IL RE RITORNA

di Agostino Masdea   –  «Quando vedrete Gerusalemme circondata da eserciti, allora sappiate che la sua devastazione è vicina. Allora quelli che sono in Giudea, fuggano sui monti; e quelli che sono in città, se ne allontanino; e quelli che sono nella campagna non entrino nella città. Perché quelli sono giorni di vendetta, affinché si adempia tutto quello che è stato scritto…. Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle; sulla terra, angoscia delle nazioni, spaventate dal rimbombo del mare e delle onde; gli uomini verranno meno per la paurosa attesa di quello che starà per accadere al mondo; poiché le potenze dei cieli saranno scrollate.Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nuvole con potenza e gloria grande. Ma quando queste cose cominceranno ad avvenire, rialzatevi, levate il capo, perché la vostra liberazione si avvicina».
     Disse loro una parabola: «Guardate il fico e tutti gli alberi; quando cominciano a germogliare, voi, guardando, riconoscete da voi stessi che l’estate è ormai vicina. Così anche voi, quando vedrete accadere queste cose, sappiate che il regno di Dio è vicino. In verità vi dico che questa generazione non passerà prima che tutte queste cose siano avvenute. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno. Badate a voi stessi, perché i vostri cuori non siano intorpiditi da stravizio, da ubriachezza, dalle ansiose preoccupazioni di questa vita e che quel giorno non vi venga addosso all’improvviso come un laccio; perché verrà sopra tutti quelli che abitano su tutta la terra. Vegliate dunque, pregando in ogni momento, affinché siate in grado di scampare a tutte queste cose che stanno per venire, e di comparire davanti al Figlio dell’uomo».. (Luca 21:20-36)

Non passa un solo giorno senza che qualche corteo sfili per le strade per manifestare in favore della pace. Conferenze, congressi, dibattiti, tavole rotonde sono costantemente organizzate, a volte in consessi di altissimo livello, per dare una soluzione alle guerre, alle violenze, ai problemi nel mondo, e proporre strategie in favore della pace. Sembra che nessuno si renda conto della dramma che sta alla radice del problema: L’uomo ha rigettato il Principe della pace! La Bibbia dice che solo quando verrà di nuovo Lui, il Principe della pace, allora

“Il lupo abiterà con l’agnello, e il leopardo si sdraierà accanto al capretto; il vitello, il leoncello e il bestiame ingrassato staranno assieme, e un bambino li condurrà. La mucca pascolerà con l’orsa, i loro piccoli si sdraieranno assieme, e il leone mangerà il foraggio come il bue.Il lattante giocherà sul nido della vipera, e il bambino divezzato stenderà la mano nella buca del serpente. Non si farà né male né danno su tutto il mio monte santo, poiché la conoscenza del SIGNORE riempirà la terra, come le acque coprono il fondo del mare.” (Isaia 11:6-9)

E inoltre:

Egli sarà giudice fra molti popoli, arbitro fra nazioni potenti e lontane. Dalle loro spade fabbricheranno vomeri, dalle loro lance, roncole; una nazione non alzerà più la spada contro l’altra e non impareranno più la guerra. (Profeta Michea 4:3)

E’ sorprendente come persino le persone più religiose parlino impropriamente di realtà riguardanti il regno di Dio, ignorando queste realtà totalmente.

Esempio, tutti recitano il “Padre nostro” dicendo “venga il tuo regno”, ma quanti sanno che il regno di Dio sta per essere stabilito? Quanti credono che il Re, il Figlio di Dio, sta per ritornare sulla terra per instaurare un regno millenniale di pace e giustizia? Quanti aspettano e amano “la sua apparizione”? (2 Timoteo 4:8)

 

IL TUO REGNO VENGA. – AMEN, VIENI SIGNORE GESU’

La Scrittura dice che Egli un giorno venne come “Agnello di Dio” per essere il prezzo di riscatto per il peccato dell’umanità. Egli nacque povero, visse in umiltà, morì in modo orribile su una croce infamante. Egli è stato

” disprezzato e abbandonato dagli uomini, uomo di dolore, familiare con la sofferenza, pari a colui davanti al quale ciascuno si nasconde la faccia, era spregiato, e noi non ne facemmo stima alcuna. Tuttavia erano le nostre malattie che egli portava, erano i nostri dolori quelli di cui si era caricato; ma noi lo ritenevamo colpito, percosso da Dio e umiliato! Egli è stato trafitto a causa delle nostre trasgressioni, stroncato a causa delle nostre iniquità; il castigo, per cui abbiamo pace, è caduto su di lui e grazie alle sue ferite noi siamo stati guariti. (Isaia 53:3:5)

Presto Gesù ritornerà, la Sua venuta sarà totalmente diversa dalla prima volta; l’Apostolo Giovanni vide questa sconcertante visione e la descrive con termini intensi e molto espressivi:

“Poi vidi il cielo aperto, ed ecco apparire un cavallo bianco. Colui che lo cavalcava si chiama Fedele e Veritiero; perché giudica e combatte con giustizia. I suoi occhi erano una fiamma di fuoco, sul suo capo vi erano molti diademi e portava scritto un nome che nessuno conosce fuorché lui. Era vestito di una veste tinta di sangue e il suo nome è la Parola di Dio. Gli eserciti che sono nel cielo lo seguivano sopra cavalli bianchi, ed erano vestiti di lino fino bianco e puro. Dalla bocca gli usciva una spada affilata per colpire le nazioni; ed egli le governerà con una verga di ferro, e pigerà il tino del vino dell’ira ardente del Dio onnipotente. E sulla veste e sulla coscia porta scritto questo nome: RE DEI RE E SIGNORE DEI SIGNORI. (Apocalisse 19:11-16)

Il Suo regno sarà un regno letterale, Egli regnerà realmente e visibilmente sulla terra per 1000 anni. Non ha importanza se i teologi dicono che questi passi della Bibbia sono simbolici, non è importante se qualcuno dice che il “millennio” è l’era attuale che stiamo vivendo, o se altri dicono che Gesù è già tornato in forma invisibile. Conta ciò che Dio dice nella Sua Parola: Egli verrà, e ogni occhio lo vedrà.

” Allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo; e allora tutte le tribù della terra faranno cordoglio e vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nuvole del cielo con gran potenza e gloria.” (Matteo 24.30)

Egli verrà a giudicare la terra. Ogni ginocchio si piegherà, ogni lingua confesserà che Gesù Cristo è il Signore. (Filippesi 2:11)

Non più come Agnello… ma come il Leone della tribù di Giuda.

Se tu fai parte del popolo di Dio, se sei stato riscattato dal prezioso sangue dell’Agnello di Dio, se hai accettato il Figlio di Dio come tuo personale Salvatore, allora tu sarai con Lui e regnerai con Lui. Scrive sempre l’Apostolo Giovanni:

“Beato e santo è colui che partecipa alla prima risurrezione. Su di loro non ha potere la morte seconda, ma saranno sacerdoti di Dio e di Cristo e regneranno con lui quei mille anni.” (Apocalisse 20.4)

REALTA’ O FANTASCIENZA?

E se tutto fosse un’illusione? Se i teologi di cui parlavamo prima avessero ragione? Chi ci assicura che sarà in questo tempo che Gesù tornerà?

Le parole di Gesù nel testo che abbiamo davanti per questa meditazione sono eloquenti e chiare. Il fico è un albero diffuso anche dalle nostre parti. Ebbene, se lo osserviamo quando mette i primi ficucci, noi comprendiamo che l’estate si avvicina… Così le parole di Gesù ci mostrano oggi che il mondo sta vorticosamente entrando in quel tempo da Lui descritto. Se tutto fosse fantascienza o illusione, allora potremmo sprofondare nel più cupo pessimismo e nella disperazione più totale. Ma Gesù dice ancora oggi: “Rialzate il capo, la vostra redenzione è vicina”.

Noi guardiamo in alto, perché stiamo aspettando il RE! Se i capi religiosi di questo mondo, se i teologi più accreditati, se gli studiosi e i politici ci dicono che la speranza per il futuro è nell’uomo, che alla fine egli troverà il bandolo della matassa, e ci sarà un “Nuovo ordine mondiale” dove tutti godranno pace e benessere, noi continueremo a guardare verso Colui che ha promesso:

“Il vostro cuore non sia turbato; abbiate fede in Dio, e abbiate fede anche in me! Nella casa del Padre mio ci sono molte dimore; se no, vi avrei detto forse che io vado a prepararvi un luogo? Quando sarò andato e vi avrò preparato un luogo, tornerò e vi accoglierò presso di me, affinché dove sono io, siate anche voi.” (Giovanni 14:1-2)

Il RE RITORNA…. sei tu pronto ad incontrarlo?!?

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

STORIA DI UN INNO: ABIDE WITH ME

Henry F. Lyte  ABIDE WITH ME (JESSY DIXON) Henry Francis Lyte  (1793-1847) nacque a Ednam, in Scozia e studiò alla Royal School di Enniskillen e al Trinity College, Dublino, dove conseguì la laurea in teologia.  Nel 1818 accadde qualcosa che nella sua vita ebbe un grande impatto spirituale, e che determinò un radicale cambiamento:  la malattia e la morte di un suo grande amico e fratello, un caro …
Leggi Tutto

PERCHE’ PREDICHIAMO IL BATTESIMO NELLO SPIRITO SANTO

“Ragione storica“. – La cristianità della nostra generazione ha smarrito il significato del messaggio della Pentecoste. Le chiese non guardano più a questa data o a quest’avvenimento come ad una meta che, come è stata raggiunta ieri, deve essere raggiunta, nel succedersi dei secoli, da ogni nuova generazione. La potenza dello Spirito Santo, l’effusione del dono divino, il battesimo celeste promesso da Gesù… sono diventate espressioni teoriche e quindi …
Leggi Tutto

NON UNIRTI AGLI INFEDELI

di John R. Rice  –  Secondo me non c’è nulla di più importante al mondo per un Cristiano del matrimonio con una persona della medesima fede. Il matrimonio è stato creato da Dio. Esso è un’istituzione santa, stabilita da Dio per il nostro beneficio. L’unione tra uomo e donna è tanto intima o preziosa nella sua continuità che in ammonio tra una persona credente e non credente non …
Leggi Tutto

mp3

Pastore Agostino Masdea. Predicazione del 24 Novembre – Chiesa Alfa Omega *                                              [easy_media_download url=” http://www.chiesadiroma.it/wp-content/uploads/2014/01/Risorto.mp3″ force_dl=”1″ text=” http://www.chiesadiroma.it/wp-content/uploads/2015/08/download4.jpg”] …
Leggi Tutto

E’ pericoloso "beffarsi" dell’Iddio Onnipotente.

Anche nel dopoguerra continuava ad infierire la persecuzione contro i Pentecostali, perché la circolare Buffarini-Guidi continuava ad essere in vigore, e questo nonostante la Costituzione Italiana, entrata in vigore il 1° gennaio 1948 affermasse nel 19° articolo: ‘Tutti hanno diritto di professare liberamente la propria fede religiosa in qualsiasi forma, individuale o associata, di farne propaganda e di esercitarne in privato o in pubblico il culto, purché non si …
Leggi Tutto

EVITARE I PARAGONI

Poiché noi non abbiamo il coraggio di classificarci o confrontarci con certuni che si raccomandano da sé; i quali però, misurandosi secondo la loro propria misura e paragonandosi tra di loro stessi, mancano d’intelligenza. 2 Corinti 10:12 La pubblicità è spesso orientata a far si che le persone si sforzino di guardare il meglio, essere i migliori, i migliori in assoluto. Se indossi “questa” particolare marca di vestito, …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Io sono il Signore tuo Dio, che guarisce tutte le tue malattie

“Se tu ascolti attentamente la voce dell’Eterno, il tuo DIO, e fai ciò che è giusto ai suoi occhi e porgi orecchio ai suoi comandamenti e osservi tutte le sue leggi io non ti manderò addosso alcuna delle malattie che ho mandato addosso agli Egiziani perché io sono l’ Eterno che ti guarisco”. Esodo 15:26 Questa promessa Dio la pronuncia presso le acque di Mara, dove gli Israeliti …
Leggi Tutto

Noi sappiamo...Se sapete queste cose, siete beati se le fate... (Giovanni 13:17)

Noi siamo fra coloro che vogliono essere ignoranti. Chiudiamo gli occhi per non vedere e serriamo le orecchie per non udire. Non è vero che non conosciamo, non è vero che siamo privi di rivelazione. La volontà di Dio ci è stata rivelata e noi sappiamo quello che dobbiamo fare, ma cerchiamo di dimenticare quello che sappiamo e di ignorare quello che conosciamo. La povertà spirituale che ci …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti