani dovrebbero unirsi in gruppi per aggrapparsi a Dio e promuovere un risveglio nella propria terra e in ogni altro paese. Il nostro più pressante bisogno è di chiedere a Dio di dare più potenza nella preghiera a …
Leggi Tutto

Un nuovo passo avanti della medicina.

2 Dicembre 2012 | di  Elisabeth Elliot  –   Qualche tempo fa ho letto di un nuovo trionfo nel campo medico che riguarda gemelli non ancora nati. L’amniocentesi ha dimostrato che uno di loro aveva la sindrome di Down. La madre ha deciso che non voleva quel bambino, quindi con un semplice espediente di perforare il cuore del bambino con un lungo ago, è stato ucciso nel grembo materno. Lei …
Leggi Tutto

Terry Peretti - Gli ultimi tempi

Domenica 11 Novembre 2012 …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Quando lascerai questo corpo, sarai a casa nella Mia presenza.

ma siamo pieni di fiducia e preferiamo partire dal corpo e abitare con il Signore. (2 Corinzi 5:8) Sono così felice che l’apostolo Paolo abbia fatto questa dichiarazione che ci rivela una promessa molto speciale di Dio. Essere assenti dal nostro corpo significa essere presenti con il Signore! Egli promette di non lasciarci mai e non abbandonarci in questo mondo, e quando sarà il momento per noi di lasciare …
Leggi Tutto

Grandi servitori di Dio: Oswald J. Smith

Il Dr. Oswald J. Smith è nato in una fattoria nella periferia di Odessa, Ontario, l’ 8 novembre 1889. Suo padre era un operatore del telegrafo, e per questo ha trascorso la sua infanzia nelle stazioni ferroviarie. Il tempo trascorso a Mount Albert, Ontario, una piccola e tranquilla cittadina, dove solitamente viveva per brevi periodi, non l’ha mai  dimenticato. Dopo essere diventato famoso, vi tornò a meditare e …
Leggi Tutto

COMPRA IL CAMPO

di Mike Brown  –   Questo messaggio dovrebbe edifi­carvi e fortificarvi nella fede. Fino a quando saremo in questo mondo avremo sempre combattimenti di fede, e fino a quando saremo in questo corpo dovremo scegliere di camminare per fede e non per visione. Sono un uomo abbastanza ottimista, ma negli ultimi cinque anni ho affrontato dure prove e grandi pressioni che andavano al di là delle mie forze, e proprio …
Leggi Tutto

nickycruz_03

È di grande conforto vivere sotto la guida e l’aiuto convenevole di Dio. Ci permette di scrollarci dalle spalle tanta preoccupazione. Non devo chiedermi da dove verrà il mio prossimo pasto o se avrò un posto dove riposare. Io so che Dio ha il pieno controllo e non permetterà mai che mi scoraggi. All’inizio del mio ministero ero molto preoccupato per i miei bambini. Sapevo che il mio …
Leggi Tutto

L’Eterno e l’eternità

di Roberto Bracco  –  Tutte le cose ci circondano, tutte le circostanze che viviamo assumono un loro aspetto particolare in relazione al punto di vista dal quale le consideriamo. Per poter affrontare e compiere la nostra vita in perfetta armonia con i piani e con la legge di Dio dovremmo far nostro il punto di vista di Dio onde poter vedere cose e circostanze alla luce di una …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti