CASA O TENDA

Sappiamo infatti che se questa tenda che è la nostra dimora terrena viene disfatta, abbiamo da Dio un edificio, una casa non fatta da mano d’uomo, eterna, nei cieli. Perciò in questa tenda gemiamo, desiderando intensamente di essere rivestiti della nostra abitazione celeste, se pure saremo trovati vestiti e non nudi.
Poiché noi che siamo in questa tenda, gemiamo, oppressi; e perciò desideriamo non già di essere spogliati, ma di essere rivestiti, affinché ciò che è mortale sia assorbito dalla vita.
(2 Corinzi 5:1-4)

Introduzione:  Paolo era un costruttore di tende: gli Ebrei sapevano per la loro storia la differenza tra una tenda e una casa.

    1. La tenda è un luogo di dimora “temporaneo” ma la casa è una dimora permanente, sicura, solida.
    2. Paolo definisce il nostro corpo una tenda; in questa “tenda” gemiamo; evidentemente a causa della sofferenza, afflizioni, malattie, tentazioni che affrontiamo quotidianamente.
    3. Dobbiamo avere certezza circa la prospettiva del nostro futuro: questa tenda sarà distrutta prima o poi… abbiamo una casa dove rifugiarci?
    4. L’insegnamento e la visione di Paolo sono difficile da capire alla luce del nostro “razionale” impregnato di materialismo, scetticismo, incapacità di aderire al punto di vista di Dio.
    5. Infatti il filosofo, il sociologo, lo scienziato possono formulare ipotesi, dare consigli etc. I più ottimisti ti diranno: In questa vita bisogna realizzare il massimo, sfruttare tutte tue possibilità. Lavora sodo per te stesso e sii più felice possibile.
    6. Ma la Parola di Dio insegna ai cristiani che pur impegnandosi a fare tutto ciò,  a vivere nella società adempiendo ogni obbligo che ne deriva, anzi impegnandosi ad essere buoni cittadini, padri e madri, studenti, operai, impiegati modello,  devono tuttavia guardare al futuro con fervida e viva speranza che esso è in Dio e con Dio è nell’eternità. Devono cioè avere una prospettiva non limitata solo a questa vita, ma proiettata in un domani in un regno eterno: il Regno di Dio.  Lui sta preparando per noi una “CASA”, quando questa “tenda” sarà disfatta.

1. – LA NOSTRA VERA CASA.

    1. Gesù ha promesso: Io vado a prepararvi un luogo. (Giovanni 14:1-2)
    2. La nostra casa è celeste e non terrestre…
    3. La presenza reale di Gesù, dei suoi angeli, dei suoi santi è reale in quella casa.
    4. Noi che siamo in questa tenda….  (verso 4). Di chi parla? A chi si riferisce? A coloro che hanno fede in Cristo e mettono in pratica la Sua Parola….  A coloro che hanno accettato il sacrificio di Cristo sulla Croce come prezzo di riscatto per la loro anima e hanno ricevuto il Signore Gesù come loro Salvatore…
    5. Per l’uomo che non crede, colto o ignorante, laureato o analfabeta, ricco o povero,  tutto ciò è follia, assurdità.
    6. e allora come Mosè disse a suo suocero: «Noi c’incamminiamo verso il luogo del quale il SIGNORE ha detto: “Io ve lo darò”. … (Numeri 10:29)
    7. Paolo aveva visto quella casa in visione, e quindi poteva dire: Posso restare, lavorare, ma guardo a quel giorno non con timore o terrore, ma con gioia; “Infatti per me il vivere è Cristo e il morire guadagno.
      Ma se il vivere nella carne porta frutto all’opera mia, non saprei che cosa preferire.
      Sono stretto da due lati: da una parte ho il desiderio di partire e di essere con Cristo, perché è molto meglio;
      ma, dall’altra, il mio rimanere nel corpo è più necessario per voi.
        (Filippesi 1:21-24)
    8. Certamente, per molti Paolo era un esagerato, forse un pazzo fanatico… ma io voglio essere come lui.

2. – CHE GIOVA ALL’UOMO SE GUADAGNA TUTTO…

    1. Che cosa è il nostro corpo senza l’anima? Un po’ di materiale chimico…. ritornerà polvere alla polvere…
    2. Gesù ha detto: “Che giova all’uomo se guadagna tutto il mondo e poi perde la sua anima?
    3. Meglio lasciare questa terra in  giovane età ma con la certezza della salvezza che vecchio, ricco, importante, ma…. perduto.

3.  – CRISTO HA VINTO LA MORTE: E’ RISORTO, VIVE… !

    1. Le Sue parole risuonano ancora: “Io sono la resurrezione e vita(Giovanni 11;25-26)
    2. Egli non è venuto per ingannare gli uomini dicendo cose che non potevano essere vere, e poi farlo cadere nell’oblio e nelle tenebre della morte: Lui era ed è la verità.
    3. LA MORTE HA A CHE FARE COL NOSTRO CORPO. Come il freddo Inverno quando arriva: Spoglia gli alberi, priva i prati dai loro fiori, le montagne del loro verde, gli uccelli dei loro nidi.. e tutto sembra morte, ma poi arriva la Primavera…  Così Gesù ritornerà per la Sua Chiesa! E i morti in Cristo resusciteranno per primi…   perché il Signore stesso, con un ordine, con voce d’arcangelo e con la tromba di Dio, scenderà dal cielo, e prima risusciteranno i morti in Cristo; (1 Tessalonicesi 4:13)
    4. Ed è per questo che “Noi dunque facciamo da ambasciatori per Cristo, come se Dio esortasse per mezzo nostro; vi supplichiamo nel nome di Cristo: siate riconciliati con Dio. (2 Corinti 5:20)
    5. Hai tu questa speranza? Vuoi avere la vera vita? Gesù te la offre gratuitamente. Egli morì per te. Accetta il suo dono d’amore.

 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Leonard Ravenhill

VIDEO –   “Siamo disposti a bere dalla Sua coppa?”   –   Un altro sermone di Leonard Ravenhill che tratta di un tema fondamentale specialmente in questi giorni di caos e corruzione nella Chiesa, il risveglio! Tutti lo vogliono, ma nessuno prega per averlo, tutti ne parlano ma nessuno lo vuole, per avere un risveglio bisogna pagare un prezzo tremendo, un prezzo che lo stesso Gesù ha …
Leggi Tutto

Grandi servitori di Dio: Oswald J. Smith

Il Dr. Oswald J. Smith è nato in una fattoria nella periferia di Odessa, Ontario, l’ 8 novembre 1889. Suo padre era un operatore del telegrafo, e per questo ha trascorso la sua infanzia nelle stazioni ferroviarie. Il tempo trascorso a Mount Albert, Ontario, una piccola e tranquilla cittadina, dove solitamente viveva per brevi periodi, non l’ha mai  dimenticato. Dopo essere diventato famoso, vi tornò a meditare e …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Il mio amore è sparso nel tuo cuore per mezzo del mio Spirito

L’amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato. Romani 5:5  –   La foto della promessa di oggi è stata scattata a Niagara Falls. Visto che ho la fortuna di vivere a 15 miglia da questa grande meraviglia della natura, è facile per me andare lì ogni volta che lo desidero. L’immensa quantità di acqua che forma sia …
Leggi Tutto

FUI FORESTIERO E MI ACCOGLIESTE  -  Matteo 25:35  

di Roberto Bracco  “Signore, quando ti abbiamo veduto forestiero e ti abbiamo accolto? (vs. 38)   –   La domanda umile e sincera dei giusti ci rivela non soltanto la sorpresa di vedere e udire il Figliuolo dell’uomo sostituire o rappresentare i poveri e i bisognosi beneficati nelle più diverse occasioni e nelle più svariate necessità, ma ci rivela anche la modestia profonda che adorna coloro i quali …
Leggi Tutto

Promessa per oggi: NON ESSERE TRISTE, PERCHÉ LA MIA GIOIA È LA TUA FORZA.

Poi Neemia disse loro: «Andate, mangiate cibi grassi e bevete bevande dolci, e mandate delle porzioni a quelli che non hanno preparato nulla per loro; perché questo giorno è consacrato al nostro Signore; non siate tristi; perché la gioia del SIGNORE è la vostra forza». Neemia 8:10 In questo brano della Scrittura, Israele era riunito per ascoltare la Parola di Dio. Sembra fosse un momento molto intenso e tutte …
Leggi Tutto

Il vaglio di satana

Sermone predicato nella Chiesa Evangelica di Via Anacapri, 26  – Roma –  Trascritto in forma integrale. “…Il Signore disse ancora: Simone, Simone, ecco satana ha chiesto di vagliarvi come si vaglia il grano. Ma io ho pregato per te, acciocché la tua fede non venga meno. E tu, quando un giorno sarai convertito, conferma i tuoi fratelli”. Ma egli disse: “Signore, io sono presto ad andare teco in …
Leggi Tutto

coming-in-the-clouds

Dopo la prima venuta di Cristo come messia sofferente, attendiamo la seconda venuta di Cristo come messia glorioso e potente. Questo straordinario evento s’approssima sempre di più. Prepariamoci! Più sorprendente delle scene della Pentecoste — Più potente della caduta di Gerusalemme — Più significante dello Spirito che risiede in noi — Più meraviglioso della conversione di un peccatore — Più desiderato della nostra partenza per il Cielo — …
Leggi Tutto

Storia di un inno: IT’S WELL WITH MY SOUL

 Horatio Spafford era un avvocato di successo ed un insegnante di giurisprudenza nella Chicago del 1860. Insieme a sua moglie, Anna, erano ben noti in città, sia per la carriera legale di Spafford, ma anche perché i due coniugi erano amici e sostenitori di D.L. Moody, famoso evangelista. La città di Chicago era in forte espansione, le attività industriali erano fiorenti e lo sviluppo sociale era in forte …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti